Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Giovedì 18 Gennaio 2018, ORE 06:20 - PROVERBIO:  La neve di gennaio riempie il granaio

UPDATED ON: Thursday 18 Jenuary 2018,  08:20 Mecca time 05:20 GMT -
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 26/03/2017 alle 17:03:27 in Ambiente

Giornate FAI, esce il libro fotografico «Restauro chiesa bramantesca di Rossate e Progetto Lambro»



Il volume curato da Giulia Degiovanni inquadra nell’ottica corretta della compensazione per il territorio gli interventi di recupero conservativo e di sviluppo delle aree verdi attuati in meno di due anni dall’apertura dell’Autostrada. Focus sui 30 chilometri di piste ciclabili costruiti per favorire la mobilità dolce


img


(mi-lorenteggio.com) Milano, 26 marzo 2017 - Il libro fotografico «Restauro della Chiesa Bramantesca di San Biagio di Rossate-Progetto Speciale e Percorsi Ciclopedonali Lambro-Melegnano» curato da Giulia Degiovanni esce durante questo week-end. Non a caso perché è il fine settimana delle Giornate di Primavera promosse dal Fondo Ambiente Italiano allo scopo di valorizzare, pure attraverso la venticinquesima edizione dell’evento, i tantissimi siti culturali e naturali della Penisola rimasti fuori dalle rotte della fruizione collettiva. E non a caso anche perché la pubblicazione del volume da parte di Tangenziale Esterna SpA va inquadrata nell’ottica di un’iniziativa mirata a favorire la conoscenza dei tesori dimenticati che, nell’ambito della realizzazione di tutte le opere di compensazione per il territorio, sono stati prima riqualificati e poi riscoperti grazie agli investimenti assicurati dalla Concessionaria di A58-TEEM.

Il libro punta, del resto, il grandangolo sui nove Progetti Speciali Ambientali che, assieme ai nuovi percorsi ciclopedonali e collegamenti stradali a percorrenza gratuita, fanno di A58-TEEM un’infrastruttura-sistema innervata non solo su una moderna Autostrada e una funzionale rete viaria connessa ma anche su luoghi d’interesse da raggiungere grazie all’accessibilità garantita dalla mobilità dolce. Il volume, corredato da spettacolari immagini scattate da Andrea Canali e Vincenzo Ronsivalle, fa, innanzitutto, comprendere ai lettori che l’apertura di A58-TEEM (32 chilometri da Agrate Brianza a Melegnano raccordati a nord con A4 Torino-Trieste, al centro con A35 BreBeMi e a sud con A1 Milano-Napoli) e delle arterie integrate (38 chilometri) ha accelerato la consegna (meno di due anni di lavori) delle aree verdi e dei percorsi ciclopedonali (30 chilometri) oggetto dei PSA. Alla premessa segue la constatazione che se, alla costruzione e all'entrata in esercizio di A58-TEEM e delle strade connesse i media hanno riservato un’eco che s’è riflessa positivamente sull'utilizzo del tracciato autostradale e delle varianti taglia-code, giornali, televisioni, radio e social non si sono premurati di consolidare presso l’opinione pubblica la percezione dell’avvenuta trasposizione dalla carta millimetrata alla realtà di tutt’e nove gli interventi ambientali.


Alla luce di tale situazione, il libro si propone di fornire informazioni riguardo queste opere ritenute, a torto, minori dal momento che, come sottolinea nella prefazione l’Amministratore Delegato di Tangenziale Esterna SpA Claudio Vezzosi, ogni punto di attrazione creato dai PSA reca in nuce l’attivazione di un circuito turistico in grado di generare risorse insperate per il territorio. Proprio in chiave divulgativa del potenziale volano economico per le comunità rappresentato dai siti appena completati, va interpretata la scelta di accendere i riflettori sui due PSA che già vengono fruiti da migliaia di visitatori alla settimana: «Muzza-San Biagio di Rossate» e «Lambro-Melegnano». La prima case-history ripercorre, anche sull’onda di foto straordinarie, le tappe e le modalità del restauro conservativo da 1,5 milioni di euro che, dalla fine dei lavori (giugno 2016) in avanti, consente alla chiesa bramantesca, incastonata tra le campagne al confine tra Lodigiano e Milanese, di catalizzare, nei week-end, l’attenzione di 400 visitatori.

I nuovi percorsi ciclopedonali che collegano Comazzo, Merlino, Truccazzano, Paullo e Settala permettono, d’altra parte, a ciclisti e camminatori di arrivare all’edificio di culto, noto da secoli ai fedeli per il Crocifisso ligneo ritenuto miracoloso e per le similitudini architettoniche con altre abbazie «firmate» Donato Bramante, dopo essersi immersi in un habitat naturale sottoposto a riforestazione e caratterizzato dalla presenza dell’Adda, della Muzza e del Fontanile Rile. Il PSA «Lambro-Melegnano», che concerne Melegnano, Cerro al Lambro, Vizzolo Predabissi e San Zenone al Lambro, si distingue, al contrario, per aver rivitalizzato e aperto a una fruizione via via più massiccia un’area ritenuta, per troppi decenni, solo una sorta di crocevia tra Autostrade, Ferrovie e discariche. La nuova rete ciclopedonale, la rinaturalizzazione delle sponde fluviali, la bonifica dei canali irrigui, il ripopolamento dell’avifauna (decine di bird-watcher osservano, nei fine settimana, gli uccelli di passo nel laghetto formatosi in corrispondenza di un’ex cava di prestito) e la realizzazione di un impianto sportivo tanto avveniristico da calamitare centinaia di appassionati hanno, invece, trasformato un «non luogo» per eccellenza in una palestra del tempo libero «inventata» lungo il Lambro.


Al di là dei due focus, il volume riserva, comunque, ampio spazio agli altri sette PSA, sempre incardinati su percorsi ciclopedonali, che si sviluppano in prossimità del tracciato di A58-TEEM e delle arterie connesse coinvolgendo vari Comuni della Brianza, del Milanese e del Lodigiano. Essi, da nord verso sud, sono così denominati: «Molgora-Villoresi» (Caponago e Pessano con Bornago); «Martesana» (Gessate, Gorgonzola e Bellinzago Lombardo); «Cavo Marocco-Cologno (Mulazzano, Dresano e Casalmaiocco); «Lambro-Rocca-Brivio» (Melegnano, San Giuliano Milanese e Colturano); «Muzza-Villambrera» (Paullo e Zelo Buon Persico); «Parco Locale Alto Martesana (Pozzuolo Martesana e Melzo); «Mille Querce» (tutti i centri lambiti dagli interventi ambientali). Il libro, che sembra confermare l’applicabilità alla costruzione di A58-TEEM del postulato fondamentale di Antoine-Laurent de Lavoisier («Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma»), verrà, dopo le Giornate di Primavera del FAI, presentato e distribuito gratuitamente (sino a esaurimento) nel corso di diversi appuntamenti sul territorio (informazioni su tangenziale.esterna.it e sui media locali).

Redazione

print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Come sarà il 2018?

Migliore del 2017
Peggiore del 2017
Non so

Tutti i sondaggi

banner


Agenda
DLMMGVS
        18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 01 02 03
04 05 06 07 08 09 10
11 12 13 14 15 16  

Eventi del giorno
Nessun evento

Segnala un evento
banner