Magenta, inaugurano la nuova biblioteca e l’aula consigliare

    0
    337

    Magenta, 16 aprile 2007- Sono state inaugurate sabato scorso la nuova Biblioteca e la nuova Sala Consiliare comunale di Via Fornaroli a Magenta, due nuove opere consegnate alla città ed ai cittadini nella zona del centro storico. L´edificio che accoglie la nuova biblioteca e la nuova sala civica sorge infatti nell´area ex-Laminati plastici, dismessa dagli anni ´70 ed ora recuperata grazie alla sinergia pubblico-privato. Nel 2002 l´Amministrazione Del Gobbo ha infatti siglato l´accordo con un imprenditore privato per la riqualificazione dell´intera area tra le Vie Verdi e Fornaroli. Nella concertazione tra pubblico e privato, così come previsto dalla normativa regionale, l´Amministrazione ha chiesto, totalmente a spese del privato, la realizzazione di una nuova piazza, un parcheggio multipiano ed una nuova struttura comunale. Quest´ultima si innalza su due piani, al primo dei quali sono collocati l´ingresso della biblioteca e la sala consiliare, un vero e proprio centro congressi polivalente. La nuova biblioteca, a due piani, sorge su un´area di 1500 mq ed è dotata di nuovi sistemi che ne fanno un moderno spazio multimediale (con due postazioni multimediali dotate di televisori LCD da 15´´ che permettono di visionare vhs, dvd e cd materiale della biblioteca, due postazioni per la connessione internet gratuita e due postazioni per utilizzare l´ applicativo Office e realizzare documenti con la possibilità di stamparli e salvarli su diversi tipi di supporti) e con un avanzato sistema di prenotazione e di consultazione dei testi. Notevolmente più ampia rispetto alla sede precedente nella Villa Naj Oleari, presenta un´ampia sala lettura ed una disposizione del patrimonio librario più accessibile.
    Nella sua collocazione precedente, benché di pregio, la biblioteca comunale era infatti penalizzata da spazi troppo ridotti rispetto alle necessità. Ora, con una struttura molto più grande ed accogliente dotata di tutti i comfort per i tanti giovani di Magenta e del territorio (liceali e universitari soprattutto) che utilizzano la biblioteca anche come punto di ritrovo e di incontro, la nuova sede diventerà, per volontà della Amministrazione, un luogo di cultura, una realtà da cui partano anche iniziative e proposte culturali per la città e per tutto il territorio.
    La nuova Biblioteca comunale è stata intitolata ad Oriana Fallaci. Il Consiglio Comunale, nel mese di ottobre, ha infatti deciso di esprimere il proprio riconoscimento alla scrittrice fiorentina scomparsa lo scorso mese di settembre. "La scomparsa di Oriana Fallaci- ha spiegato il sindaco Luca Del Gobbo nel corso della cerimonia- è una grave perdita per l´Italia e la cultura internazionale: le sue parole hanno colpito le coscienze, fatto discutere, commuovere; attraverso i suoi libri, le interviste e gli articoli la Fallaci, scrittrice libera e non conformista che si è sempre confrontata con i cambiamenti, ha lasciato il segno spingendo tutti noi a fare i conti con posizioni culturali, talvolta scomode, che sono state però motivo di crescita per la nostra nazione".
    La nuova Sala Consiliare sostituisce quella sita in un´aula di Via Volta all´interno della palazzina del liceo classico "S. Quasimodo". Una collocazione, quella precedente, che non era più adatta ad accogliere la massima assise cittadina. Nella realizzazione della nuova aula civica, l´Amministrazione ha voluto offrire alla città un nuovo luogo di rappresentanza, spazioso e moderno, che possa ospitare convegni e seminari. Si tratta infatti di un Centro Congressi di circa 200 posti dotato delle più moderne tecnologie audio-video.
    Già dallo scorso mese di dicembre, sempre nell´area ex-Laminati, è invece aperto il parcheggio multipiano: trecento nuovi posti auto pubblici a disposizione dei cittadini in una collocazione strategica che rende facile l´accesso al centro cittadino.

