29.9 C
Milano
venerdì, Maggio 20, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Dopo la pausa estiva, ritorna il mercatino a Novara il terzo venerdì del mese

Ultimo aggiornamento il 12 Settembre 2007 – 13:54

(mi-lorenteggio.com) Novara, 12 settembre 2007 – Dopo la pausa estiva ritorna a Novara il tradizionale appuntamento del terzo venerdì, organizzato dall’Amministrazione Comunale di Novara – Assessorato al Commercio, con la collaborazione della ditta Mercatini&Curiosità di Vigevano.

“Curiosità a Novara” è in programma per venerdì 21 settembre 2007, dalle 08,00 alle 19,00.

Il tratto centrale di Corso Mazzini e Piazza Gramsci si trasformeranno in una ordinata esposizione di oggetti di antiquariato, artigianato, etnico e collezionismo.

Saranno presenti bancarelle di operatori professionali che esporranno il meglio delle loro collezioni e creazioni. <La decisione dell’Assessore del Comune di Novara, Gerardo Murante> riferisce Antonio Gaggianesi, coordinatore della manifestazione, < di proseguire con l’iniziativa ha riscosso il consenso di numerosi visitatori e operatori commerciali della zona, oltre ad incrementare il numero delle presenze in città con appassionati e collezionisti provenienti da fuori provincia.>

Sarà un momento importante sotto l’aspetto culturale, oltre ad offrire ai turisti ed alla comunità locale un curioso diversivo, passeggiando nel centro storico di Novara si potranno ammirare oggetti in porcellana del secolo XIX di provenienza italiana, francese e inglese, gioielli italiani e americani, e uno stand con creazioni artigianali.

Una particolare sezione sarà dedicata all’antiquariato e all’artigianato coloniale ed esotico con sculture, bronzi ed antichi monili. Non sarà trascurata la tematica del collezionismo, con piatti danesi da collezione, numismatica, filatelia, cartoline e antichi manoscritti.

Chi non ricorda di aver giocato da piccino con quei puzzle di cubi in legno dove le fiabe prendevano forma tra le proprie mani,o di aver sfogliato quei libri dove l’animazione delle pagine accendeva la fantasia.

È quanto si può avere ancora la fortuna di ammirare , insieme a manoscritti poetici di Giulio Pinchetti (1845-1870), esponente della scapigliatura lombarda, laureato in legge all’Università di Pavia, giornalista per la Gazzetta di Milano, una esposizione di rari libri animati Hoepli sopravvissuti al gioco dei bimbi e al bombardamento durante la seconda guerra mondiale della casa editrice che ne deteneva le ultime copie e di puzzle di cubi di fine 800 riportano i colori e le forme delle storie di Aladino , Cenerentola e Biancaneve e i sette nani.

Per informazioni: Mercatini&Curiosità tel. 340 1615842

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,552FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -