17.7 C
Milano
venerdì, Ottobre 7, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Array

Nel sud Milano, la nuova città della giustizia

26 luglio 2007 – “A Porto di Mare una nuova Cittadella della Giustizia che riunisce tribunale, carcere e uffici per rispondere sempre meglio alle esigenze dei cittadini e per migliorare la qualità della vita di operatori e detenuti”.

Lo ha annunciato il Sindaco di Milano Letizia Moratti, alla conferenza stampa di oggi al Palazzo della Regione, per la presentazione con il Presidente Formigoni, il Presidente della Corte d’Appello Giuseppe Grecchi e l’assessore allo Sviluppo del Territorio Carlo Masseroli, della nuova Cittadella della Giustizia di Milano.

“Gli obiettivi che ci poniamo con la creazione della Cittadella della Giustizia – ha detto il Sindaco Moratti – sono tre: creare una funzionalità dei diversi uffici della giustizia che consentano a tutti gli operatori di lavorare in maniera più efficiente e più efficace; creare condizioni migliori per i detenuti attualmente a San Vittore e per le guardie carcerarie; riqualificare attraverso questo grande progetto punti della Città definiti periferici, portando in periferia qualità e funzioni pregiate”.

“Quello che presentiamo oggi – ha spiegato il Presidente Formigoni – è un passo importante per tutta la giustizia milanese e lombarda. È la testimonianza dell’intenso lavoro che c’è stato in questi mesi sul tema della giustizia tra tutte le Istituzioni, dopo le segnalazioni che gli operatori di questo importante settore ci avevano fatto giungere qualche mese fa. È il frutto di un’intensa collaborazione: tutte le parti interessate hanno lavorato al progetto della Cittadella della Giustizia nell’esclusiva ottica del bene per i cittadini”.

“Sono rimasto sorpreso – ha detto Giuseppe Grecchi – dai tempi rapidi e veloci di Comune e Regione. La scelta dell’area è stata condivisa da tutti gli operatori coinvolti, che hanno espresso un parere positivo per tutte le caratteristiche indicate dal Sindaco e dal Presidente della Regione. Il fatto che si parli dell’inizio dei lavori nel 2009 è estremamente positivo per poter permettere a tutti di svolgere le proprie funzioni in condizioni migliori”.

“Questa cittadella con verde, zone pedonali e servizi per 655mila metri quadri – ha spiegato l’assessore Carlo Masseroli – è un ulteriore passo in avanti della Milano del futuro. Un opera che permetterà di migliorare la qualità della vita degli operatori, dei detenuti e dei cittadini milanesi. Inoltre il progetto si colloca in un’area periferica già urbanizzata, che vede la presenza di due stazioni metropolitane, l’ingresso dell’autostrada del sole e l’alta velocità ferroviaria. Verrà fatta una gara Internazionale – ha concluso Masseroli – perché vogliamo che la cittadella della Giustizia di Milano si realizzi in tempi brevi e sia una struttura moderna, funzionale ma anche una bella opera in una zona periferica dove è in corso un grande progetto di riqualificazione.

IL PROGETTO IN SINTESI

IL NUOVO POLO DELLA GIUSTIZIA

Sorgerà nell’area denominata Porto di Mare all’ingresso sud di Milano, nell’area della Via Emilia, ai confini del quartiere Omero e del nuovo quartiere di Santa Giulia.

Il grande progetto consentirà la concentrazione di tutte le attività della Giustizia, compreso il trasferimento di San Vittore con annessi uffici ministeriali e alloggi per agenti di custodia, oggi operanti a Milano e la realizzazione di un vero e proprio moderno quartiere della città.

DATI TECNICI

Superficie dell’area del Polo della Giustizia 1.200.000 metri quadri in corso di acquisizione da parte del Comune.

Superficie dell’area degli Uffici Giudiziari 175.000 metri quadri. In quest’area si potrà avere una superficie di pavimento di 400.000 metri quadri.

Superficie del complesso carcerario 220.000 metri quadri.

Aree destinate a funzioni urbane 60.000 metri quadri.

Aree da desinare a verde, zone pedonali e servizi 655.000 metri quadri.

PERCORSO ATTUATIVO

Entro il 2007 completamento dell’Accordo di Programma con la Regione Lombardia per la destinazione urbanistica.

Entro il 2008 messa a punto della procedura di realizzazione.

2009 inizio prime fasi dei lavori sull’area.

ACCESSIBILITA’

L’area Porto di Mare è un’area già molto accessibile che può decollare senza necessità di ingenti costi per infrastrutture: è compresa tra due fermate della linea 3 della metropolitana, Rogoredo e Porto di Mare, è in prossimità dell’Autostrada del Sole e della Tangenziale Est.
I costi di realizzazione del nuovo Polo, stimati intorno ai 600 milioni di euro, potranno essere sostenuti dalla riorganizzazione e riconversione funzionale del Tribunale e del Carcere di San Vittore, oggi di proprietà dell’Agenzia del Demanio dello Stato.

STRUTTURE ESISTENTI

Palazzo di Giustizia;

Superficie dell’area 35.000 metri quadri.

Superficie utile 120.000 metri quadri.

Funzioni Esterne;

(Giudice di Pace, Magistratura del Lavoro, Uffici Giudiziari, Tribunale dei Minori, Archivi, Uffici, Tar, ecc.);

Superficie dell’area 28.000 metri quadri.

Superficie utile 26.000 metri quadri.

Carcere di San Vittore;

Superficie dell’area 5.650 metri quadri.

Superficie utile 5.500 metri quadri

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,569FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -