Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO: Sabato 21 Ottobre  2017, ORE 12:30 - PROVERBIO: Se Ottobre è piovarolo, è pure fungarolo..
UPDATED ON: Saturday 21 October 2017,  14:30 Mecca time - 11:30 GMT -
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 11/01/2017 alle 12:31:29 in Politica

LOMBARDIA. CAMPO BASE EXPO, BRIANZA: METTIAMO LA PAROLA FINE ALLA VICENDA



Al Pirellone respinta mozione per collocare i richiedenti asilo al Campo base di Expo, Cecchetti: “La società Expo si muova a convertirlo in area verde"


Milano, 11 gennaio 2017 -  "La nostra posizione rimane ferma e chiara come lo era sin dall'inizio: il campo base di Expo non e' a disposizione per ospitare clandestini ma va smantellato, riconvertito a parco urbano e restituito al Comune di Rho come previsto dagli accordi intercorsi tra le autorita' competenti e la societa' Expo. Si ponga la parola fine sulla vicenda". Lo ha dichiarato l'assessore al Reddito di Autonomia, Inclusione sociale e Post Expo, di Regione Lombardia Francesca Brianza respingendo, durante il Consiglio regionale di ieri, la mozione dell'opposizione che impegnava la Giunta ad accordarsi con il Comune di Milano per consentire l'accoglienza dei profughi nell'ex campo base di Expo.

SI' A FINALITA' UTILI ALLA CITTADINANZA - "Abbiamo in piu' occasioni aperto all'ipotesi di utilizzare i moduli del Campo Base per finalita' che potessero rivelarsi utili ai cittadini ma queste - ha aggiunto - dovevano rispettare principi di buon senso, sicurezza ed essere in linea con il principale progetto di tutela, rilancio e valorizzazione dell'area che ha ospitato l'Esposizione universale 2015". "Sin dall'inizio - ha precisato l'assessore - a seguito della fase liquidatoria, la societa' Expo 2015 aveva pubblicato un avviso esplorativo per manifestazioni di interesse finalizzato a raccogliere eventuali proposte ai fini di smantellare il Campo Base con successivo ripristino e sistemazione a verde pubblico ma, all'epoca, non erano pervenute offerte idonee".

MODULI AI TERREMOTATI - "Prima di Natale - ha ricordato Brianza - su iniziativa di Regione Lombardia, abbiamo destinato 3 moduli dell'ex campo base al Comune di Acquaviva Picena colpito dal terremoto, per la creazione di 11 aule scolastiche e ci siamo impegnati a sostenere le spese di smontaggio, trasporto e rimontaggio oltre a quelle relative all'urbanizzazione e ai successivi arredi per un importo di circa 800 mila euro".

FERMO NO - "Ora - ha continuato l'assessore - mentre sono gia' avviate le fasi di smantellamento previsto che si sono concretizzate con la pubblicazione dell'avviso di asta pubblica per l'alienazione dei beni mobili ubicati sull'ex campo base, giunge l'ennesima richiesta di accogliervi degli immigrati. Ribadiamo il nostro fermo no, che fa eco a quello dei cittadini di Rho e di tutta la Lombardia". BASTA PROPAGANDA - "Chi avanza queste proposte insensate - ha concluso Brianza - la smetta di utilizzare la vicenda a scopi propagandistici e si impegni piuttosto a trovare soluzioni reali, concrete e percorribili per far fronte ad un'emergenza che, nel nostro Paese, mai prima d'ora e' stata cosi' mal gestita".


"Il campo base di Expo deve essere smantellato il prima possibile e, come prevedono gli accordi presi nel 2012, quell’area deve essere trasformata in parco pubblico e restituita ai rhodensi” E’ quando ha detto ieri sera il vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia Fabrizio Cecchetti (Lega Nord) durante la discussione in Aula su una mozione presentata da Sel che chiedeva alla Regione di accogliere i richiedenti asilo nel campo base di Expo. La mozione è stata respinta dai consiglieri regionali. “E’ ora – ha continuato Cecchetti - di mettere un freno alle continue richieste di utilizzare quell’area per le più svariate problematiche del comune di Milano. E’ arrivato il momento che la società Expo, ora in liquidazione, si dia una mossa e rispetti gli impegni presi: c’è infatti un accordo del 2012 che parla chiaro e che sancisce che la società Expo deve smantellare a spese proprie l’area, trasformarla in verde pubblico e riconsegnarla al Comune di Rho. Ovviamente noi continueremo a respingere richieste che vadano in altro senso: quella non è la sede per sistemare i finti profughi.” “E’ folle – ha commentato ancora Cecchetti - che la sinistra continui a presentare richieste per trovare delle strutture agli immigrati irregolari, che addirittura hanno già vitto e alloggio pagato dai contribuenti, mentre proprio in queste ore tanti nostri cittadini sono costretti a dormire al gelo. E’ ora – ha concluso Cecchetti – che tutte le forze politiche inizino a pensare seriamente al bene della nostra gente in difficoltà e non solo agli interessi dei clandestini”.


Redazione

print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Voi vi fidate di più della Merkel o di Trump?

Merkel
Trump
Di nessuno dei due

Tutti i sondaggi

banner


Agenda
DLMMGVS
            21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 01 02 03 04
05 06 07 08 09 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19            

Eventi del giorno
Nessun evento

Segnala un evento
banner