clicca per tornare alla pagina iniziale

Scrivici Contattaci
Pubblicità
Meteo
BENVENUTO 
Adv

 

LOCAL DIRECTORIES

Aeroporti
Fiera 
Hotels
Istituzioni
Provincia
Regione
Associazioni
Borsa
Cinema
Diocesi
Scuole
Lavoro
Biblioteche
Shopping
Teatri
Cucina
Lotto
Moda
Search
Edicola
Discopub
Trasporti
Sports
Salute

Foto& Video

 ABOUT US

MAPPE

FORUM

 WEBCAM
ANNUNCI
Adv

   
NEWS PER COMUNE
 

 

 

E-MARKETING
 

 

 

 
 
 
Tutta l'area di Milano ovest online
  Aggiornato il 4 OTTOBRE 2006 h. 16.27

LA MARATONA 06 NON PIU' NEL SUD OVEST MILANO: IL PERCORSO SOLO NELLA CITY
VIVI LA FESTA DI SAMSUNG MILANO CITY MARATHON

               EDIZIONE 2006: RISULTATI - FOTO -CURIOSITA' 


MILANO SI AFFIDA ALL’AFRICA PER DIVENTARE LA PIU’ VELOCE D’ITALIA
Domenica 8 ottobre con l’aiuto del campione olimpico Stefano Baldini, che effettuerà un test di 25 km, i keniani Barus e Cherono puntano
al record della corsa. Tra le donne sfida Etiopia-Kenya: Kimutai vs. Tafa

 
Un motore africano con un propulsore azzurro. Una metafora automobilistica per una Samsung Milano City Marathon che punta a diventare la maratona più veloce d’Italia.Per farlo la 42,195 km in programma domenica 8 ottobre (partenza ore 9.20 da Corso Venezia) si affida ad alcuni tra i migliori specialisti di Kenya ed Etiopia e al campione olimpico ed europeo Stefano Baldini.
Agli atleti africani il compito di arrivare sino al traguardo in piazza Duomo a tempo di record, mentre Baldini sarà al loro fianco per 25 km, effettuando un test agonistico in vista della New York City Marathon.
 
Per i keniani Benson Barus e Benson Cherono, due tra i più seri candidati alla vittoria finale, sarà importante la presenza di Baldini sino a oltre metà gara. Grazie all’azzurro e alle “lepri” verrà mantenuta alta l’andatura, garantendo un ritmo senza  strappi intorno a 3’02”-3’03” al km.
Obiettivo chiudere sotto le 2h08’38”, il record della Samsung Milano City Marathon che coincide con il miglior tempo realizzato in Italia quest’anno, alla maratona di Roma. Un crono possibile per il 22enne Benson Cherono, che lo scorso 19 marzo ha vinto a Los Angeles in 2h08’40”, e per Benson Barus (26 anni) che, pur essendo al suo debutto sui 42,195 km, quest’anno a Rotterdam ha corso la mezza maratona in 1h00’17”.
Nutrito il drappello di atleti etiopi in gara (quattro), con in evidenza Araya Haregot che in questa stagione vanta già un terzo posto a Seoul in 2h11’56”.
 
La sfida Kenya-Etiopia sarà ancora più accesa nella prova femminile, dove Hellen Kimutai (Ken) torna a Milano dopo il successo ottenuto nel 2005 (in 2h28’48”). Tra lei e un possibile bis proverà a frapporsi Assale Tafa, etiope 22enne, che nel 2005 è giunta terza a Berlino in 2h28’27”. Attenzione poi ad altre due keniane: la debuttante Fridah Lodepa e Anne Kosgei, esperta delle corse italiane con due secondi posti all’attivo in classiche come Venezia (2h30’09” nel 2002) e Carpi (2h33’43” nel 2003).
  
ISCRIZIONI APERTE FINO A SABATO
Le iscrizioni alla Samsung Milano City Marathon sono ancora aperte: ci si può registrare (alla quota di 45 euro) presso il Marathon Village in piazza Duomo nelle giornate di venerdì e sabato.
 
