Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Giovedì 19 Aprile 2018, ORE 19:15 - PROVERBIO:   April, apriletto, un dì freddo un dì caldetto.
UPDATED ON: Thursday 19 April 2018,  21:15 Mecca time  18:15 MT
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 25/07/2014 alle 21:14:41 in Cronaca

Legnano. Patto Locale di Sicurezza Urbana e Coesione Sociale un anno dopo



Ai minimi storici la presenza degli insediamenti rom sul territorio


(mi-lorenteggio.com) Legnano, 25 luglio 2014  - Ad un anno dall’avvio del Patto Locale di Sicurezza Urbana e Coesione Sociale (PLS) l’Amministrazione comunale di Legnano ha fatto il punto della situazione circa la presenza di insediamenti rom in città.
Tre le strategie seguite: repressione dei comportamenti illegali, attivazione di un progetto di coesione e inclusione sociale, riconversione del territorio. Nettamente migliorata la presenza di insediamenti abusivi: alla fine del 2011 erano infatti 7, con baracche presenti sia sulla dorsale della SP 12/via Liguria che lungo le vie Novara/Romagna. Sempre in quella data, erano presenti 72 rom adulti e 33 minori, per un totale di 105 persone.
La situazione attuale si caratterizza per la presenza di 4 mini insediamenti abusivi (non baracche, ma semplici tende) situati al confine con Villa Cortese (30 adulti e 14 minori). Le recenti assegnazioni delle aree adiacenti al Cimitero Parco, a seguito di un bando di manifestazioni d’interesse, comporteranno a breve la sistemazione dei terreni dove attualmente sono presenti due nuclei familiari. Sono state invece sanate definitivamente le situazioni esistenti lungo le vie Novara/Romagna e la SP 12/via Liguria. Il recente abbattimento della cosiddetta ex casa Bertani ha inoltre messo la parola fine alla presenza di rom in quell’area.
Il costo relativo alla rimozione dei rifiuti è calato drasticamente, passando dai 34 mila euro del 2011 ai 15 mila euro del 2013. Per l’anno in corso sono stati spesi ad oggi 3.500 euro.
Nel centro di accoglienza di via Jucker sono attualmente presenti 13 adulti e 15 minori (è di pochi giorni fa la nascita di un bambino).
Nel corso del 2014 sono stati eseguiti 49 interventi così suddivisi: 18 sgomberi; 21 azioni di monitoraggio, pulizia delle aree, ricerca di persone per conto di altre forze di polizia, prevenzione e repressione dell’accattonaggio; 10 interventi di varia natura (notifiche, rimozioni di auto, assistenza).
Il sindaco Alberto Centinaio ha così commentato questi dati: «Abbiamo ottenuto un risultato positivo grazie all’impegno costante di vari soggetti: Polizia Locale, personale comunale, operatori della Fondazione Somaschi Onlus e volontari. Senza il loro apporto non saremmo riusciti a ridurre la presenza degli insediamenti abusivi a livelli così bassi. L’azione integrata, fatta di una rigorosa richiesta di rispetto delle regole e di attenzione agli aspetti umanitari del problema, ha permesso di contenere il fenomeno entro livelli fisiologici».
L’assessore alla Polizia Locale Antonino Cusumano ha invece sottolineato le difficoltà di combattere un problema che va ben oltre le competenze di un ente locale, avendo a che fare con cittadini dell’Ue. «Una cosa è certa – ha richiamato –: con la sola politica “muscolare” non avremmo raggiunto questi risultati».
Daniele Ruggeri – comandante del Corpo di Polizia Locale – ha evidenziato il permanere di alcune criticità, come la difficoltà di dare attuazione ad alcune proposte di provvedimenti di allontanamento da mesi ferme in Prefettura». Valerio Pedroni, operatore della Fondazione Somaschi Onlus, è entrato nel merito delle azioni di inclusione sociale che coinvolgono particolarmente i nuclei familiari alloggiati nel campo di accoglienza di via Jucker. «Interventi di questa natura – ha ribadito – sono un investimento che producono risultati destinati a migliorare anche la sicurezza nell’intera città».

Redazione

print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Dopo il risultato elettorale, secondo voi, chi sarà il prossimo Premier?

Matteo Salvini
Luigi Di Maio
Non so

Tutti i sondaggi

banner


banner