Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Venerdì 19 Gennaio 2018, ORE 19:10 - PROVERBIO:  La neve di gennaio riempie il granaio

UPDATED ON: Friday 19 Jenuary 2018,  21:10 Mecca time 18:10 GMT -
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 16/03/2015 alle 20:45:06 in Ambiente

Ticino pulito 2015: quintali di rifiuti lasciati dalla piena ma soprattutto dall’inciviltà



L’intervento ha visto impegnati circa 80 uomini tra Guardaparco, Volontari del Parco del Ticino, dei distaccamenti di Turbigo, Magenta, Vigevano, Parasacco e Pavia e associazioni di volontariato locali. FOTO


img


(mi-lorenteggio.com) Magenta 16 marzo 2015 – Plastica, bottiglie, bombole dl gas, divani, frigoriferi, persino due barche di legno, una delle quali affondata. Oltre sessanta sacchi e un camion riempiti da quintali di rifiuti di ogni genere destinati ai centri di raccolta comunali. E’ questo l’esito della giornata ecologia “Ticino pulito 2015”, messa in campo sabato 14 marzo in sei zone del Parco del Ticino. L’intervento ha visto impegnati circa 80 uomini tra Guardaparco, Volontari del Parco del Ticino, dei distaccamenti di Turbigo, Magenta, Vigevano, Parasacco e Pavia e associazioni di volontariato locali.



Spetta a Boffalora, Ponte Ss11, il primato negativo dei rifiuti abbandonati. Qui i 30 volontari del Parco e gli uomini della Protezione civile di Magenta hanno dissotterrato persino un divano e raccolto materassi, ruote, materiali di cantieri, pneumatici batterie e tanta plastica. Un camion di rifiuti e oltre 50 sacchi che saranno conferiti dall’Asm in discarica. A ringraziare i volontari anche l’amministrazione comunale che ha offerto loro il pranzo.


A Carbonara Ticino una decina di volontari hanno ripulito i boschi e le spiagge da plastica e rifiuti ingombranti tra cui bombole del gas e un frigorifero.
In località Cascina Lasso a Morimondo, i quindici volontari impegnati hanno trovato per lo più rifiuti da attività agricole portati dalla piena del fiume, oltre a plastica, carta e bottiglie. Ma hanno anche recuperato due vecchie barche di legno di cui una affondata.


In Località Bosco Lungo e Scavizzolo (Ronchi) – Vigevano - l’intervento è stato eseguito dalla squadra volontari di Vigevano e Protezione Civile comunale, e ha permesso di ripulire le due zone interessate dal deposito di rifiuti trasportati dalla corrente del fiume in occasione dell'ultima piena. Sono stati riempiti anche in questo caso ben 25 sacchi da 110 litri cadauno, per la quasi totalità con bottiglie di plastica trovate sparse in bosco (60/70 bottiglie per saccco !), ma anche 2 parafanghi di auto, una ruota di auto e una botte in plastica da 200 litri.



Meglio è andata a Scavizzolo (Pavia) i rifiuti recuperati sono stati per lo più bottiglie di plastica, lattine e teli plastici, per un totale di 2 sacchi da 110 litri.
“Questo è il Parco che antepone i fatti alle chiacchiere – commenta il presidente del Parco del Ticino, Gian Pietro Beltrami -. Siamo sempre presenti anche per sollevare le incombenze delle nostre comunità grazie all’opera sia dei Guardaparco – che purtroppo si riconducono a 16 unità- sia dei nostri volontari e riusciamo sempre a porre rimedio a forme di inciviltà che non hanno logica. Meno male che il Parco c’è!”

Redazione

print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Come sarà il 2018?

Migliore del 2017
Peggiore del 2017
Non so

Tutti i sondaggi

banner


Agenda
DLMMGVS
          19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 01 02 03
04 05 06 07 08 09 10
11 12 13 14 15 16 17

Eventi del giorno
Nessun evento

Segnala un evento
banner