banner



Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Domenica 24 Giugno 2018, ORE 12:15 - PROVERBIO: Giugno la falce in pugno.
UPDATED ON: Sunday  24 June  2018,  14:15 Mecca time  11:15 GMT
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 06/03/2018 alle 15:36:20 in Salute

Ozono terapia, cerchiamo di capirci qualcosa in più



Questo gas ha diverse proprietà


img


Milano, 6 marzo 2018 - Qualcuno di voi potrebbe aver sentito parlare dell’ozono terapia. Una pratica medica sempre più diffusa in Italia e nel mondo, ma ancora sconosciuta al grande pubblico nonostante tale tecnica – riconosciuta dal Ministero della salute – trovi ormai applicazione in un numero sempre crescente di discipline mediche. Vediamo di capirci qualcosa di più con questa breve guida sull’ozono in ambito medicale.

Ozono, cos’è e a cosa serve?

L’ozono è un gas ed è uno degli elementi principali della vita sulla terra, perché protegge il globo dai raggi ultravioletti. Tale gas ha diverse proprietà: una è quella di legarsi rapidamente ai componenti con cui entra in contatto, causando la morte dei batteri. Per questa sua specificità, fin dal 1.800, medici e scienziati ne hanno studiato l’applicazione nel campo della salute, in particolare, ma - secondo quanto riferisce il quotidiano on line BsNews.it - anche nel settore agricolo, industriale e domestico dove l’ozono è sempre più utilizzato – con profitto e soddisfazione – anche a causa dei bassi costi di produzione e gestione e dell’assenza di “effetti collaterali” se utilizzato nelle giuste forme e dosaggi.

Ozono terapia, cosa cura?

Il primo utilizzo dell’ozono in ambito medicale è stato per disinfettare sale operatorie e strumenti di lavoro dei dottori. Ma successivamente si è scoperto che le sue proprietà potevano trovare applicazione nella cura di molte patologie. L’azione specifica di tale gas, infatti – secondo quanto riferiscono diversi studi pubblicati anche su PubMed - è diversa: anti-infiammatoria, anti-edemigena, anti-dolorifica, disidratante del nucleo polposo, riattivante della circolazione, rigenerante dei tessuti, cicatrizzante, anti-batterica, anti-virale e anti-micotica.

Ciò significa, che – a dosaggi molto bassi – l’ozono è un valido aiutante per curare dolori e infiammazioni di qualsiasi genere, ma anche per ossigenare il sangue, curare le ernie, far sparire le infezioni dell’apparato genitale femminile. Non solo: l’ozono terapia è utile anche contro herpes, allergie, acne, gastriti, sinusiti, atonie muscolari, cellulite, osteoporosi e via dicendo. L’elenco completo delle patologie che si possono curare è disponibile nella principale risorsa italiana sull'ozono terapia: il sito Ozono-Terapia.org.

Insomma: parliamo di una pratica molto utile a donne, anziani, sportivi e pazienti di qualsiasi genere. Una tecnica – la cui applicazione principale sono le iniezioni localizzate – che presenta numerosi vantaggi rispetto a quelle mediche tradizionali. Nel caso dell’ernia, ad esempio, può essere un valido sostituto di farmaci e operazioni chirurgiche invasive, sostanzialmente senza contro indicazioni (se non nei casi di donne in gravidanza, cardiopatici, emopatici, pazienti con malattie respiratorie). La premessa, però, è che l’ozono terapia deve essere praticata da un medico. Altrimenti si rischia di mettere a repentaglio la propria salute e di vanificare gli effetti positivi della terapia.

Una curiosità: le società scientifiche sono tre

L’ozono terapia, stando alla legge, è una pratica medica che può essere praticata soltanto da medici chirurghi iscritti a una società scientifica. Le principali società scientifiche italiane, secondo quanto riferisce SaluteNotizie.it, sono tre e hanno sede in tre diversi luoghi d’Italia. Si tratta della Sioot, Nuova Fio e dell’Airo: a queste fanno riferimento tutti gli operatori italiani che praticano questa innovativa pratica.



L. M.


(aggiornato il 7 marzo alle 15.00)


print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Dopo il risultato elettorale, secondo voi, chi sarà il prossimo Premier?

Matteo Salvini
Luigi Di Maio
Non so

Tutti i sondaggi

banner


Agenda
DLMMGVS
24 25 26 27 28 29 30
01 02 03 04 05 06 07
08 09 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23          

Eventi del giorno


Segnala un evento
banner


banner