Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Venerdì 20 Aprile 2018, ORE 15:00 - PROVERBIO:   April, apriletto, un dì freddo un dì caldetto.
UPDATED ON: Friday 20 April 2018,  17:00 Mecca time  14:00 GMT
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 04/04/2017 alle 14:37:14 in Cronaca

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha inaugurato la 56° edizione del Salone del Mobile di Milano



Mattarella: «Un settore che vede l'Italia diffondere creatività e attrarre talenti e che contribuisce alla nostra fisionomia, alla nostra identità»


img


(mi-lorenteggio.com) Rho, 4 aprile 2017 - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha inaugurato la 56° edizione del Salone del Mobile di Milano. Il Capo dello Stato ha visitato alcuni Padiglioni allestiti alla Fiera di Milano - Rho accompagnato dai Sindaci di Rho e di Milano Pietro Romano e Giuseppe Sala e da numerose autorità locali. Si è svolta quindi la cerimonia di inaugurazione nel corso della quale hanno preso la parola il Sindaco Sala, l'assessore allo Sviluppo economico della Regione Lombardia, Mauro Parolini, il Presidente di Fondazione Fiera Milano, Giovanni Gorno Tempini, il Presidente del Salone del Mobile, Claudio Luti, l'ex Presidente di FederlegnoArredo, Roberto Snaidero e il Presidente di FederlegnoArredo, Emanuele Orsini. La cerimonia si è conclusa con l'intervento del Presidente Mattarella.

"Il primato della Lombardia e' in primo luogo una responsabilita', quella di essere il locomotore di un paese che sta uscendo da una crisi difficile, ma che per molti aspetti ha prodotto un potenziamento delle nostre capacita'. Nei diversi comparti dell'industria, e tanto piu' in quelli presenti al Salone, la Lombardia e' capacita' di creare, riconoscere la bellezza, e di produrre un collegamento stabile tra bellezza e produzione industriale. Questa e' la caratteristica principale della nostra regione: sapere che industria, produzione ed economia non sono indipendenti da cio' che muove il cuore dell'uomo". Lo ha detto l'assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, Mauro Parolini, intervenendo questa mattina all'inaugurazione del Salone del Mobile a Milano, alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, del presidente del Consiglio regionale, Raffaele Cattaneo e dell'assessore regionale all'Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina Aprea.

SALONE SIMBOLO E IMMAGINE NOSTRA ECONOMIA - "Sappiamo che dietro a ogni impresa c'e' un imprenditore - ha proseguito Parolini -, la sua famiglia, chi lavora per il bene proprio e del proprio paese. E' la chiave del lavoro nella nostra regione: la Lombardia e' una grande citta diffusa, con un grande cuore pulsante a Milano e tanti altri centri motori dell'economia e della cultura e che sanno mostrare le ma grande attenzione a chi ha bisogno". "Anche questo salone, che stupisce per la bellezza di cio' che viene esposto, - ha aggiunto l'assessore - e' simbolo della nostra economia, fatta di imprese che sanno crescere e guardare al futuro. Anche imprese con fatturati non grandissimi che sanno arrivare in paesi lontanissimi, portando con se il valore della propria creativita'. Riconosciamo loro cio' che sta dietro, tenendo presente che se la crescita riparte solo per la statistica, se non sara' crescita capace di generare lavoro e non sara' sostenibile e inclusiva, credo che durera' poco. Noi siamo impegnati in questo: tutto il mondo economico lombardo ha ben chiaro che la sfida e' questa: essere competitivi, alla pari e anche in vantaggio, con il resto del mondo, ma sapendo che questa sfida si supera o si perde tutti insieme".

CULTURA DIFFUSA - "Va fatta crescere con l'educazione una cultura diffusa - ha osservato Parolini -; chi lavora, ma anche i nostri studenti, ha bisogno di una visione culturale, di una formazione, di nuove competenze, di una attivita' educativa che metta al centro la persona. Su questo ci deve essere un obiettivo operativo, che ha una ricaduta pratica ma anche un valore generale: se la nostra economia e' fatta di tante imprese piccole, che ci hanno fatto diventare quello che siamo, allora non val la pena stravolgere un tessuto economico che invece va valorizzato sino in fondo".

AUTONOMIA E TERRITORI SI CONSOLIDINO INSIEME - "L'autonomia dell'impresa e dei territori si salva, si consolida, lavorando insieme, per valorizzare quella dimensione che la piccola impresa da sola non puo' avere - ha detto Parolini -. Associazioni datoriali, economiche, aggregazioni come quella che allestisce questo grande Salone hanno un ruolo fondamentale. Regione Lombardia e' presente, ascolta queste realta', vuole essere la voce del suo territorio, anche nei confronti del Governo centrale". "In lei confidiamo, - ha concluso Parolini, rivolgendosi al presidente della Repubblica - sapendo che potremo guardare a un periodo in cui sia possibile nella concordia sociale politica ed economica costruire un futuro migliore per noi e i nostri figli".
"Siamo di fronte a una eccellenza italiana, del 'made in Italy', ma possiamo affermare con orgoglio anche del 'made in Lombardy'. I poli del legno nella nostra regione sono per tradizione e innovazione quelli che attraggono la produzione mondiale". Lo ha detto l'assessore regionale all'Istruzione, Formazione e lavoro Valentina Aprea, a margine dell'inaugurazione del Salone del Mobile in fiera a Rho Pero, avvenuta alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

DA SETTEMBRE IL PRIMO POLO FORMATIVO DEL LEGNO - "Sono fiera di aver costruito con il presidente Maroni e Regione Lombardia il primo Polo formativo del legno, - ha osservato Aprea -, una struttura che sara' inaugurata il prossimo settembre, interamente costruita in legno, per ospitare la prima filiera professionalizzante degli operatori del comparto, con qualifiche di primo e secondo livello, ma anche tecnici e supertecnici del legno. Da quest'anno, in piu', ci sara' anche un percorso per operatori edili del legno, aspetto fortemente innovativo, da cui ci aspettiamo molto in termini di iscrizioni nonche' di esiti occupazionali". Le costruzioni in legno, ha sottolineato l'assessore, "hanno una nuova attrattiva, per la garanzia di sicurezza che offrono, oltre alla qualita' ambientale intrinseca del materiale, l'unico che puo' essere riutilizzato anche dopo decenni".

DA NOI SCUOLA-BOTTEGA E' REALTA - "Ci sono interi settori dedicati alla formazione professionale dell'artigianato evoluto - ha ricordato l'assessore -, da noi la scuola bottega e' una realta', i nostri centri di istruzione e formazione professionale, brianzoli e lombardi, hanno una grande offerta educativa nell'avviamento ai mestieri tradizionali, e con le tecnologie stanno vivendo una nuova stagione rispetto alla produzione e ai nuovi mercati".

FAR CONOSCERE LE FILIERE DELLA TRADIZIONE E DEL LAVORO - "Siamo qui a rappresentare una regione che ha fortemente investito nelle relazioni, nell'export ma anche soprattutto nella formazione professionale degli operatori del legno - ha detto in conclusione Aprea -. Regione Lombardia ha formato per i mestieri legati al made in Italy, quindi anche al design e alle materie prime; vanta il piu' alto numero di apprendisti inseriti nel mercato del lavoro attraverso le politiche regionali. Bisogna investire e far conoscere ai giovani queste filiere che hanno una grande tradizione e sono state riscoperte insieme al made in Italy, alle altre bellezze, dalla moda alla ristorazione all'automotive. Siamo certi che questa e' la strada giusta per mantenere quella grandezza che contraddistingue Regione Lombardia, riconosciuta a livello europeo, ma anche globale".

Redazione

print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Dopo il risultato elettorale, secondo voi, chi sarà il prossimo Premier?

Matteo Salvini
Luigi Di Maio
Non so

Tutti i sondaggi

banner


Agenda
DLMMGVS
          20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19

Eventi del giorno


Segnala un evento
banner