MARATHON VILLAGE: IL CUORE DELLA MARATONA IN PIAZZA DUOMO
Aprirà i battenti venerdì alle ore 10 in piazza Duomo il Marathon Village lo spazio espositivo in cui ci si potrà iscrivere alla Samsung Milano City Marathon, alla Vivi Milano Family Walking e al MCMiglio. Venerdì e sabato il Marathon Village rimarrà aperto dalle 10 alle 20, domenica dalle 8.30 alle 17.
 
SABATO IL “PROLOGO” CON IL MIGLIO 
Sarà una novità assoluta per Milano: una corsa in notturna (competitiva e non) di un miglio, 1.609 metri. La prova si svolgerà sabato sera in corso Buenos Aires (partenza ore 20 – angolo via Casati) e, grazie alla collaborazione con Ascobaires e Unione del Commercio, ci saranno negozi aperti, animazione e musica lungo il percorso.
 
VIVI MILANO FAMILY WALKING
Per chi non è pronto per i 42,195 km, ma non vuole rinunciare al fascino della maratona, c’è  la Vivi Milano Family Walking, una prova non competitiva di 3 km (partenza ore 10 da piazza Argentina) che ripercorre il tratto conclusivo della Samsung Milano City Marathon. La quota d’iscrizione è di 3 euro (gratis per i minori di 11 anni). Al via ci sarà anche Povia, il vincitore dell’ultimo festival di Sanremo.


 
PROGRAMMA EDIZIONE 2006


VENERDI 6 OTTOBRE
 
ore 10: inaugurazione Marathon Village in piazza Duomo
Il Marathon Village, uno spazio espositivo mai così ricco negli spazi (800 mq) e nelle opportunità (saranno più di venti gli stand espositivi), verrà inaugurato venerdì 6 ottobre alle 10 e per tre giorni offrirà momenti di svago e animazione anche a chi di maratona non ha mai sentito parlare. Qui avverrà la distribuzione dei pettorali e dei sacchi gara di Samsung Milano City Marathon e ci si potrà iscrivere alla Vivi Milano Family Walking e al MCMiglio. Venerdì e sabato il Marathon Village rimarrà aperto dalle 10 alle 20, domenica dalle 8,30 alle 17.
 
 
SABATO 7 OTTOBRE
 
ore 18: Pasta Party firmato Barilla
Sabato 7 ottobre in Piazza degli Affari appuntamento con una festa che per i maratoneti è diventata una piacevole abitudine: il pasta party per fare il pieno di carboidrati in vista del considerevole impegno con i 42,195 km del giorno successivo. A servire gustosissime specialità ci penserà Barilla con la sua attrezzatissima Unità Chef. I maratoneti troveranno il buono valido per il pasta party all’interno della sacca gara.
 
ore 20: corso Buenos Aires in festa con il Miglio
Novità assoluta per Milano, quest’anno una gara sul miglio, denominata MCMIGLIO, precederà, la sera di sabato 7 ottobre, Samsung Milano City Marathon 06. La prova, sulla distanza di 1.609,34 metri, vedrà il ritrovo in piazza Oberdan (Porta Venezia) e la partenza in corso Buenos Aires (angolo via Casati) dove avrà luogo anche l’arrivo. Il via sarà dato alle 20.
Organizzata da RCS Sport in collaborazione con l’Atletica Ambrosiana e il GP Tiremm Innanz, MCMIGLIO è una corsa di velocità (anche non competitiva) aperta a tutte le categorie Fidal, Enti di promozione sportiva e atleti liberi in possesso di certificato medico per la pratica agonistica.
I negozi di corso Buenos Aires saranno aperti e in collaborazione con Ascobaires e Unione del Commercio verranno organizzate attività di animazione, intrattenimento, musica e spettacolo per adulti e bambini.
 
DOMENICA 8 OTTOBRE
 
ore 7-8,30: Ritrovo partecipanti Samsung Milano City Marathon e apertura depositi borse indumenti personali e spogliatoi in piazza degli Affari

ore 8,30-9: Apertura settori di partenza in corso Venezia
 
ore 9,15: Partenza maratona disabili corso Venezia
ore 9,20: Partenza Samsung Milano City Marathon 06
Si corre sulla classica distanza (certificata Aims) di 42,195 chilometri con partenza in corso Buenos Aires e traguardo in piazza Duomo. Il nuovo tracciato favorisce il risultato tecnico: nessun saliscendi a spezzare il ritmo degli atleti, soprattutto impatto ridottissimo con la pavimentazione più ostica presente solo nel chilometro conclusivo di gara. Tutto questo renderà, ancora una volta, Samsung Milano City Marathon fra le prove più veloci al mondo. Al via anche il campione olimpico ed europeo Stefano Baldini che effettuerà un test sulla distanza della mezza maratona in vista della partecipazione alla maratona di New York. Stefano Baldini sarà inoltre il primo testimonial di“Correndo sotto un cielo europeo”, la staffetta promossa dall’ufficio di Milano del Parlamento Europeo che ha coinvolto 24 studenti in rappresentanza dei pasi dell’Unione Europea. Si alterneranno il testimone fino al traguardo che sarà tagliato dall’onorevole Mario Mauro, vice-presidente del Parlamento Europeo. L’edizione 2006 di Samsung Milano City Marathon è "gemellata" con la Campagna del Millennio delle Nazioni Unite – “No excuse 2015” - a sostegno dei Millennium Development Goals. Gli otto obiettivi saranno illustrati in altrettanti punti del tracciato, connotati da un totem, presso il quale si riceverà materiale informativo e si potrà sottoscrivere la petizione per aderire alla lotta contro la povertà, in presenza di un testimonial dell’Onu. Ci saranno: l’attrice Lella Costa, Gianni Ippoliti, i due conduttori della trasmissione Caterpillar di Radio 2 Filippo Solibello e Massimo Cirri, l’inviata del TG3 Giovanna Botteri e il grande campione di basket Dino Meneghin.

Baldini a Strasburgo promuove "Correndo sotto un cielo europeo"(Foto su gentile concessione EUROPEAN PARLIAMENT)



ore 10: Partenza Family Walking
Passeggiata in centro sulla distanza di 3 km promossa Vivi Milano, il supplemento settimanale del Corriere della Sera. La prova, aperta a tutti (uomini e donne senza limiti d’età, singoli o famiglie, bambini e nonni in ordine sparso) prevede una piccola quota d’iscrizione (3 euro) per garantire la copertura assicurativa dei partecipanti. L’iscrizione per chi non ha ancora compiuto gli 11 anni è gratuita. “Vivi Milano Family Walking”, ripercorre esattamente il tratto conclusivo di Samsung Milano City Marathon 06 lungo la “direttissima” (con semicurva per affrontare Corso Vittorio Emanuele e l’arrivo) che va da Piazza Argentina a Piazza Duomo.
I minorenni devono essere accompagnati da un adulto. Sono ammessi pattini e passeggini. Non sono ammesse le biciclette e altri mezzi di trasporto. E’ possibile iscriversi venerdì 6 e sabato 7 ottobre presso il Marathon Village di Piazza Duomo oppure domenica 8 ottobre entro le 9,45 alla tenda Asics in Piazza Argentina. All’atto dell’iscrizione verrà consegnata la pettorina da indossare durante la manifestazione. Anche la Family Walking sostiene la Campagna del Millennio delle Nazioni Unite. Testimonial in partenza e a passeggio per Milano insieme a grandi e piccini sarà Povia, vincitore dell’ultimo festival di Sanremo.
 
ore 12: Premiazioni Samsung Milano City Marathon e Family Walking


ore 17: Chiusura manifestazione e Marathon Village 

Milano City Marathon 06, ecco il nuovo percorso

La misurazione ufficiale ha avuto luogo domenica per quasi 10 ore. Il tracciato si snoda senza uscire dalla cerchia urbana. Partenza e arrivo identici rispetto all’ultima edizione, mentre – come già annunciato – cambia la data: si corre domenica 8 ottobre.
 
 
Tra l’alba di i e le 16 dello scorso 9 luglio, quindi per quasi 10 ore, ha avuto luogo a Milano un preliminare indispensabile nell’ottica delle regole che sovrintendono alle maratone nel mondo: si è infatti provveduto alla misurazione del nuovo tracciato di Milano City Marathon 06 e alla sua certificazione, ad opera del francese Jean-Marie Grall, delegato ufficiale dell’AIMS (Association of International Marathons and Road Race), l’associazione che per conto della IAAF (la federazione internazionale) garantisce i 42 km e 195 metri di gara, in funzione degli eventuali primati sulla distanza. Pur in presenza di una tolleranza di un metro al chilometro, quindi di 42 metri, la maratona ieri è stata valuta al ... centimetro.
 
Lo staff che fa capo a Giovanni Cassano, il tecnico che per conto di Milano City Marathon ha predisposto (e precedentemente misurato) il nuovo tracciato, unitamente ai rappresentanti della Polizia Municipale di Milano e dell’Azienda Trasporti Milanesi (ATM), ha lavorato con passione assistendo monsieur Grall che ha provveduto alle misurazioni, tutte minuziose e complicate. Il controllo, iniziato alle 5.20 del mattino, prevedeva la taratura del dispositivo di misurazione montato sul mozzo della ruota anteriore di speciali biciclette (FRW modello Monterey) munite di pneumatici slick per ridurre l’attrito con l’asfalto, messe a disposizione del gruppo di lavoro da Freewheeling.
 
Per i cambiamenti di condizioni atmosferiche e di pressione delle gomme ogni ora monsieur Grall e lo staff sono stati costretti a tornare alla base (in viale Abruzzi, con un rettilineo di 500 metri) per ritarare il dispositivo. In partenza e in arrivo, alla mezza maratona e ogni 5 chilometri, il misuratore AIMS ha apposto sul terreno un “segnalino” con inciso il chilometro e la sigla MCM06.
 
Il nuovo tracciato di Milano City Marathon prevede il via in corso Venezia, poco lontano da San Babila. Da lì in piazza della Repubblica e in viale Tunisia per poi imboccare Corso Buenos Aires e ritrovare Porta Venezia. Indi viale Majno e la circonvallazione interna (toccando in sequenza tutte le porte di Milano) per raggiungere Corso Sempione. Di lì a destra in via Canova, poi intorno al Parco Sempione e al Castello Sforzesco per transitare davanti all’Arena Civica e rientrare da via Melzi d’Eril in Corso Sempione. L’arteria napoleonica si percorre sino a via Poliziano, indi a destra in via Cenisio, il Cimitero Monumentale, la stazione di Porta Garibaldi, viale Tunisia e di nuovo in Corso Buenos Aires verso Loreto. Si gira a destra in via Stradivari, poi si procede sino a piazza Piola per poi percorrere tutti i viali della circonvallazione esterna (Campania, Piceno, Molise) sino a piazza Bologna. Poi Piazza Bonomelli, via Quaranta, Piazzale Agrippa, Piazzale Abbiategrasso e il Naviglio Pavese a destra sino a Viale Tibaldi. Da lì si affronta tutta la circovallazione mediana sino a viale Abruzzi da dove si svolta in Corso Buenos Aires per la direttissima verso il Duomo, luogo d'arrivo.
 
Il rinnovato percorso – destinato a permanere invariato per molte edizioni a venire - mantiene le caratteristiche tecniche che da sempre connotano Milano City Marathon: un tracciato piatto e scorrevole (non ci sono pavimentazioni sgradite ai maratoneti) utile a garantire ad ogni atleta la migliore prestazione. “Migliora il tuo tempo”, non a caso, è l’augurio che gli organizzatori del Consorzio Milano Marathon (lo compongono Rcs Sport e Rosa & Associati) insieme a La Gazzetta dello Sport (patrocinatrice dell’evento) formulano a tutti i partecipanti per il prossimo 8 ottobre, data del grande appuntamento della città con la sua maratona.
 
Tutte le info e le modalità d’iscrizione alla Milano City Marathon sono reperibili sul sito internet della manifestazione: www.milanocitymarathon.it. Le quote vanno dai 40 euro (per chi aderisce entro il 31 luglio), ai 45 (dal 1 agosto al 24 settembre), fino ai 60 (dal 25 settembre al 2 ottobre). Alle maratonete Milano riserva un trattamento speciale, per tutte le donne la quota d’iscrizione è infatti fissata a 25 euro.

ARCHIVIO 2005

LA MARATONA DI MILANO: VINCE ORNALES
La parte del percorso nel sud Milano rende la gara imprevedibile e accattivante


Milano 12 dicembre 2005 - Le  condizioni climatiche a seguito della nevicate dei giorni precedenti, la nebbia e il freddo hanno reso molto dura e difficile la gara, soprattutto, per i favoriti keniani, abituati a correre in climi decisamente più miti. Dopo una partenza nel centro città  con tempo soleggiato, il passaggio dei maratoneti  nelle campagne e nei centri urbani del sud milano è stato caratterizzato dalla nebbia e da una temperatura in alcuni tratti anche sotto lo zero. Fatto questo che cambiato i ritmi della gara, condizionando non solo i veloci keniani, ma, anche la performance di molti atleti, forse non più memori delle difficoltà,  dovute al clima tipico della campagna lombarda e del sud Milano, come scritto negli annali della maratona di Cesano Boscone. 

Così, inaspettatamente il 31enne portoghese, Helder Ornales si aggiudica l'edizione 2005 della Sansung Milano City Marathon. Al secondo posto si è classificato il Keniano Paul Kiprop Kirui con tempo 2.11.28; al terzo posto un italiano, il trentino Giuliano Battocletti del Team Cover Mapei, che ha tagliato il traguardo con 2.11.58.

Helder Ornelas, il vincitore, al suo arrivo dopo 2.09.59



Tra le donne il pronostico è stato rispettato  con la keniana Kimutai, che ha fatto rapidamente il vuoto e ha chiuso con 5’ e 4” sulla messicana Angelica Sanchez, ottima prova la sua, e la neozelandese Rebecca Moore.


L'arrivo della keniana Kimutai



Per quanto riguarda la categoria disabili, la tripletta gialloverde del Team Handbike-Shimano della Pol.Ha Varese  si è aggiudicata l'intero podio terminando la corsa dopo meno di 1h30': Marco Re Calegari e Paolo Cecchetto, rispettivamente primo e secondo, sono arrivati in volata, divisi da un solo secondo; terzo si è invece piazzato Ivan Ghironzi.

Vittorio Aggio foto e testo

RISULTATI – UOMINI 

 1. Helder Ornelas (Por) 2.09.59; 2. Paul Kiprop Kirui (Ken) 2.11.28; 3. Giuliano Battocletti (Cover Mapei) 2.11.58; 4. Michael Rotich (Ken) 2.14.31; 5. Antonio Sousa (Por) 2.14.42; 6. Paulo Gomes (Por) 2.16.03; 7. Ribag Saaid (Mar) 2.16.26; 8. Medaska Bedade (Eth) 2.16.39; 9. Frederick Cherono (Ken) 2.17.52; 10. Albert Matebor 2.18.05;

RISULTATI DONNE

 1. Hellen Kimutai (Ken) 2.28.48; 2. Angelica Sanchez (Mex) 2.33.52; 3. Rebecca Moore (NZL) 2.36.31; 4. Banuelia Mrashan (Eth) 2.38.50; 5. Merima Demboba (Eth) 2.43.43; 6. Delecha Bekele (Eth) 2.46.55; 7. Dorota Ustianowska (Pol) 2.47.33; 8. Anna Von Shcenck (Swe) 2.48.00; 9. Anna Binasi (Gre) 2.49.50; 10. Tiziana Morra (Ita) 2.52.55; 

RISULTATI DISABILI 

 1. Marco Re Callegari (Polha Varese) 1.28.14; Paolo Cecchetto (Polha Varese) 1.28.15; 3. Ivan Ghironzi (Polha Varese) 1.38.12.

FOTOGALLERY

 

 

Stefano Baldini, medaglia d'Oro alle Olimpiadi 2004 di Atene alla partenza

La partenza

Il 42° chilometro in p.zza Duomo

La premiazione con le autorità

L'arrivo degli atleti

Gianni Morandi al suo arrivo



02 dicembre  2005 h. 18.47

Domenica con 5.407 al via è di scena Samsung Milano City Marathon 05
MILANO RISERVA DI CACCIA PER I KENIANI
Daniel Cheribo tenta il bis dello scorso anno, con Rotich e Cherono in opposizione. Come outsider si candida Kiprop. Le nostre speranze affidate a Giuliano Battocletti. Tra le donne si profila un duello tra la keniana Kimutai e l’etiope Denboba, una debuttante di lusso
 

 
Molta prossima, nei numeri, all’edizione record - nel 2001 gli iscritti furono 5.600, quest’anno sono 5.407, peraltro con notevole incremento di maratoneti stranieri (11% del totale) e di donne (15% del totale) - Samsung Milano City Marathon 05 si appresta a celebrare, domenica 4 dicembre, il suo appuntamento con la città e le sue propaggini a sud di Milano. I maratoneti hanno mostrano di gradire il nuovo corso, in particolare il nuovo tracciato, molto scorrevole, sul quale molti si aspettano di realizzare il primato personale.
Il percorso di domenica è notevolmente snellito rispetto alle edizioni precedenti, non si avvita più in Milano, affronta anche l’hinterland (i territori di Rozzano, Assago e Buccinasco) e la riduzione del tempo limite (da 7 a 6 ore) agevolerà le attese degli automobilisti in una giornata, quella di domenica, non riservata ai soli pedoni, frettolosi e non. Corrono anche i disabili, quest’anno, in numero limitato (26), ma l’intenzione è di andare oltre, nelle edizioni a venire.
A livello tecnico, Samsung Milano City Marathon annota illustri presenze straniere, tutte di colore, senza confronti utili con i nostri migliori atleti. Stefano Baldini vive Milano nel ruolo di ambasciatore, gareggerà per beneficenza e per accompagnare la Family Walking, la gara non competitiva per tutti sui 3 chilometri (gli ultimi della maratona) che da quest’anno asseconda il nuovo corso. Degli italiani, dopo il forfait di Migidio Bourifa (febbre) è in gara quel talento inespresso che è Giuliano Battocletti, un fondista che ha il torto di seguire tutte le andature, sino a rimanere, troppo spesso, senza benzina. Bello sarebbe che domenica Milano consacrasse il nuovo modo di gareggiare, e perciò di essere, di Battocletti.
Abbondano invece i talenti di colore, quasi tutti keniani, con Mike Rotich che potrebbe dare la zampata (dopo il secondo posto nel 2002 in volata a Milano, la vittoria a Parigi nel 2003 e il secondo posto a Rotterdam nel 2004) e Japeth Kosgei atteso a una seconda o terza giovinezza. Ma i riflettori sono soprattutto puntati sul vincitore dello scorso anno, Daniel Cheribo, che dovrà guardarsi dal connazionale Simon Kiprop, debuttante in maratona ma già efficace quest’anno come “lepre” (coloro che scandiscono il ritmo dei migliori sino a divenire, a loro volta, i migliori) sia a Praga sia a Rotterdam.

In foto Daniel Cheribo mentre riceve la pettorina 


Tra le donne il duello si presume fra la keniana Kimujtai e l’etiope Denboba, anch’essa al debutto in maratona, ma con credenziali di prim’ordine.
Come accennato, si corre anche la non competitiva: la Family Walking voluta da ViviMilano, il supplemento del Corriere della Sera: una passeggiata di 3 km nel cuore di Milano, la cui iscrizione, effettuabile anche domenica mattina, costa 2 euro a partecipante (di cui 1 devoluto a Telethon, per la ricerca). Partenza alle 10.15, tempo limite un’ora.
Sempre a favore di Telethon andranno i proventi delle iscrizioni, in ragione di 2 euro a partecipante, di cui 1 euro garantito dagli organizzatori e 1 euro da parte di Grattatel, uno dei partner della gara.
Con Samsung nel ruolo di Title Sponsor, questi gli altri marchi commerciali che si affiancano alla maratona: Grattatel (main sponsor), Asics (sponsor tecnico), Kia Motors (auto ufficiale). Fornitori ufficiali sono Enervit, Ozone, Kodak EasyShare, Mapei, Rosaria, Ascobaires, Ventura, Atm, Autogrill, Gestetner Printers, Spazio Fitzcarraldo, Daniel. I media partner sono Radio Dee Jay, City e ViviMilano.
Samsung Milano City Marathon sarà trasmessa in tv da Rai Tre (diretta dalle 9.15 a mezzogiorno).
 

I MIGLIORI ATLETI AL VIA DOMENICA
Di seguito l’elenco dei migliori atleti, in base al pettorale assegnato. Seguono nome, cognome, nazionalità e primato personale sulla maratona o sulla distanza dimezzata. Alcuni atleti, pur valenti, hanno al momento delle prestazioni solo in mezza maratona (h.m).
 
Uomini
1 Mike Rotich (Ken, 2.06.33);
2 Japeth Kosgei (Ken, 2.07.09);
3 Daniel Cheribo       (Ken, 2.08.37);
4 Medeksa Bedada (Eth, 2.12.10);
5 Paul Kirui (Ken, 2.14.04);
6 Frederick Cherono (Ken, 2.08.12);
7 Luis Freitas (Por, debuttante, h.m. in 1.03.48);
8 Helder Ornelas (Por, deb.1.03.24);
9 Paulo Gomes (Por, deb. 1.01.38);
10 Simon Kiprop (Ken, deb. 1.01.55);
11 Luke Metto (Ken, 2.10.47);
12 Benjamin Kiprotich (Ken, 2.10.43);
13 Solomon Rotich (Ken, 2.14.04);
14 Andreas Szakai (Swe, 2.12.34);
15 Festus Kioko (Ken, 2.14.08);
16 Hamam Lahrbi (Mar, 2.15.25);
17 Rachid Amour (Tun, 2.13.45) ;
19 Giuliano Battocletti (Ita, 2.16.59);
20 Tolossa Ambesse (Eth,2.08.45);
21 Said Ribag (Mar, debuttante,1.04.15);
 
Pace – maker
30 James Kwambai (Ken);
31 Robert Kipchumba (Ken);
32 William Chebon (Ken);       
33 Wilson Kiprotich (Ken)
 
Donne
1 Hellen Kimutai (Ken, 2.25.52);
2 Banuelia Mrashan (Tan, 2.24.59);
3 Restituta Joseph (Tan, debuttante);
4 Angelica Sanchez (Mex, 2.30.15);
5 Delelecha Bekele (Eth, 2.42.28);
6 Merima Denboba (Eth, 1.09.16);
7 Rebecca Moore (Nzl, 2.39.47);
8 Anna Von Scheck (Swe, 2.51.12);
9 Dorota Ustianowska (Pol, 2.38.00);
 
Gianni Morandi e Linus capeggiano la lista dei VIP
 
Gianni Morandi ama definirsi un fanatico della corsa. E con quattro maratone di New York nelle gambe può farlo a ragione. Quest’anno il cantante ha deciso di prolungare la stagione e dopo il 4’10”20 registrato a novembre nella Grande Mela domenica sarà al via della Samsung Milano City Marathon.
Al suo fianco ci saranno gli amici del Celeste Group: Stefano Soverini (anima e segretario del gruppo), Michele Ferrari (il regista bolognese di Centovetrine), Pino D’Amico (medico romano che segue Gianni Morandi), Beppe Rossetti (marito dell’ex primatista italiana Laura Fogli), il rumeno Joan Nicolae Stir e il medico Mahomoud Ismat.
Da un clan all’altro, ma sempre a ritmo di musica: attesissima è infatti la partecipazione di Linus che oramai ha fatto della corsa - e della maratona in particolare - una filosofia di vita. Con lui l’eclettico Aldo Rock e un gruppo di una ventina di podisti targati Radio Deejay.
Gianluca Genoni, 37 anni, primatista mondiale di apnea, preferirebbe figurare nella lista dei top runners anzichè in quella dei Vip: “significherebbe andare davvero forte - scherza il campione che domenica spera di scendere sotto le 3 ore – cimentarmi a Milano, la città che meglio conosco, è una scommessa troppo bella per non accenderla di speranza”.
Chiusa la parentesi professionistica non hanno mai smesso di praticare sport Mauro Baldi (ex pilota di formula 1) e Renato Villalta (ex azzurro di basket e storico capitano della Virtus) attratti dal nuovo tracciato della maratona meneghina.
Il lotto dei concorrenti Vip è inoltre arricchito da numerosi manager: Maurizio Dallocchio (Sda Bocconi), Egidio Maggioni (Sri), Massimo Borio (Citroen), Lorenzo Sassoli (Valsoia), Alberto Peruzzo (Alberto Peruzzo Editore), Simona e Dario Bollini (Expert). Tra le donne spicca Paola Tagliavini (Marsh) che si presenta al via vantando un personale di 3’18” mentre i giornalisti saranno rappresentati da Marco Liera  de Il Sole 24 ore.
Al termine della gara gli ospiti verranno affidati alle cure del San Babila Sport Club, l’esclusiva palestra di corso Venezia 2/a, che ha predisposto per loro una piacevole accoglienza.


“Milano city marathon” in musica
 
La tappa di Buccinasco della manifestazione sportiva, che sta catalizzando l’attenzione degli appassionati di tutto il mondo, sarà accompagnata dalla musica dei Dik Dik e dei mitici anni Sessanta

 
Buccinasco (28 novembre 2005) – Passerà anche da Buccinasco la “Milano city marathon”, che partirà dal capoluogo alle 9.20 di domenica 4 dicembre e, dopo il percorso regolamentare di 42,195 chilometri, arriverà in piazza Duomo. Ed è proprio a Buccinasco che il passaggio degli sportivi sarà accompagnato dalla musica dei Dik Dik, presenti per applaudire gli atleti che transiteranno vicino all’enorme pannello dedicato agli anni d’oro del disco in vinile. In particolare, verranno allestiti altoparlanti, che diffonderanno i brani più noti del periodo, e striscioni augurali.
“La competizione – spiega il Sindaco, Maurizio Carbonera – passerà vicino alla nostra ‘Via della musica’, un percorso che valorizza l’arte delle sette note, attraverso  la storia e i brani più famosi di alcuni suoi protagonisti. Poiché fra gli artisti vi sono anche i Dik Dik, conoscendo la loro passione per lo sport e in particolare per la disciplina della maratona, abbiamo chiesto loro di essere presenti e incoraggiare, insieme all’Amministrazione,  gli atleti, augurando anche buone feste”.
La Milano city marathon è, infatti, per Buccinasco un’opportunità importante.
“Per noi –spiega l’assessore allo sport, Pietro Gusmaroli- si tratta di un vero e proprio evento, che ci inserisce nel prestigioso circuito della grande Milano, insieme ad Assago e Rozzano. Cercheremo comunque di ridurre al minimo il disagio alla viabilità, soprattutto nelle zone direttamente coinvolte dalla manifestazione. Per le famiglie che abitano nell’area abbiamo predisposto un avviso con i dettagli”.
Dalle 9.30 alle 13 verrà chiuso al transito, solo nel senso verso Milano, il percorso Lomellina, piazza San Biagio, Greppi e Costituzione. Resteranno comunque operativi i varchi, con passaggio alternato, creati nelle vie Moro, Di Vittorio (all’angolo con piazza San Biagio) e Indipendenza.
La zona sarà presidiata dagli agenti di polizia locale.

 


LINKS CORRELATI E APPROFONDIMENTI:

WWW.MILANOCITYMARATHON.IT sito ufficiale della Maratona di Milano


 

 

 GALLERIE

la foto del giorno

 MULTIMEDIA

I video del mese 
ANNUNCI CERCO OFFRO
INDEX ANNUNCI
•  Auto, camper
Varie
•  Antiquariato
•  Immobiliari
Computer, video e telefonia
Personali
INSERISCI
•  Regolamento e privacy
 
 

www.mi-lorenteggio.com -  Tang.O (Tangenziale Ovest Online) - Pensiero Globale, Realtà Locale
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 200 del 20 marzo 2006
Iscrizione Registro Operatori di Comunicazione: R.O.C. n° 13848 del 29/03/2006
Direttore Responsabile: Vittorio Aggio
Redazione e luogo di stampa: Via Dante, 17 - 20090 CESANO BOSCONE (MI) - Italy
 Per raggiungerci: satellitare  Lat.: 45°44'754'' North  - Long.  9°.09'277'' East - Alt.: 126 s.l.m
PER CONTATTARE LA REDAZIONE E PER INFORMAZIONI, CLICCA QUI 
Editore: Vittorio Aggio Communications - Copyright © 1999 -2006