clicca per tornare alla pagina iniziale

Scrivici Contattaci
Pubblicità
Meteo
BENVENUTO 
Adv

 

LOCAL DIRECTORIES

Aeroporti
Fiera 
Hotels
Istituzioni
Provincia
Regione
Associazioni
Borsa
Cinema
Diocesi
Scuole
Lavoro
Biblioteche
Shopping
Teatri
Cucina
Lotto
Moda
Search
Edicola
Discopub
Trasporti
Sports
Salute

Foto& Video

 ABOUT US

MAPPE

FORUM

 WEBCAM
ANNUNCI
Adv

   
NEWS PER COMUNE
 

 

 

E-MARKETING
 

 

 

 
 
 
Tutta l'area di Milano ovest online
Aggiornato il 13 luglio 2006 h. 01.27 C.E.T.

Ticket d’ingresso? No a balzelli per chi abita in provincia

 

Trezzano sul Naviglio (10 luglio 2006) – “Lo smog non conosce confini. Se si vogliono tassare i veicoli che più inquinano per potenziare il trasporto pubblico e le misure antismog, vanno evitate tentazioni demagogiche a senso unico, che discriminano cittadini ‘colpevoli’ di risiedere fuori Milano”: il sindaco di Trezzano sul Naviglio, Liana Scundi respinge al mittente la proposta di applicare un ticket per entrare nel capoluogo lombardo. 

“Mi sembra – prosegue Scundi – si voglia far passare un balzello per i non residenti a Milano come un provvedimento antismog. Non è accettabile che Letizia Moratti finanzi la riduzione delle imposte locali ricavando nuove entrate dai residenti dei Comuni vicini”.

Un provvedimento, secondo il primo cittadino trezzanese, che va valutato con attenzione, agendo “coerentemente con il progetto di Città metropolitana, come futuro livello istituzionale e con una dimensione efficace per affrontare i diversi problemi”.

Il sindaco di Trezzano mette in evidenza la carenza di mezzi pubblici adeguati e la conseguente necessità di utilizzare il mezzo privato. “Le scorciatoie non esistono – insiste Liana Scundi – perché non c’è ticket che possa impedire di usare l’auto a chi non ha alternative valide e praticabili. Nessuno si diverte a stare in coda a Milano per essere preda dell’aria inquinata, delle facili multe, del gratta e sosta, dei costi record del carburante. Chi lo fa è in evidente stato di necessità ed è il primo a chiedere rimedi. La risposta è il ticket? Forse, se si vuole fare cassa per ridurre l’Ici ai milanesi della città a scapito di quelli della provincia”.

Liana Scundi prende quindi le difese dei cittadini della provincia: “Se Milano vuole difendersi dall’inquinamento, il problema non sono i milanesi dell’hinterland; vorrei, infatti, ricordare che i flussi di traffico documentano un notevole numero di auto che escono da Milano giornalmente e percorrono la provincia”.

C’è una soluzione? Il potenziamento dei mezzi pubblici, “uniformando il costo del biglietto extraurbano a quello cittadino”. Un’idea però che è sul piatto da diverso tempo e che ha visto come sostenitori altri sindaci del sud Milano, come quello di Corsico, Sergio Graffeo e di Opera, Alessandro Ramazzotti che in diverse occasioni hanno sottolineato all’Amministrazione di Palazzo Marino la necessità di mettere in pratica i progetti dell’Agenzia milanese per la mobilità.

“Per il sud ovest milanese – conclude Scundi - è evidente che la  realizzazione della metropolitana di superficie sulla linea ferroviaria Milano/Mortara toglie più macchine dalle Vigevanesi di qualsivoglia ticket. Comuni e Provincia possono agire efficacemente solo se adottano una medesima strategia senza l’illusione che la soluzione sia a spese dell’altro”.

 


LINKS CORRELATI E APPROFONDIMENTI:

 


 GALLERIE

la foto del giorno

 MULTIMEDIA

I video del mese 
ANNUNCI CERCO OFFRO
INDEX ANNUNCI
•  Auto, camper
Varie
•  Antiquariato
•  Immobiliari
Computer, video e telefonia
Personali
INSERISCI
•  Regolamento e privacy
 
 

www.mi-lorenteggio.com -  Tang.O (Tangenziale Ovest Online) - Pensiero Globale, Realtà Locale
Testata  registrata presso il Tribunale di Milano n° 200 del 20 marzo 2006
Iscrizione Registro Operatori di Comunicazione: R.O.C. n° 13848 del 29/03/2006
Direttore Responsabile: Vittorio Aggio
Redazione e luogo di stampa: Via Dante, 17 - 20090 CESANO BOSCONE (MI) - Italy
 Per raggiungerci: satellitare  Lat.: 45°44'754'' North  - Long.  9°.09'277'' East - Alt.: 126 s.l.m
PER CONTATTARE LA REDAZIONE E PER INFORMAZIONI, CLICCA QUI 
Editore: Vittorio Aggio Communications - Copyright © 1999 -2006