Ferretto (AN): Il governo lascia la Lombardia al Verde

    0
    352

    Milano 14 marzo 2007 – Secondo dati diffusi dall’ufficio studi della CGIA (Associazione Artigiani e Piccole Imprese) di Mestre, nel 2007, dopo i tagli del Governo, a Milano i finanziamenti statali saranno tagliati dell’8,1% – esordisce così Silvia Ferretto Clementi, consigliere regionale di AN. Ma non sarà solo Milano a farne le spese. Saranno infatti pesantemente penalizzati anche tutti gli altri capoluoghi lombardi (Sondrio -11,8%; Lecco -9,9%; Como -9,6%; Brescia -10,3%, Pavia -9% e Mantova -11,6%).

    Tutto normale, si potrà pensare. I tagli sono tagli. È vero, ma per le città lombarde i tagli sono stati mediamente molto più pesanti rispetto al resto d’Italia e, come al solito, per Veltroni, nonostante i tagli, i finanziamenti si trovano sempre e sono addirittura aumentati di ben l’11,6%.

    Dai dati – continua l’esponente regionale di AN – risulta evidente che, ancora una volta e contro lo stesso “interesse nazionale”, sono le amministrazioni più virtuose ad essere fortemente penalizzate, mentre viene premiato chi più si indebita.

    Una tendenza che viene purtroppo confermata anche dando un’occhiata ai trasferimenti procapite assegnati ai capoluoghi di provincia, che saranno per Milano poco più del 75% di quelli previsti per Roma e addirittura la metà di quelli previsti per Napoli, a chiara dimostrazione del fatto che, nella ripartizione dei finanziamenti le esigenze dei cittadini lombardi vengono scarsamente considerate.

    In Lombardia, e a Milano in particolare, c’è allarme sicurezza ed è evidente che la regione e le amministrazioni locali da sole non hanno né i mezzi, né le risorse, né tanto meno le competenze per potervi far fronte.

    Per questo – conclude Silvia Ferretto – nella mia mozione, si chiede al Governo, oltre che di tenere in maggiore considerazione il merito delle amministrazioni locali, di intervenire su questa emergenza, disponendo trasferimenti più ingenti per garantire la sicurezza urbana e, così come richiesto giustamente dal sindaco Letizia Moratti, incrementando le risorse umane e prevedendo leggi più severe, certe ed efficaci.

    Redazione

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui