Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Domenica 21 Gennaio 2018, ORE 22:45 - PROVERBIO:  La neve di gennaio riempie il granaio

UPDATED ON: Friday 22 Jenuary 2018,  00:45 Mecca time 21:45 GMT -
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 22/09/2015 alle 10:07:43 in Cronaca

Atti vandalici ai danni della Fonte Gaia di Santo Stefano Ticino



Interrotto il servizio per i danni riportati dalla struttura di piazza Mercato


img


(mi-lorenteggio.com) Magenta, 22 settembre 2015 - Una serie di atti vandalici compiuti da ignoti ha portato alla sospensione del servizio di erogazione dell’acqua della “Fonte Gaia” di Santo Stefano Ticino. È quanto rileva ASM srl, l’Azienda Speciale Multiservizi che si occupa della gestione della casetta dell’acqua di via Magenta, all’altezza di piazza Mercato.

Il primo episodico vandalico si è verificato presumibilmente lo scorso 30 agosto con il danneggiamento del lettore elettronico della Carta Regionale dei Servizi (CRS, la tessera sanitaria e in futuro la Carta Nazionale dei Servizi), utilizzato per regolare e permettere l’erogazione di acqua naturale e frizzante soltanto per i residenti. Il sistema di controllo accessi è stato attivato dallo scorso aprile. Il danno di circa 400,00 euro è stato prontamente riparato dai tecnici di ASM.

A distanza di pochi giorni e precisamente il 6 settembre 2015 è stato compiuto un nuovo atto vandalico contro la “Fonte Gaia” provocando lo sfondamento del display e del vetro di protezione e nuovamente la rottura del lettore della CRS. In questo caso, i danni ammontano a circa 1000,00 euro. Il servizio è stato così sospeso. Il Comune di Santo Stefano Ticino, proprietario dell’impianto di distribuzione, sta valutando cosa fare in seguito a questi episodi. In proposito, il direttore di ASM, Aldo Amadori, ha rilevato: «Questi atti vandalici hanno conseguenze negative sull’intera comunità perché, oltre al danno economico, implicano l’interruzione di un servizio pubblico molto utile e soprattutto apprezzato. Basta pensare che mediamente la Fonte Gaia eroga circa 50 mila litri di acqua al mese. L’augurio è che questi episodi non si verifichino più e che presto si trovi, in stretta collaborazione con l’Amministrazione comunale e le autorità competenti, un’adeguata soluzione che serva da efficace deterrente contro i vandali».

Inoltre, nel periodo estivo, tra il 12 e 13 luglio 2015, è stata presa di mira anche la casetta dell’acqua di Robecco sul Naviglio, sita in piazza Madre Teresa di Calcutta. Ignoti hanno danneggiato entrambi i lettori elettronici della CRS provocando un danno di circa 800,00 euro prontamente riparato da ASM.

L’Azienda gestisce complessivamente 10 casette dell’acqua che sono ubicate nei Comuni di: Boffalora Sopra Ticino (Ca’ da l’Acqua in piazza I Maggio e Ca’ da l’Acqua 2); Bernate Ticino (Chiosco di Casate in via Silvio Pellico e la Casa dell’Acqua in piazza Donatori); Magenta (Chiosco dell’Acqua in via Boccaccio); Marcallo con Casone (Fonte dell’Acqua in piazza Macroom e Casetta di Casone in via Gornati); Robecco sul Naviglio (L’Acqua di Robecco in piazza Madre Teresa di Calcutta); Santo Stefano Ticino (“Fonte Allegra” di piazza VIII Marzo e “Fonte Gaia” di piazza Mercato). Ogni casetta eroga mediamente 500 mila litri di acqua all’anno.

V.A.

print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Come sarà il 2018?

Migliore del 2017
Peggiore del 2017
Non so

Tutti i sondaggi

banner


banner