23.5 C
Milano
giovedì, Ottobre 6, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Array

Bellagio e Almenno uniti per le squame

(mi-lorenteggio.com) Milano 03 aprile 2007 – Il prossimo 12 aprile a Bellagio, sulle sponde del lago di Como, si terrà la  cena di chiusura di un’interessante iniziativa che ha coinvolto per un mese  due ristoratori, Cristian Ponzini, cuoco-pescatore del ristorante "Silvio"  (Bellagio), e Mario Cornali, chef bergamasco del Ristorante Collina di  Almenno San Bartolomeo.
Ad unire i due è stato un menù a base di pesce d’acqua dolce, una risorsa  naturale, parte della cultura lombarda, spesso trascurata dalla rete  commerciale, orientata in genere verso quello di mare. Invece le statistiche sul pescato annuo diramate dall’Assessorato Turismo e Pesca della provincia di Como, che ha assicurato la propria presenza alla  cena conclusiva, accertano una lodevole controtendenza alla dissuetudine  verso il pesce di lago.
Infatti, nel decennio 1996-2006 il totale del pescato è passato da 145.774 a  211.268 chili, con raddoppio ed anche oltre di specie quali salmerino, persico, trota, luccio e coregone che, con kg 124.795 è di gran lunga la  preda più spesso incappata nelle reti dei pescatori. In rialzo la pesca di agone e pigo; stazionari od altalenanti quelle di bottatrice, cavedano e
tinca; assodato il calo per quanto riguarda le alborelle e le tinche,  compensato in parte dai 231 kg del lucioperga, rilevato nelle statistiche a partire dal 2005.
Pescato da Cristian Ponzini e servito per tutto il mese di marzo nel  ristorante di Mario Cornali, il pesce del lago di Como è più vivo e vegeto che mai e ritorna il 12 aprile sui tavoli di Bellagio, cucinato nel rispetto  della tradizione lariana. Infatti, anche lo stesso Stendhal ne  "La Chartreuse de Parme" ne è rimasto talmente affascinato da come viene pescato e cucinato, come si evince dal sito di bellagiosilvio.com: "Sul Lago di Como l’industriosità dei pescatori pone lenze galleggianti ad una grande distanza dalla riva. L’estremità superiore della corda è attaccata ad una doppia tavoletta di sughero, e un ramo di nocciolo assai flessibile, conficcato su tale tavoletta, sostiene un campanellino che risuona quando il pesce, preso all’amo, dà scosse alla lenza"

Redazione

Contatti: Albergo Ristorante Silvio – Via Carcano 12 (strada statale)
22021 Bellagio (Como) tel. 031 950322 – fax 031 950912

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,569FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -