Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Lunedì 21 Maggio 2018, ORE 21:50 -  PROVERBIO: Né di Maggio né di maggione, non ti levare il pelliccione.
UPDATED ON: Monday 21 May  2018,  23:50 Mecca time  20:50 GMT
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 12/02/2018 alle 16:26:22 in Sport

LOMBARDIA. SPORT IL 30 MARZO SCADE IL BANDO DA 1,6 MLN DI REGIONE E FONDAZIONE CARIPLO



OBIETTIVO: SUPERARE DISAGIO E PROMUOVERE BENESSERE PSICO FISICO


(mi-lorenteggio.com) Milano, 12 febbraio 2018 -  C'e' tempo fino a venerdi' 30 marzo per le organizzazioni non profit con finalita' formative e/o socio-educative e le realta' sportive del territorio, per partecipare al bando da 1,6 milioni di euro di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo per valorizzare la partecipazione ad attivita' sportive di minori e giovani. Lo sport come strumento di crescita oltre che come facilitatore di inclusione e integrazione. Lo sport strumento di prevenzione del disagio sociale giovanile, diffusione di una cultura della non violenza, elemento essenziale di corretti stili di vita. Lo sport per il rispetto degli altri e delle regole, autodisciplina, abitudine alla fatica e all'impegno, cooperazione all'interno della squadra, accettazione della sconfitta, capacita' di gestire le difficolta' e i problemi. Lo sport, inoltre, per superare le differenze, siano esse linguistiche, religiose, culturali, sociali e creare contesti in cui puo' essere favorito il dialogo e l'accoglienza.

IL BANDO - Il bando, con scadenza il prossimo 30 marzo, mette a disposizione 1,6 milioni di euro a sostegno di progetti che avvicinino bambini e adolescenti alla pratica sportiva e contrastino il fenomeno del drop out sportivo nell'ambito di un percorso formativo-educativo finalizzato alla loro crescita personale e all'adozione di stili di vita attivi permanenti attraverso la diffusione della cultura del movimento e dello sport o promuovano lo sport come strumento di inclusione e integrazione sociale, di superamento del disagio e di promozione del benessere psico-fisico personale. Target dell'intervento sono bambini e giovani di eta' compresa tra i 6 e i 19 anni e bambini e giovani con disabilita' di eta' compresa tra i 6 e i 25 anni.

OBIETTIVI - L'obiettivo del bando e' la promozione e la valorizzazione della pratica sportiva tra bambini e giovani attraverso il supporto di interventi sviluppati all'interno di una collaborazione tra le organizzazioni che si occupano di formazione ed educazione e le realta' sportive del territorio. Si intende sostenere sul territorio lombardo la realizzazione di progetti che siano in grado, da un lato di ricomprendere a pieno titolo lo sport nei percorsi di crescita e, dall'altro, di massimizzare le capacita' dello sport di veicolare contenuti educativi.

DESTINATARI - Gli interventi dovranno essere rivolti a: bambini e giovani di eta' compresa tra i 6 e i 19 anni (laddove il progetto preveda il coinvolgimento delle scuole del secondo ciclo e di giovani frequentanti percorsi di istruzione e formazione professionale della Regione Lombardia, potranno beneficiare degli interventi anche studenti di eta' superiore); bambini e giovani con disabilita' di eta' compresa tra i 6 e i 25 anni. Lo sport e' considerato un elemento centrale nella crescita delle persone, sia perche' rappresenta un fattore di prevenzione e promozione del benessere psico-fisico e un elemento essenziale di corretti stili di vita, sia perche' contribuisce a sperimentare in modo diretto valori ritenuti importanti soprattutto nelle fasi di sviluppo dei bambini e dei ragazzi: rispetto degli altri e delle regole, autodisciplina, abitudine alla fatica e all'impegno, cooperazione all'interno della squadra, accettazione della sconfitta, capacita' di gestire le difficolta' e i problemi. Lo sport, inoltre, permette di superare le differenze, siano esse linguistiche, religiose, culturali, sociali e di creare contesti in cui puo' essere favorito il dialogo e l'accoglienza.

MODALITA' DI PARTECIPAZIONE - Le richieste di contributo dovranno essere presentate da un partenariato minimo di due soggetti, con sede legale o operativa in Lombardia, composti da almeno un'organizzazione non profit in rappresentanza del mondo sportivo e un ente pubblico o un'organizzazione privata non profit che abbia finalita' formative e/o socio-educative. Nelle passate due edizioni del bando sono stati sostenuti 82 progetti per complessivi 3,6 milioni di euro.

Redazione

print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Dopo il risultato elettorale, secondo voi, chi sarà il prossimo Premier?

Matteo Salvini
Luigi Di Maio
Non so

Tutti i sondaggi

banner


Agenda
DLMMGVS
  21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 01 02
03 04 05 06 07 08 09
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19        

Eventi del giorno
Nessun evento

Segnala un evento
banner