Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO: Martedì 19 Settembre  2017, ORE 15:50 - PROVERBIO: Aria settembrina fresco la sera e  la mattina.
UPDATED ON: Tuesday 19 September 2017, 17:50 Mecca time - 14:50 GMT -
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 27/10/2010 alle 14:20:00 in Attualità

Anche i volontari della Protezione Civile di Binasco all'Oktober Test



Obiettivo dell'esercitazine:  testare la capacità di intervento e la sua efficacia in caso di disastro, ogni anno vengono ideati vari scenari nei quali i gruppi mettono in campo le loro specifiche competenze

di Valeria Acquarone



img
Un esercitazione della Protezione Civile nel corso dell'Oktober Test (immagine d'archivio)


(mi-lorenteggio.com) Binasco, 27 ottobre 2010  - Da non confondere con la più famosa “Oktober fest”, cui è accomunata solo dalla stagione, “l’Oktober test”, giunta alla sua undicesima edizione, ha visto come di consueto riuniti Protezione Civile, gruppi di primo soccorso, pattuglie di polizia locale e unità cinofile del Sud Milano per un’esercitazione di tre giorni patrocinata dal Dipartimento nazionale della Protezione civile, dalla Regione Lombardia, dalla Provincia di Milano e dal Comitato coordinamento dei volontari, con la partecipazione di oltre 400 persone.
Allo scopo di testare la capacità di intervento e la sua efficacia in caso di disastro, ogni anno vengono ideati vari scenari nei quali i gruppi mettono in campo le loro specifiche competenze. In particolare quest’anno si voleva, oltre all’efficienza dei volontari, testare l’efficacia della catena di comando.

Ben 5 gli scenari scaturiti dall’accurata preparazione dai coordinatori: un incidente sulla vigevanese, con sversamento di prodotti chimici, incendi alla “Sacra famiglia” di Cesano Boscone, con conseguente evacuazione dell’Istituto, la caduta di un aereo sul Ticino, in prossimità di Abbiategrasso, con la ricerca dei dispersi, esplosioni nell’area dell’ex Omar a Lacchiarella con il recupero di morti e feriti ( ovviamente cavie!), la decontaminazione e la finale messa in sicurezza, e per concludere un allarme bombe al Forum di Assago, dal quale sono stati allontanati i presenti.

Questi avvenimenti si sono succeduti in vari momenti, alcuni sono stati notturni, altri addirittura in concomitanza tra di loro, e hanno solitamente raggiunto pienamente gli obiettivi proposti.

I volontari di Binasco, una decina in tutto, hanno partecipato in particolare all’esercitazione di Lacchiarella, svoltasi nel pomeriggio di sabato. Ma il loro lavoro era iniziato già venerdì, alle prime luci dell’alba, con l’allestimento del campo alla Cascina Agnella di Motta Visconti (altri 2 campi erano ad Abbiategrasso, Cascina Enrichetta, e a Besate, Cascina Cantarana). Sempre di venerdì si sono poi tenuti corsi per interventi idrogeologici , di “orientering” e sull’uso delle motoseghe.
Il coro di “orientering” ha visto i volontari binaschini “abbandonati” in aperta campagna con il compito di ritornare alla base con l’ausilio della bussola e delle carte topografiche. Pur essendo per lo più originari della zona, si sono stupiti della vastità del territorio su cui viviamo, e che solitamente conosciamo solo per quel che ne vediamo dalle vie di comunicazione.
Le 2 notti passate in tenda hanno rinsaldato i legami di cameratismo e di collaborazione sia all’interno del gruppo sia tra i vari gruppi, ponendo le basi per un’azione sinergica e costruttiva in caso di necessità.
Fortunatamente la bassa milanese non è a rischio idrogeologico o sismico come altre regioni: da noi il pericolo maggiore è dato da incidenti chimici, sia a seguito di un incidente stradale, sia per un danno in un’azienda, e i nostri volontari, pur esperti anche in altri settori ( ricordiamo che ben 6 binaschini della Protezione Civile hanno prestato la loro opera in Abruzzo) hanno per queste problematiche una particolare attenzione.

Ricordare le presenze significative a questa kermesse rischierebbe di far torto a qualcuno, per cui ci limitiamo a segnalare la gradita presenza del presidente del consiglio regionale Davide Boni e dell’ assessore regionale La Russa, anche se il nostro sentito grazie va a tutti gli anonimi, generosi, sconosciuti volontari, che dedicano da anni tempo, energia, professionalità per farci vivere un po’ più sicuri.


Valeria Acquarone


print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Voi vi fidate di più della Merkel o di Trump?

Merkel
Trump
Di nessuno dei due

Tutti i sondaggi

banner

banner

banner