    Redazione

     

     


     

    Magenta, 11 aprile 2007- Saranno inaugurate sabato 14 aprile alle ore 11 la nuova Biblioteca e la nuova Sala Consiliare comunale di Via Fornaroli a Magenta, due nuove opere consegnate alla città ed ai cittadini nella zona del centro storico. L’edificio che accoglie la nuova biblioteca e la nuova sala civica sorge infatti nell’area ex-Laminati plastici, dismessa dagli anni ’70 ed ora recuperata grazie alla sinergia pubblico-privato. Nel 2002 l’Amministrazione Del Gobbo ha infatti siglato l’accordo con un imprenditore privato per la riqualificazione dell’intera area tra le Vie Verdi e Fornaroli. Nella concertazione pubblico/privato, così come previsto dalla normativa regionale, l’Amministrazione ha chiesto, totalmente a spese del privato, la realizzazione di una nuova piazza, un parcheggio multipiano ed una nuova struttura comunale. Quest’ultima si innalza su due piani, al primo dei quali sono collocati l’ingresso della biblioteca e la sala consiliare, un vero e proprio centro congressi polivalente. La nuova biblioteca, a due piani, sorge su un’area di 1500 mq ed è dotata di nuovi sistemi che ne fanno un moderno spazio multimediale (con due postazioni multimediali dotate di televisori LCD da 15’’ che permettono di visionare vhs, dvd e cd materiale della biblioteca, due postazioni per la connessione internet gratuita e due postazioni per utilizzare l’ applicativo Office e realizzare documenti con la possibilità di stamparli e salvarli su diversi tipi di supporti), e con un avanzato sistema di prenotazione e di consultazione dei testi. Notevolmente più grande della sede precedente nella Villa Naj Oleari, presenta un’ampia sala lettura ed una disposizione del patrimonio librario più accessibile.
    Nella sua collocazione precedente, benché di pregio, la biblioteca comunale era infatti penalizzata da spazi troppo ridotti rispetto alle necessità. Ora, con una struttura molto più grande ed accogliente dotata di tutti i comfort per i tanti giovani di Magenta e del territorio (liceali e universitari soprattutto) che utilizzano la biblioteca anche come punto di ritrovo e di incontro, la nuova sede diventerà, per volontà della Amministrazione, un luogo di cultura, una realtà da cui partano anche iniziative e proposte culturali per la città e per tutto il territorio.
    La nuova Biblioteca comunale verrà intitolata ad Oriana Fallaci. Il Consiglio Comunale, nel mese di ottobre, ha infatti deciso di esprimere il proprio riconoscimento alla scrittrice fiorentina scomparsa lo scorso mese di settembre. “La scomparsa di Oriana Fallaci- spiega il sindaco Luca Del Gobbo motivando la decisione assunta dal Consiglio Comunale- è una grave perdita per l’Italia e la cultura internazionale: le sue parole hanno colpito le coscienze, fatto discutere, commuovere; attraverso i suoi libri, le interviste e gli articoli la Fallaci, scrittrice libera e non conformista che si è sempre confrontata con i cambiamenti, ha lasciato il segno spingendo tutti noi a fare i conti con posizioni culturali, talvolta scomode, che sono state però motivo di crescita per la nostra nazione ed il mondo occidentale”.
    La nuova Sala Consiliare sostituirà quella sita in un’aula di Via Volta all’interno della palazzina del liceo classico “S. Quasimodo”. Una collocazione, quella precedente, che non era più adatta ad accogliere la massima assise cittadina. Nella realizzazione della nuova aula civica, l’Amministrazione ha voluto offrire alla città un nuovo luogo di rappresentanza, spazioso e moderno, che possa ospitare convegni e seminari. Si tratta infatti di un Centro Congressi di circa 200 posti dotato delle più moderne tecnologie audio-video.
    Già dallo scorso mese di dicembre, sempre nell’area ex-Laminati, è invece aperto il parcheggio multipiano: trecento nuovi posti auto pubblici a disposizione dei cittadini in una collocazione strategica che rende facile l’accesso al centro cittadino.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui