23.5 C
Milano
giovedì, Ottobre 6, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Array

Festival del Ticino 2007

(mi-lorenteggio.com) 16 aprile 2007 –  Il Festival del Ticino 2007 terrà dal 20 aprile al 27 maggio la sua undicesima edizione: musica, teatro, danza, sperimentazione, ricerca, nei territori appartenenti al Parco del Ticino tra le province di Varese e Milano. In cartellone ci sono 38 spettacoli che propongono artisti di fama internazionale, ma, anche nuovi artisti e nuove produzioni,e ampio spazio ai più giovani. 

Le rassegne avranno inizio il 20 aprile  e  la manifestazione è oramai affermata nel panorama culturale del territorio tra le due province.

Sino al 27 maggio ben trentotto spettacoli andranno in scena negli otto comuni che vi aderiscono quest’anno: Vergiate, ente promotore, Sesto Calende, Arsago Seprio, Casorate Sempione, Cardano al Campo, Samarate e Taino – in provincia di Varese – e Bernate Ticino, in provincia di Milano.

Musica, teatro, danza, sperimentazione, ricerca: queste le parole chiave della manifestazione, che ha ottenuto il patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Varese e Parco del Ticino e il sostegno di Fondazione Cariplo, e le parole chiave assumono concretezza attraverso l’offerta di spettacoli sempre di alta qualità artistica ma di differenti tipologie, così da poter soddisfare ampie fasce di pubblico, con lo spazio offerto a giovani artisti e nuove produzioni, con attenta apertura al mondo giovanile e alle sue culture, favorendo lo scambio culturale tra artisti italiani e stranieri.

La direzione artistica del Festival del Ticino, affidata, anche per l’edizione 2007, a Eugenio De Mello per l’area teatro e danza e a Marco Ferrari per l’area musicale, propone un cartellone con spettacoli nei quali si esibiranno sia artisti di fama internazionale sia giovani artisti, e accanto a titoli consolidatissimi troviamo anche due “prime nazionali”, produzioni del Festival stesso; si assisterà a lavori ancora in via di perfezionamento, inseriti nella sezione “Lavori in corso”, che potranno qui avere l’opportunità di una prima verifica di pubblico, e ad una serie di spettacoli che, per i temi trattati o la leggerezza della forma con cui vengono rappresentati, si pongono l’obiettivo di avvicinare i più giovani allo spettacolo “dal vivo” quale fonte di emozioni e divertimento, mentre l’incontro con musicisti dell’Est europeo metterà in contatto musicalità e strumenti diversi alla ricerca di radici comuni su cui dialogare. 

Ecco dal cartellone alcuni appuntamenti:

innanzitutto le produzioni del festival, che saranno entrambe in prima nazionale: “Nouvelles Choréographies”, spettacolo di danza contemporanea di due giovani danzatrici/coreografe, Viola Ongaro e Eleonora Ariolfo, che attraverso una danza molto “fisica” comunicano le loro emozioni, inquietudini, sogni; e “East meets West :la musica classica e la musica zingara” in cui l’ensemble Salon de Musiques e la giovane pianista Irene Veneziano sviluppano un interessante lavoro di ricerca sugli incroci possibili tra musica colta e musica popolare.

Per l’area teatro e danza, segnaliamo “Annuscha” con Rosa Sironi, una pièce di teatro civile, finalista al Premio nazionale di teatro “Dante Cappelletti” il 25 aprile a Cardano al Campo, “Rita & Madame Jocaste”, cabaret grotesque della compagnia elvetica Buffpapier, “ Eros: un incontro poetico “ della Compagnia Dionisi, “Frio y fuego” : lavoro di teatro danza con Irina Casali e Roberto Lalli in prima assoluta domenica 20 maggio a Sesto Calende, e “Tango!”, in cui il Quinteto de Tango Invisible accompagna Michela Beltrami e Marco Palladino, coppia campione mondiale di tango, in un tributo ad Astor Piazzola nel 15° della sua scomparsa.

Una particolare attenzione merita anche “Hip Hop Party”, evento multidisciplinare che accomuna diversi artisti e presenta gli aspetti più significativi del movimento Hip Hop: musica, danza, writing e street jam con Dj. Una giornata interamente dedicata alla cultura Hip Hop, quella del 5 maggio alla palestra di Cimbro di Vergiate: nel pomeriggio seminari con alcuni dei migliori performers, che si concluderà in uno spettacolo serale con jam session finale.

Per l’area musica, ampia varietà di offerta: da non perdere i concerti di Aleksey Asenov, virtuoso di fisarmonica, che con l’Orient Balkan Ensemble ci porteranno molto lontano da quanto immaginiamo possibile regalandoci ritmi ed accenti stupefacenti; quelli di Enrico Fink e la sua numerosa Homeless Light Orchestra, che ci daranno una versione nuova e molto divertente delle musica Klezmer e di altri famosi brani ad essa vicini, nonché l’appuntamento del 13 maggio con Frédéric Zigante, solista di fama internazionale, che si esibirà in un concerto sulla chitarra barocca e quella classica.

La sezione “Lavori in corso” del Festival del Ticino, che per questa terza edizione ha avuto ben 53 richieste di partecipazione dall’Italia e dall’estero, presenterà spettacoli di teatro, danza e musica, tra i quali ‘‘Meglio tarde che mai”, nuova piéce di teatro comico con la regia di Rita Pelusio il 24 maggio a Vergiate e “Alternative Jam” vivacissimo happening di alcune band di giovanissimi, a base di rock, punk, metal e altre sonorità emergenti, il 26 maggio sempre a Vergiate al Bosco di Capra.

A riconferma dell’attenzione che il Festival del Ticino riserva ai giovani, l’apertura dell’edizione 2007 sarà affidata , il 20 aprile, ad un concerto di musica classica tenuto dai giovani strumentisti dell’Orchestra degli Allievi dell’Accademia Musicale Sant’Agostino, e sarà presso la Villa Montevecchio a Samarate, nuovo Ente che aderisce alla manifestazione ricevendone così il simbolico benvenuto.

Gli spettacoli del Festival del Ticino prevedono un biglietto d’ingresso del costo di 5 euro, quelli rientranti nella sezione “Lavori in corso” e alcuni altri sono invece a ingresso libero.

Il biglietto ridotto del costo di 3 euro è riservato ai minori di 14 anni, agli over 65 e ai possessori della “Carta Festival”, acquistabile al costo di 20 euro, valida per tutta la durata della manifestazione e che prevede anche sconti presso gli esercizi commerciali convenzionati. Tutte le informazioni le trovate al link www.festivalticino.it.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,569FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -