Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Lunedì 18 Giugno 2018, ORE 23:00 -  PROVERBIO: Giugno ciliegie a pugno..
UPDATED ON: Tuesday  19 June  2018,  01:00  Mecca time  22:00 GMT
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 02/12/2017 alle 15:58:48 in Sport

LA PARTITA CON PAPA’: in contemporanea nel carcere di Bollate, Milano e Opera



... e sul territorio nazionale a favore dei diritti dei bambini figli di genitori detenuti


img


(mi-lorenteggio.com) Milano, 2 dicembre 2017 - Il 5 dicembre 2017, per il terzo anno consecutivo, ritorna La partita con papà, la giornata di calcio dei papà detenuti coi loro figli, negli istituti penitenziari italiani. 

La partita si giocherà in contemporanea nelle tre carceri milanesi di Opera, San Vittore e Bollate, e sul  territorio nazionale, aprendo alla comunità  e alla stampa l’intero circuito penitenziario cittadino, per raccontare il carcere in modo diverso e mettere in luce il tema dei bambini figli di detenuti.

Organizzata da Bambinisenzasbarre con il sostegno del Ministero di Giustizia-Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, un’iniziativa unica in Europa, per sensibilizzare le istituzioni, i media e l’opinione pubblica sulla situazione dei 100 mila bambini in Italia (2.1 milioni in Europa) che vivono la separazione dal proprio genitore detenuto offrendo loro un momento speciale d’incontro.

Il contesto milanese è particolarmente significativo perché sono proprio le carceri milanesi, città dove nasce Bambinisenzasbarre, la base di partenza della progettualità dell’Associazione e costituiscono un osservatorio permanente sull’applicazione del Protocollo-Carta dei figli di genitori detenuti da parte del sistema penitenziario.

Testimonial dell’evento sarà Regina Baresi, capitano dell’ASD Inter femminile, che arbitrerà la partita nel carcere di Bollate. “Sono molto felice di poter contribuire a far passare momenti di serenità a questi bambini che affrontano quotidianamente una situazione particolare. – afferma la capitana neroazzurra. “Il gioco del calcio e la passione per il pallone hanno la forza di unire e sarà una cosa bellissima per loro poter condividere questo sport e quindi passare del tempo con il proprio papà”. 

“La partita con papà” si inserisce nella Campagna “Dona un abbraccio”, che pone l’attenzione sulla necessità di preservare il legame con il genitore, fondamentale per la crescita del bambino e per la sua stabilità emotiva. “Un legame che si fonda sugli aspetti affettivi della relazione che vengono salvaguardati. Il padre in carcere continua ad amare il figlio e viceversa.” Afferma Lia Sacerdote, presidente dell’associazione. “Il mantenimento del legame tra il genitore e il figlio, durante la detenzione, svolge un’importante funzione preventiva rispetto a fenomeni di devianza giovanile, abbandono scolastico, illegalità, più frequenti in presenza di un’interruzione del rapporto genitori figli”.

La campagna “Dona un abbraccio” supera i pregiudizi di cui sono spesso vittime questi bambini, che si trovano a pagare per un crimine che non hanno commesso, perché troppo spesso stigmatizzati ed emarginati, e per ricordare che il figlio di genitori detenuti è innanzitutto un bambino con i suoi bisogni e i suoi diritti.

Proprio su questo si impegna da 15 anni l’Associazione Bambinisenzasbarre Onlus che ha firmato il Protocollo-Carta dei diritti dei Figli di genitori detenuti – la prima in Europa nel suo genere, col Ministro di Giustizia e la Garante nazionale dell’Infanzia e dell’adolescenza – che riconosce formalmente i diritti di questi bambini, in particolare il diritto alla continuità del legame affettivo con il proprio genitore in attuazione dell’art. 9 della Convenzione ONU.

In linea con la Carta dei Diritti, Bambinisenzasbarre, per un processo di trasformazione degli istituti penitenziari, ha realizzato lo Spazio Giallo all’interno delle carceri, ambienti protetti di attenzione e ascolto per i bambini che entrano ogni giorno a incontrare il papà o la mamma detenuti. Grazie agli Spazi Gialli Bambinisenzasbarre intende attenuare l’impatto del bambino con il carcere e, contemporaneamente, garantire la continuità del rapporto affettivo con il genitore.

Attualmente gli Spazi Gialli sono presenti negli istituti di Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte, Toscana e Campania, ma l’obiettivo dell’Associazione è di dotare ogni carcere italiano del proprio Spazio Giallo. Per questo, i fondi raccolti dalla Campagna “Dona un abbraccio” verranno destinati alla realizzazione di nuovi Spazi Gialli nelle carceri italiane, al fine di garantire a tutti i 100 mila bambini che fanno visita al genitore un luogo fatto su misura per loro.

 

Data martedì 5 dicembre

Orari delle partite (da confermare):

San Vittore ore: 10.30; Bollate ore: 11.30; Opera: ore 14.30.


Redazione


print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Dopo il risultato elettorale, secondo voi, chi sarà il prossimo Premier?

Matteo Salvini
Luigi Di Maio
Non so

Tutti i sondaggi

banner


Agenda
DLMMGVS
    19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
01 02 03 04 05 06 07
08 09 10 11 12 13 14
15 16 17 18      

Eventi del giorno
Nessun evento

Segnala un evento
banner