Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Domenica 21 Gennaio 2018, ORE 08:00 - PROVERBIO:  La neve di gennaio riempie il granaio

UPDATED ON: Sunday 21 Jenuary 2018,  10:00 Mecca time 07:00 GMT -
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 07/11/2016 alle 19:40:57 in Economia

Crisi Carapelli, Cecchetti annuncia: “Il 10 novembre il Consiglio regionale ascolterà i lavoratori”



E’ quanto annuncia il vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia Fabrizio Cecchetti (Lega Nord)


Milano, 7 novembre 2016 - “I rappresentanti dei lavoratori della Carapelli verranno ascoltati dalla commissione ‘Attività produttive e occupazione’ nella tarda mattinata di giovedì 10 novembre” E’ quanto annuncia il vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia Fabrizio Cecchetti (Lega Nord). “Ringrazio il presidente della commissione Pietro Foroni per aver dato immediatamente la disponibilità ad ascoltare i lavoratori, segno della vicinanza di Regione Lombardia ai 98 dipendenti della Carapelli che nei giorni scorsi sono stati messi in mobilità dai vertici aziendali. Vedremo quali strumenti potrà mettere in campo la Lombardia anche in vista del tavolo ministeriale convocato il 17 novembre, consapevoli che occorrerà fare forti pressioni al governo centrale che ha più competenze per intervenire sulla società. Ricordo – continua Cecchetti - che se la multinazionale spagnola Deoleo dovesse chiudere lo stabilimento di Inveruno perderebbero il posto ben 210 persone tra attuali dipendenti e altri lavoratori dell’indotto: una perdita occupazionale inaccettabile per il nostro territorio. Oltretutto continuerebbe ad essere venduto un marchio italiano storico che di italiano non avrebbe più nulla. Oltre al danno la beffa, per questi motivi dobbiamo fare di tutto per scongiurare la chiusura della Carapelli di Inveruno”

REdazione

print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Come sarà il 2018?

Migliore del 2017
Peggiore del 2017
Non so

Tutti i sondaggi

banner


banner