Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Domenica 21 Gennaio 2018, ORE 08:00 - PROVERBIO:  La neve di gennaio riempie il granaio

UPDATED ON: Sunday 21 Jenuary 2018,  10:00 Mecca time 07:00 GMT -
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 13/10/2016 alle 13:43:11 in Attualità

LOMBARDIA. SISMA AD AMATRICE: CASSINETTA DI LUGAGNANO E MORIMONDO PROTAGONISTE PER LA RINASCITA



SOLIDARIETA' ALL'INSEGNA DEL GUSTO NEI DUE BORGHI LUNGO NAVIGLIO


(mi-lorenteggio.com) Milano, 13 ottobre 2016 -  Cassinetta di Lugagnano e Morimondo, localita' inserite tra i Borghi piu' belli d'Italia, saranno teatro di due eventi solidali a favore dei terremotati di Amatrice. Quattro cuochi, Claudio Sadler, Filippo Chiappini Dattilo, Salvatore Garofalo e Ezio Santin - che insieme fanno sette stelle Michelin - reinterpreteranno con prodotti locali, domenica 16 ottobre, il piatto tipico amatriciano in un pranzo solidale organizzato nella splendida cornice di Villa Negri a Cassinetta di Lugagnano. Domenica 23 ottobre, 'Morimondo per Amatrice' sara' il secondo appuntamento per una raccolta di fondi concertata con Sergio Pirozzi, sindaco del centro colpito, sotto la regia del maestro Santin: una grande degustazione di un piatto di amatriciana nella suggestiva piazzetta 'Corte dei Cistercensi', adiacente l'abbazia di Morimondo. L'iniziativa e' stata presentata oggi in Regione dall'assessore all'Economia, Crescita e Semplificazione Massimo Garavaglia, insieme a Umberto Forte, direttore associazione nazionale Borghi d'Italia, gli chef pluristellati Ezio Santin e Claudio Sadler, il sindaco di Casorezzo e presidente di Slow Food Abbiategrasso Magenta Pierluca Oldani e il sindaco di Morimondo Marco Marelli.
ù
IL BELLO E IL GUSTO PROTAGONISTI DELLA RINASCITA - "Questa iniziativa - ha spiegato Garavaglia - rientra nel filone delle azioni che Regione Lombardia e il presidente Maroni hanno voluto per dare una mano alle persone colpite dal sisma". "Ricordo il comune abruzzese di Scanno, colpito dal terremoto nei primi del '900 - ha aggiunto Garavaglia - e rifatto grazie anche all'impegno di muratori bergamaschi. E' stato proprio un esempio di cosa si puo' fare, di quello che l'Italia puo' fare, se nasce dal gusto del bello: un conto e' rifare le cose tal quali, un altro e' metterci l'anima e ricostruire le cose ancora piu' belle. In questo filone rientra l'intervento di Regione dopo il sisma di agosto, realizzando da subito le cose ovvie e offrendo gli aiuti immediati, cosi' come gli interventi della protezione civile, le casette di Expo". "Ma non basta. Quel qualcosa in piu' e' rappresentato dall'arte, il gusto e il bello - ha osservato l'assessore ricordando l'iniziativa del presidente Maroni con Vittorio Sgarbi, la grande mostra diffusa su Cola dell'Amatrice, che a partire da dicembre, si svolgera' a Milano, Mantova, L'Aquila e Ascoli Piceno -; non solo aiuti concreti ma anche una iniziativa culturale, protagonista l'arte e ma anche la storia. Anche la cucina e' arte, cosi' come i luoghi lungo la linea del Naviglio, bellissimi, che mettiamo a disposizione per realizzare due grandi eventi".

FORTE (BORGHI D'ITALIA), CAMPAGNA APERTA FINO A NOVEMBRE - "Con tutti i nostri 250 Borghi - ha ricordato Umberto Forte, direttore dell'associazione nazionale Borghi d'Italia - abbiamo subito avviato una campagna di solidarieta', come fatto con L'Aquila in precedenza. L'iniziativa di raccolta fondi prosegue, siamo a 50 mila euro circa, la terremo aperta fino a tutto novembre, anche perche' non tutti hanno potuto realizzare evento solidale nei rispettivi comuni tra quelli inseriti nei Borghi piu' belli d'Italia. Abbiamo voluto con Enzo Santin che per il pranzo del 16 fossero consumati prodotti provenienti da Amatrice, dal guanciale al pecorino passando per la pasta. Sara' un successo, visto che i posti per domenica 16 sono gia' esauriti". "Ora arrivera' il momento piu' difficile - ha detto il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, raggiunto telefonicamente durante la presentazione -, non solo per l'arrivo dell'inverno. Speriamo che a Pasqua ci siano le case a tempo e la ricostruzione di quel mondo artigianale che c'era prima del sisma. In attesa di tornare quanto prima, anche meglio di prima, a essere ancora tra i Borghi piu' belli d'Italia".

SADLER, REINVENTIAMO LA RICETTA TRADIZIONALE - "Abbiamo un patrimonio immenso come cucina italiana e siamo impegnati a adeguarla alle richieste che mutano col tempo - ha sottolineato lo chef Claudio Sadler -. I cuochi quando sentono di dare qualcosa, lo fanno a piene mani, perche' il loro e' un lavoro fatto con amore. Partecipiamo, dunque, con entusiasmo, con qualche idea innovativa e reinventando il piatto tipico amatriciano con il raviolo al posto della pasta e il ripieno con gli stessi ingredienti dell'amatriciana".

Redazione

print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Come sarà il 2018?

Migliore del 2017
Peggiore del 2017
Non so

Tutti i sondaggi

banner


banner