Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO: Sabato 19 Agosto 2017, ORE 11:30 - PROVERBIO: Per san Rocco la rondine fa fagotto.
UPDATED ON: Saturday  19 August 2017,  13:30 Mecca time - 10:30 GMT -
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 12/04/2017 alle 17:55:13 in Tecnologia

LOMBARDIA. CYBER RISK IN SANITA', DEL GOBBO: PROPORREMO NOI INIZIATIVA PER LA PROTEZIONE DEI DATI



Lo ha annunciato l'assessore regionale all'Universita', Ricerca ed Innovazione, Luca Del Gobbo, durante il 1° convegno nazionale sul Cyber Risk in sanita'


(mi-lorenteggio.com) Milano, 12 aprile 2017 - "Visto che da Roma tardano ad arrivare proposte in questo senso, ci faremo noi promotori di un'iniziativa sulla cyber security con un occhio particolare al tema della sanita'". Lo ha annunciato l'assessore regionale all'Universita', Ricerca ed Innovazione, Luca Del Gobbo, durante il 1° convegno nazionale sul Cyber Risk in sanita'.

DISPONIBILE 1 MILIARDO DI DATI - "La Lombardia gia' oggi dispone di oltre 1 miliardo di dati - ha spiegato Del Gobbo - ed e' quindi quanto mai necessario non solo usarli bene affinche' possano incidere concretamente e positivamente sulla vita dei cittadini, ma anche proteggerli e custodirli. Vogliamo essere all'avanguardia rispetto alla loro valorizzazione, garantendo inviolabilita' e protezione da una parte, e stabilendo dall'altra un nuovo patto tra l'Amministrazione e il cittadino, che offra un'innovativa fruibilita' dei dati e aumenti la qualita' dei servizi offerti e la loro sostenibilita' nel tempo".

LA VIA LOMBARDA - In questo percorso, gia' a luglio dell'anno passato, la Regione ha attivato un Tavolo sulla sicurezza informatica cui partecipano i rappresentanti del mondo delle aziende, dell'universita' e della ricerca, insieme a professionisti che si occupano di Security a livello internazionale, quali ad esempio esponenti del Consolato Generale degli Stati Uniti.

ALTO NUMERO DI TECNOLOGIE - L'Italia e' il Paese che ha sviluppato un alto numero di tecnologie basate sui sistemi di crittografia che permettono l'inviolabilita' e la confidenzialita' dei dati trattati. L'Europa, invece, ha la piu' stringente regolamentazione a livello mondiale sulla privacy, di recente aggiornata dopo un lungo processo legislativo. Il General Data Protection Regulation - la piu' significativa revisione delle leggi sulla privacy dei dati in Europa in venti anni - avra' un profondo impatto su tutte le aziende tecnologiche, e in particolare su quelle della Silicon Valley che offrono servizi on-line in Europa.

AVVIATO INTERVENTO GOVERNANCE DEI DATI - "Abbiamo quindi avviato un deciso e concreto intervento di governance in materia di cyber security - ha concluso Del Gobbo - attraverso politiche che assicurino l'inviolabilita' delle informazioni e offrano forme protette di fruibilita' dei dati. La strada sara' sempre la stessa: non caleremo dall'alto decisioni e scelte, ma le costruiremo insieme proprio come abbiamo fatto per la Legge 29 attraverso la piattaforma 'Open Innovation".

Redazione

print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Voi vi fidate di più della Merkel o di Trump?

Merkel
Trump
Di nessuno dei due

Tutti i sondaggi

banner


Agenda
DLMMGVS
            19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 01 02
03 04 05 06 07 08 09
10 11 12 13 14 15 16
17            

Eventi del giorno
Nessun evento

Segnala un evento
banner