Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Lunedì 21 Maggio 2018, ORE 21:50 -  PROVERBIO: Né di Maggio né di maggione, non ti levare il pelliccione.
UPDATED ON: Monday 21 May  2018,  23:50 Mecca time  20:50 GMT
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 09/02/2018 alle 14:36:56 in Politica

Lissone. Emergenza abitativa: Bandi prorogati fino al 31 dicembre 2018



Le modalità


(mi-lorenteggio.com) Lissone, 9 febbraio 2018 - Sostegno per le famiglie nel mantenimento della casa in affitto in casi di morosità incolpevole per inquilini sottoposti a procedura di sfratto e interventi per favorire il canone concordato favorendo la stipula di contratti a canone inferiore di quello di mercato.

Il Comune di Lissone ha prorogato sino al 31 dicembre 2018 i bandi regionali sull’«Emergenza abitativa», con cui si disciplinerà l’erogazione di contributi a sostegno degli inquilini in difficoltà con il pagamento dell’affitto.

Il “Bando per l’attuazione degli interventi volti al contenimento dell’emergenza abitativa” ha come obiettivo quello di favorire la stipula di contratti a canone inferiore a quello di mercato tramite incentivi economici ai proprietari e copertura parziale della morosità dell’inquilino o aiuto nell’apertura di un nuovo contratto. L’accesso è riservato alle famiglie residenti a Lissone da almeno un anno con un ISEE inferiore a € 40.000,00.

Il “Bando per l’attuazione degli interventi volti al contenimento dell’emergenza abitativa  - morosità incolpevole per inquilini sottoposti a procedura di sfratto” vuole invece rappresentare un aiuto per le famiglie in affitto sottoposte a sfratto per morosità a causa della riduzione delle entrate economiche. Il contributo, fino a € 12.000 a famiglia, potrà servire a coprire il debito maturato, a posticipare lo sfratto o ad aprire un nuovo contratto. L’accesso è riservato alle famiglie residenti a Lissone da almeno un anno con un ISEE inferiore a € 26.000,00, con requisiti specifici di ammissione rispetto all’incolpevolezza (Perdita del lavoro per licenziamento/riduzione dell’orario di lavoro/ Cassa integrazione ordinaria o straordinaria/Mancato rinnovo di contratto a termine o di lavoro atipico Cessazione di attività libero-professionale o di impresa / Malattia grave o infortunio/ Decesso di un componente della famiglia).

Per gli stessi bandi, da giugno a dicembre 2017, in merito all’incentivo al canone concordato, sono stati impegnati circa 34.000 euro, di cui ne sono già stati liquidati quasi 15.000. Presso il Comune sono pervenute 8 domande, di cui 5 sono state valutate come idonee e 3 ancora in fase di verifica cui seguirà eventuale liquidazione.

Per la morosità incolpevole, a fronte di circa 92.000 euro impegnati dall’Amministrazione Comunale, ne sono stati liquidati soltanto 8.000 in virtù della sola domanda presentata.

Nel 2017 sono inoltre stati riaperti i termini del  «Bando per l’attuazione degli interventi sperimentali volti al contenimento dell’emergenza abitativa e azioni volte al sostegno del mantenimento dell’abitazione in locazione” per favorire accordo con contributo per morosità ridotta. Il bando, aperto in prima battuta dal 7 novembre al 7 dicembre  2016 e riaperto dal 9 gennaio all’8 febbraio 2017, ha erogato contributi per sostenere inquilini con morosità nel pagamento dell’affitto a un totale di 23 famiglie, per una cifra complessiva di  € 24.140.

Sono altresì stati stanziati fondi per € 18.364 nel 2017 e € 11.710 nel 2018 con il bando per il «Reperimento alloggi sul libero mercato da destinare all’emergenza abitativa». I fondi sono stati destinati alla sottoscrizione di contratti di affitto tra il Comune di Lissone e i proprietari  di quattro appartamenti, nei quali sono attualmente ospitate famiglie in emergenza abitativa per un massimo di 12 mesi. I fondi regionali destinati a tale misura sono attualmente esauriti.

 


print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Dopo il risultato elettorale, secondo voi, chi sarà il prossimo Premier?

Matteo Salvini
Luigi Di Maio
Non so

Tutti i sondaggi

banner


Agenda
DLMMGVS
  21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 01 02
03 04 05 06 07 08 09
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19        

Eventi del giorno
Nessun evento

Segnala un evento
banner