Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Venerdì 20 Aprile 2018, ORE 15:00 - PROVERBIO:   April, apriletto, un dì freddo un dì caldetto.
UPDATED ON: Friday 20 April 2018,  17:00 Mecca time  14:00 GMT
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 28/12/2017 alle 15:00:25 in Economia

Saldi invernali: ecco quando cominciano in Lombardia e in tutta Italia



Date e informazioni


img


(mi-lorenteggio.com) Milano, 28 dicembre 2017 - Da settimana prossima in tutta Italia inizieranno i saldi, di seguito le date per regione.

Abruzzo: 5 gennaio - 5 marzo;
Basilicata: 2 gennaio - 1 marzo
Calabria: 5 gennaio - 28 febbraio;
Campania: 5 gennaio - 2 aprile;
Emilia Romagna: 5 gennaio - 5 marzo;
Friuli Venezia Giulia: 5 gennaio - 31 marzo;
Lazio: 5 gennaio - 8 febbraio;
Liguria: 5 gennaio - 18 febbraio;
Lombardia: 5 gennaio - 5 marzo;
Marche: 5 gennaio - 1 marzo;
Molise: 5 gennaio - 5 marzo;
Piemonte: 5 gennaio - 28 febbraio;
Puglia: 5 gennaio - 28 febbraio;
Sardegna: 5 gennaio - 5 marzo;
Sicilia: 6 gennaio - 15 marzo
Toscana: 5 gennaio - 5 marzo;
Umbria: 5 gennaio - 5 marzo;
Veneto: 5 gennaio - 31 marzo
Valle d'Aosta: 3 gennaio - 31 marzo

I saldi sono disciplinati da Regione Lombardia con specifici obblighi (definiti da Delibere Regionali). La d.g.r. 14 dicembre 2011, n. IX/2667 stabilisce di fissare come date di inizio:  - per i saldi invernali, il primo giorno feriale antecedente l'Epifania di ogni anno;  - per i saldi estivi, il primo sabato del mese di luglio la durata massima del periodo dei saldi è di sessanta giorni. Per l'anno 2018, i saldi invernali avranno inizio il giorno venerdì 5 gennaio.
L’operatore commerciale ha l’obbligo di fornire informazioni veritiere in merito agli sconti praticati sia nelle comunicazioni pubblicitarie (che, anche graficamente, non devono essere presentate in modo ingannevole per il consumatore) sia nelle indicazioni dei prezzi nei locali di vendita. Non può inoltre indicare prezzi ulteriori e diversi e deve essere in grado di dimostrare agli organi di controllo la veridicità delle informazioni relative al prodotto. I prodotti in saldo devono essere separati da quelli eventualmente posti in vendita a prezzo normale (se ciò non è possibile, cartelli o altri mezzi devono fornire al consumatore informazioni inequivocabili e non ingannevoli). Se il prodotto risulta difettoso, il consumatore può richiedere la sostituzione dell’articolo stesso o il rimborso del prezzo pagato dietro presentazione dello scontrino, che occorre quindi conservare.

Redazione

print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Dopo il risultato elettorale, secondo voi, chi sarà il prossimo Premier?

Matteo Salvini
Luigi Di Maio
Non so

Tutti i sondaggi

banner


Agenda
DLMMGVS
          20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19

Eventi del giorno


Segnala un evento
banner