Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Venerdì 15  Dicembre  2017, ORE 07:00 - PROVERBIO: "Santa Lucia, il giorno più corto che ci sia”

UPDATED ON: Friday 15 December 2017,  09:00  Mecca time - 06:00 GMT -
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 10/01/2017 alle 18:54:30 in Ambiente

LOMBARDIA. AREE INTERNE, PAROLO: AL VIA PERCORSO DI COOPERAZIONE PER IL FUTURO DELL'OLTREPO'



"GARANTIRE SINERGIE E PROGETTI SVILUPPO PER UN TERRITORIO COESO"


(mi-lorenteggio.com) Varzi/Pv, 10 gennaio 2017 -  "La grande partecipazione del territorio durante l'incontro di oggi sottolinea l'importanza di organizzare dei progetti che coinvolgano direttamente il territorio e ci fa capire che siamo nella direzione giusta". Lo ha dichiarato Ugo Parolo, sottosegretario alla Presidenza con delega ai Rapporti con il Consiglio regionale, Politiche per la Montagna, Macroregione Alpina (Eusalp), ai Quattro Motori per l'Europa e alla Programmazione negoziata, oggi, a Varzi (Pavia), all'incontro che inaugura un percorso di partecipazione pubblica per la costruzione della Strategia di Sviluppo dell'Alto Oltrepo' e la successiva individuazione di azioni concrete per la sua attuazione.

LA SCELTA DELL'AREA - "Con la delibera 5799 del novembre scorso - prosegue il sottosegretario - Regione Lombardia ha individuato l'Area Interna Appennino Lombardo-Alto Oltrepo', invitando il territorio a un percorso di co-progettazione, volto a costruire nuove traiettorie di sviluppo e a definire azioni materiali da attuare".

RIDARE VITA A ZONE A RISCHIO SPOPOLAMENTO - "Scopo della 'Strategia Aree Interne' - spiega Parolo - e' di rivitalizzare quella parte di territorio lontana dai centri di sviluppo, con economia in difficolta' e con dinamiche demografiche caratterizzate da invecchiamento e spopolamento, provando a invertire la rotta, aumentandone l'attrattivita', garantendo i servizi essenziali necessari per fermare lo spopolamento, puntando a un'economia costruita sulle peculiarita' del luogo, sull'attivazione delle energie presenti anche se non pienamente espresse sul territorio".

TERRITORIO PROTAGONISTA - "Questa sfida - chiosa Parolo - si puo' vincere coinvolgendo i Comuni e tutti gli attori del territorio, vero protagonista della 'Strategia', interessati a collaborare per raggiungere un obiettivo cosi' ambizioso: la co-progettazione del futuro dell'area attraverso strategie, progetti e azioni.

IL PERCORSO - "Sara' fondamentale - sottolinea - che questi progetti e servizi che andremo ad attuare siano strutturati e garantiti nel tempo, instaurando reciproche sinergie tra i Comuni e i portatori d'interessi, compiendo un percorso di associazionismo destinato a efficientare l'articolazione territoriale della pubblica amministrazione". PROSSIMI PASSI - "Confidiamo di arrivare in tempi rapidi alla conclusione della Progettazione della strategia d'area attraverso incontri territoriali tematici - auspica -. Ai primi di marzo e' prevista la chiusura del preliminare di strategia, entro settembre e' prevista la Progettazione di azioni per arrivare alla chiusura della strategia e, a ottobre, alla firma degli atti negoziali".

RISORSE PER 19,8 MILIONI - "Grazie alla Strategia - continua Parolo - vengono messi a disposizione da Regione Lombardia in Oltrepo' fino a 19,8 milioni di euro di risorse, per soddisfare appieno le necessita' del territorio".

AVVIO DI UN PERCORSO DI PARTECIPAZIONE PUBBLICA - "Oggi - conclude il sottosegretario - avviamo un percorso che inaugura una serie di momenti tematici e specifici di partecipazione pubblica. Condividere gli obiettivi e' essenziale. Ci aspettiamo, ma siamo sicuri, che dalla partecipazione e dal coinvolgimento di chi vuole dare il proprio contributo per l'Oltrepo', emergeranno nuove idee per il futuro dell'area. Ci aspettiamo che si creino reti e relazioni tra attori, che garantiscano nuove sinergie e progetti, superando l'ottica di singoli progetti o singoli attori".

TERRITORIO SIA COESO E COMPATTO - "L''uomo solo al comando' non ci interessa - ha concluso Parolo -. Ci interessa, al contrario, un territorio coeso e compatto, che sappia cucire al suo interno e all'esterno quelle relazioni che ci devono far abbandonare i personalismi e i campanilismi, per costruire relazioni attive e propositive e valorizzare ogni risorsa in nostro possesso. Sono sicuro che vinceremo questa scommessa".

Redazione

print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Voi vi fidate di più della Merkel o di Trump?

Merkel
Trump
Di nessuno dei due

Tutti i sondaggi

banner


banner