15.6 C
Milano
sabato, Ottobre 1, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Array

No al Boy Love Day

Milano, 23 giugno 2007 – Milano dice basta alla pedofilia e chiede, per voce del Sindaco Letizia Moratti, che il Governo s’impegni a reprimere e prevenire questo reato oscurando tutti i siti pedopornografici e inasprendo le pene contro chi commette questo genere di abusi.

“Milano – ha aggiunto Letizia Moratti, dopo che sulla facciata di Palazzo Marino è stato appeso uno striscione che rappresenta l’impronta della mano di un adulto e quella di un bambino – invita le altre grandi Città a condividere un appello all’ONU perché la pedofilia venga dichiarata crimine contro l’Umanità”.

Assieme al Sindaco erano presenti questa mattina anche il Vice Sindaco Riccardo De Corato, l’assessore alla Famiglia, Scuola e Politiche sociali, Mariolina Moioli e il Presidente del Consiglio Comunale, Manfredi Palmeri che hanno riaffermato pubblicamente la loro contrarietà al “Boy Love Day”, la giornata dell’orgoglio pedofilo che oggi si celebra su internet.

“I pedofili oggi manifestano la loro rabbia verso leggi restrittive che considerano ingiuste e discriminatorie” – ha detto il Sindaco Letizia Moratti – ma noi, invece, chiediamo che tutte le istituzioni, a partire dal Governo nazionale e dall’Unione Europea, intervengano per fare in modo che quello dell’abuso sui minori non resti un tabù”.

Presenti questa mattina a Palazzo Marino anche A.Ge Associazione Italiana Genitori, A.Ge.S.C. Associazione Genitori Scuole Cattoliche e IAD Bambini Ancora e altre associazioni che assieme all’amministrazione comunale stanno lavorando ad un percorso condiviso di sensibilizzazione verso questi temi.

“ Tre settimane fa – ha proseguito il Sindaco – Milano ha ospitato un importante convegno scientifico internazionale, che ha visto presenti esperti da tutto il mondo che hanno lavorato con l’obiettivo di tracciare la strada perché in tutta Europa sia condiviso un metodo per identificare i segni dell’abuso. Un risultato che potrà essere raggiunto favorendo e sviluppando la collaborazione proficua tra psicologi, medici, periti dei tribunali”.
“La nostra Città – ha aggiunto Letizia Moratti – ha la fortuna di poter contare sull’aiuto di associazioni quotidianamente impegnate nella lotta a questo fenomeno”.
“Attraverso i servizi del Comune di Milano a sostegno della Famiglia – ha sottolineato Mariolina Moioli – cerchiamo di offrire un aiuto concreto per intervenire in caso di abuso con il pronto intervento minori. Ospitiamo in centri di accoglienza i bambini con le loro mamme e collaboriamo con il Terzo Settore per il supporto psicologico, indispensabile in situazioni così delicate”.

“Con il contributo di esperti – ha concluso l’Assessore – gli uffici comunali stanno predisponendo un programma di formazione e di sensibilizzazione per tutti gli educatori rispetto al riconoscimento dei segni degli abusi fin dalle scuole materne, per offrire strumenti di attenzione al fenomeno”.

“La pedofilia – dichiara Riccardo De Corato – è uno dei peggiori abusi che si possano commettere sui minori, ed è molto pericolosa, perché è spesso anticamera di orribili efferatezze che poi vengono consumate. Per questo va stroncata con decise azioni penali ispirate alla massima severità”.

“Oggi abusi e violenze – aggiunge il vice Sindaco – sono una vera emergenza delle metropoli, determinati da una criminalità senza scrupoli, spesso dovuta a clandestini, che schiavizzano i bambini, costringendoli a mendicare o prostituirsi sulle strade. Contro questi obbrobri, inclusi i reati di pedofilia – afferma De Corato – bisogna prevedere punizioni esemplari, che contemplino, per i casi più gravi, anche l’ergastolo.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,574FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -