WLan Businness Forum 2007: municipal wireless per un’Italia più competitiva

    0
    274

    Milano, 4 Aprile – Il tema è scottante. Roma e Milano, con oltre 1.400 partecipanti e 2.300 registrati, più di 60  aziende sponsor e 76 Keynotes Speaker nel 2006, hanno confermato Wlan Business Forum  (http://www.wirelessforum.it/go.php?ID=Wireless_WLAN_com.tematico1) l’evento leader del settore. E il 2007 –  19 Aprile presso il Crowne Plaza Hotel, Milano per l’appuntamento primaverile, e 26-27 Settembre al Marriott  Park Hotel di Roma per l’autunno – si preannuncia già un successo. L’Italia aspetta la rivoluzione della connettività sul territorio. Le PMI hanno una visione sempre più comune della  problematica. E si incontrano per capire, progettare, sviluppare. Il perché è evidente: WiFi e WiMAX, per molti  aspetti, darebbero una svolta all’economia italiana. Implementazione della banda larga vuol dire sviluppo e  modernità, e l’Italia è in oggettivo, assoluto ritardo rispetto agli altri Paesi industrializzati nella corsa alla  globalizzazione. La spinta tecnologica del resto d’Europa e d’oltreoceano è ancora un miraggio lontano.
    Eppure la soluzione c’è, e al Wlan se ne parla.
    Un’agenda di alto livello. La sessione introduttiva, dal titolo “WiMAX: prospettive del mercato alla luce  degli orientamenti normativi e di assegnazione delle frequenze”, vedrà gli interventi di Enzo Savarese,  Commissario – AGCOM, Marco Fiorentino, Presidente – AIIP, e Fulvio Sarzana, Avvocato – STUDIO LEGALE  SARZANA, per analizzare questo scenario in rapida evoluzione.
    Il Sistema Paese al vaglio. “L’uso della banda e le nuove tecnologie: i passi verso la Società  dell’Ubiquità” è il tema della tavola rotonda al centro della mattinata del 19 aprile. Animata da nomi di  incontrastato interesse: si confronteranno Sergio Antocicco dell’INTUG; Dario Di Zenobio, – FONDAZIONE  BORDONI; Stefano Festa – SOLVING INTERNATIONAL; Matteo Fici,– ASSOPROVIDER; Luciano Frasca –  INFRATEL; Emilio Frezza – CNIPA; Stefano Giordano – ISOC.
    Municipal Wireless, l’Italia si attiva. Se Seoul è la capitale del Wi-Fi, con ben 13.000 hotspot sul territorio,  presenti anche nelle metropolitane e nei treni, la situazione italiana è decisamente differente. Ma il futuro si  prospetta promettente. A Torino, l’obiettivo per il 2007 è quello di coprire le aree di maggiore interesse cittadino. A  Bologna, la copertura è assicurata, attualmente, per il centro storico e per la sempre vivace e affollata zona  universitaria. A Roma, il Comune e RomaWireless hanno coperto, fino ad ora, le ville storiche – come Villa Borghese – e i principali punti di interesse turistico. Anche al Sud, Catania emerge con la sua esperienza innovativa nel settore.
    E Milano non rimane a guardare. E’ stato presentato, in Giunta, il progetto Milano Wireless, per l’accesso alla
    società dell’informazione, migliori servizi ai cittadini e per lo sviluppo economico. Un progetto ambizioso, perché
    mira, tra l’altro, a sostenere la candidatura della città per l’Expo 2015.
    Il Municipal Wireless è la prospettiva che può cambiare in meglio la vita di piccoli e grandi agglomerati urbani. Una
    rivoluzione dalle ricadute pratiche che sanno di modernità e sviluppo effettivo. Cambia il concetto e la percezione
    delle distanze, ad esempio. Anche nelle aree dove lo sviluppo tecnologico non è arrivato, la forza lavoro giovanile
    potrebbe permettersi di non andare via, e di rimanere e contribuire alla modernizzazione. Gli scenari plausibili
    vedono l’affacciarsi, da parte della realtà imprenditoriale italiana, alla competizione globale. Tutto questo, grazie
    allo sviluppo di servizi ormai basilari, ma che in Italia hanno ancora costi elevati senza ragione: l’aumento
    potenzialmente infinito dell’offerta televisiva via Internet, ad esempio, o anche telefonare gratis – o quasi gratis – e
    in tutto il mondo col Voip. Ricerca, innovazione, modernità, posti di lavoro e molto altro.
    Ecco perché una delle novità di Wlan Business Forum 2007 saranno i Municipal Wireless Awards: un’iniziativa
    nata con l’obiettivo di far conoscere le più interessanti soluzioni adottate dalle amministrazioni locali
    nell’implementazione di progetti di reti wireless al servizio del cittadino e delle imprese. I "Municipal Wireless
    Award" saranno lanciati il 19 aprile e premiati in autunno a Roma, al Broadband Business Forum 2007
    (www.bbf2007.com).
    Community, punto di partenza. Il movimento parte dalle basi, dunque. E una community come FON può fare la
    differenza, partendo dall’istinto innovativo di chi la Rete la utilizza, e vuole poterla utilizzare. FON è la più grande
    Community WiFi nel mondo. I membri, semplicemente, condividono il proprio accesso Internet wireless di casa e,
    in cambio, si connettono gratuitamente WiFi ovunque trovino un Access Point di un altro Fonero – e cioè, un altro
    membro della Community. Un’idea semplice: perchè pagare l’accesso a Internet quando si è fuori casa se già a
    casa si paga? Chi fa parte della Community sfrutta il proprio collegamento più vantaggiosamente di altri,
    condividendolo. Se la rete non c’è, se non è il Comune a pensarci, l’internauta si scopre ormai in grado di trovare la
    risposta a prescindere dal supporto della Pubblica Amministrazione. Uno scenario di libertà che si colloca in un
    contesto incerto. La domanda, in Italia, è pregnante: l’assegnazione delle frequenze terrà conto delle esigenze
    delle aree soggette al divario digitale? Si arriverà finalmente all’accesso per tutti, ovunque, in banda larga? Tutto
    questo – ma non solo – sarà anche al centro dell’analisi dell’intervento, tra gli altri, di Stefano Vitta del FON,
    durante la sessione pomeridiana del convegno.
    Reti Mesh, dinamica opportunità. Creare una rete mesh – una rete a maglia, sostanzialmente – senza fili,
    caratterizzata da comunicazione multi-hop. Utilizzare prodotti basati sull’802.11n (MIMO). Sviluppare il Mobile
    WiMAX. L’analisi delle evoluzioni possibili di questi nuovi standard e prodotti, la possibilità della convergenza di
    diverse tecnologie, e molto altro ancora saranno protagonisti della sessione pomeridiana parallela moderata dal
    giornalista de Il Sole 24 Ore, Alessandro Longo. Con gli interventi, tra gli altri, di Giovanni Paltenghi – CEFRIEL,
    Giovanni Cancellieri – CENTRO SPERIMENTALE MARCONI.
    Per informazioni e aggiornamenti su Wlan Business Forum 2007 è disponibile il sito dell’evento alla pagina
    http://www.wirelessforum.it/go.php?ID=Wireless_WLAN_com.tematico1, dove è anche possibile registrarsi
    gratuitamente per la partecipazione, sino ad esaurimento posti.
    WIRELESS è il punto di riferimento italiano della filiera di operatori nel settore delle tecnologie ICT e multimedia.
    Wireless anticipa scenari e soluzioni, descrive esperienze e prodotti concreti, offre occasioni di dibattito, confronto,
    scambio commerciale e networking tra aziende, istituzioni e mercati, realizzando eventi, conferenze, convegni e
    seminari formativi (www.gowireless.it).

    Redazione + agenzie

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui