15 C
Milano
venerdì, Ottobre 7, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Array

Terromoto in Perù, oltre 450 morti

(mi-lorenteggio.com) Milano 16 agosto 2007  L’epicentro del sisma di intensità di 7,9 gradi sulla scala Richter è stato nella città di Pisco, a circa 145 chilometri a sud-est di Lima. La scossa è avvenuta intorno alle 18.40 locali (le 0.40 italiane) e ha lasciato senza energia elettrica molti centri abitati. Secondo la Farnesina, al momento non risultano italiani tra le vittime.
La scossa è stata avvertita in tutto il paese e anche in Brasile, Cile, Colombia ed Ecuador. I morti al momento, secondo stime, sono oltre 450, mentre i feriti, circa 1500. Molta preoccupazione è stata espressa nella comunità peruviana milanese, dove molti nostri concittadini di origine peruvania, hanno avuto molta difficoltà a contattare i propri familiari in Perù. E’ il sisma più forte dal 1974.

Mentre, il Presidente del Consiglio dei Ministri, Romano Prodi, ha offerto la disponibilità del Governo Italiano all’invio di aiuti in Perù dove il violento terremoto della scorsa notte. In tal senso il Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, attivati i consueti contatti attraverso il ‘Monitoring Information Center’ [MIC] dell’Unione Europea, sta verificando, anche attraverso l’ambasciata italiana a Lima, la fattibilità di una missione di soccorso anche in considerazione delle necessità che dovessero venire espresse dal Governo Peruviano. La missione di soccorso italiana consisterebbe nell’invio di squadre di soccorso, di materiale medico-sanitario e logistico.

Il Santo Padre, Benedetto XVI, ha inviato un telegramma di cordoglio per le vittime del terremoto inviato dal Santo Padre Benedetto XVI tramite il Card. Tarcisio Bertone, Segretario di Stato, ai Vescovi delle diocesi interessate dal sisma, il cui testo è il seguente: "SU SANTIDAD BENEDICTO XVI, PROFUNDAMENTE APENADO AL CONOCER LA TRISTE NOTICIA DEL TERREMOTO QUE HA CAUSADO TANTAS VÍCTIMAS E INGENTES DAÑOS MATERIALES, OFRECE SUFRAGIOS AL SEÑOR POR EL ETERNO DESCANSO DE LOS FALLECIDOS Y RUEGA A VUESTRA EXCELENCIA QUE TRANSMITA SU SINCERO PÉSAME A LOS FAMILIARES DE LOS DIFUNTOS, ASÍ COMO LOS SENTIMIENTOS DE PATERNA CERCANÍA ESPIRITUAL A LOS NUMEROSOS HERIDOS Y A QUIENES SE HAN VISTO PRIVADOS DE SU HOGAR. ASIMISMO, ALIENTA A LAS INSTITUCIONES Y PERSONAS DE BUENA VOLUNTAD A PRESTAR CON CARIDAD Y ESPÍRITU DE SOLIDARIDAD CRISTIANA LA NECESARIA AYUDA A LOS DAMNIFICADOS. CON ESTOS SENTIMIENTOS, EL SANTO PADRE IMPARTE A LOS AFECTADOS Y A QUIENES LES SOCORREN LA CONFORTADORA BENDICIÓN APOSTÓLICA, COMO SIGNO DE AFECTO AL QUERIDO PUEBLO PERUANO."

Redazione

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,569FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -