Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Venerdì 20 Aprile 2018, ORE 15:00 - PROVERBIO:   April, apriletto, un dì freddo un dì caldetto.
UPDATED ON: Friday 20 April 2018,  17:00 Mecca time  14:00 GMT
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 09/04/2015 alle 21:02:59 in Cronaca

LOMBARDIA. TRASPORTI: IN REGIONE OGNI GIORNO 16,4 MILIONI SPOSTAMENTI



RESI NOTA INDAGINE ASSESSORATO ALLE INFRASTRUTTURE E MOBILITÀ
AUTO RIMANE MEZZO PREFERITO, MA CRESCE USO TRASPORTO PUBBLICO


img


(mi-lorenteggio.com) Milano, 09 aprile 2015 -  Sono 16,4 milioni (+4,6 per cento rispetto al 2002) gli spostamenti effettuati ogni giorno in Lombardia. Il tempo medio impiegato per muoversi è sceso dai 72 minuti del 2002 a 66. Contemporaneamente è diminuito l'uso dell'auto (nonostante rimanga il mezzo preferito) a vantaggio invece del trasporto collettivo. L'ora di punta degli spostamenti è compresa tra le 7.00 e le 8.00 (15 per cento degli spostamenti della giornata). E ancora, il Comune di Milano si conferma come il più importante attrattore della mobilità rispetto alla domanda dell'intera Lombardia, con una quota pari a circa il 21 per cento (esclusi i rientri a casa). Tra le Province lombarde (Milano esclusa), Monza genera il maggior numero di spostamenti col Comune di Milano (circa 88.000). La stessa Milano si conferma la città con il maggior utilizzo dei mezzi pubblici (circa il 41 per cento del totale degli spostamenti interni al Comune capoluogo). Sono questi i principali dati che emergono dalla Matrice origine-destinazione redatta dai tecnici dell'Assessorato regionale alle Infrastrutture e Mobilità per capire quanto, quando, come, dove e perché ci si muove in Lombardia.

OLTRE 28.000 INTERVISTE - "Il lavoro fatto - spiega l'assessore Alessandro Sorte - è uno strumento fondamentale per conoscere le esigenze di mobilità e programmare i nuovi interventi infrastrutturali e di servizio. Per poter avere un quadro complessivo della mobilità dei lombardi sono state fatte oltre 28.000 interviste in un giorno feriale medio per formare un quadro attendibile degli spostamenti. Da notare che l'ultima analisi dello stesso tipo è stata condotta nel 2002. I dati che emergono presentano una realtà molto diversa rispetto a quella registrata 13 anni fa, che abbraccia il lungo periodo della crisi economica".

 I MOTIVI DEGLI SPOSTAMENTI, CRESCE USO MEZZI PUBBLICI - I principali motivi di spostamento (escludendo il rientro a casa) sono: occasionali (45,5 per cento), lavoro (39,9), studio (9,8). I 'motivi occasionali' - svago, visite a parenti, acquisti, commissioni, visite mediche, - hanno superato il 'motivo lavoro'; nel 2002 il lavoro era il motivo prevalente, e questo fa pensare agli effetti della crisi economica e alla contrazione, in questi 13 anni, dei posti di lavoro. L'auto è usata per il 62 per cento degli spostamenti (vs. il 69 del 2002); il trasporto collettivo per il 19 (vs. il 14 del 2002). "La domanda crescente di trasporto pubblico - osserva Sorte - conforta la scelta che, come Regione Lombardia, abbiamo fatto, di rilanciare l'attività di Trenord investendo anche sul rinnovo del parco mezzi coi nuovi treni".

RIPARTIZIONE MODALE SPOSTAMENTI TOTALI - Gli spostamenti in auto (come conducente) rimangono superiori al 50 per cento anche se in calo nel 2014 di 6 punti percentuali; Il trasporto pubblico locale (treno compreso) è cresciuto dal 14 al 19 per cento, con un significativo aumento del trasporto ferroviario che è passato dal 3 al 4,5 per cento. Gli spostamenti non motorizzati sono lievemente cresciuti, passando dal 12 al 15 per cento.

8,66 KM LO SPOSTAMENTO MEDIO - La distanza media degli spostamenti è pari a 8,66 Km e il 90 per cento si esaurisce entro i 20 Km (con oltre il 70 per cento al di sotto dei 10 km). Un altro dato interessante è che oltre i 20 km, decresce l'utilizzo del mezzo privato a vantaggio di quello pubblico.

DESTINAZIONE DEGLI SPOSTAMENTI - Come detto sono 16.4 milioni gli spostamenti quotidiani in Lombardia. Di questi, 15.8 milioni hanno origine e destinazione all'interno della stessa Lombardia; 0.56 milioni sono di scambio (vale a dire interno/esterno e esterno/interno regione) e i rimanenti 0.04 milioni sono quelli di attraversamento (esterno/esterno). La Provincia di Milano si caratterizza per quasi un terzo degli spostamenti emessi (con qualsiasi destinazione, compresa la stessa zona di emissione) e per poco più del 35 per cento degli spostamenti attratti. Seguono Brescia e Bergamo cui corrispondono complessivamente, per l'emissione e per l'attrazione, quote comprese tra il 23 ed il 24 per cento degli spostamenti totali effettuati in Lombardia

Redazione

print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Dopo il risultato elettorale, secondo voi, chi sarà il prossimo Premier?

Matteo Salvini
Luigi Di Maio
Non so

Tutti i sondaggi

banner


Agenda
DLMMGVS
          20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19

Eventi del giorno


Segnala un evento
banner