21.1 C
Milano
domenica, Ottobre 2, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Array

Corsico – Deposito Atm: "basta con i ritardi della politica"

Corsico (4 ottobre 2007) – Cosa succederà nell’ex deposito Atm di via Roma? Non nasconde le sue preoccupazioni il sindaco di Corsico, Sergio Graffeo. Entro il mese, infatti, l’Atm dovrà cedere tratte, ma anche probabilmente i suoi depositi.

Fino a qualche settimana fa, l’edificio dismesso di due piani era occupato da irregolari di diverse etnie. Una lite fra loro aveva richiesto anche l’intervento dei vigili del fuoco. I tecnici comunali, in accordo con l’Atm, hanno poi provveduto a murare porte e finestre, ma l’area, ormai da alcuni anni, rimane abbandonata. E si trova nel centro della città.

“Abbiamo lavorato per anni – spiega Graffeo – affinché gli autobus abbandonassero il deposito. Infatti, gli autisti accendevano i mezzi nelle prime ore della giornata, disturbando le persone che abitano in zona, sia per il rumore sia per l’inquinamento atmosferico provocato. Eravamo disposti a scendere in piazza insieme ai cittadini affinché il deposito venisse chiuso. Dopo numerosi incontri e richieste, siamo riusciti a farlo trasferire, ma la politica non è stata ancora in grado di prendere una decisione per restituire l’area alla città. E il rischio è che vi ritornino i mezzi pubblici del nuovo gestore”.

Nei mesi scorsi il sindaco aveva incontrato i vertici dell’Atm ipotizzando la cessione dell’area in cambio della costruzione, sul territorio di Corsico, di un residence per i lavoratori, dell’azienda pubblica milanese, in mobilità.

“Avevamo la soluzione a portata di mano – prosegue Graffeo – ma la lentezza e i continui rinvii chiesti anche da alcuni esponenti della mia stessa maggioranza rischiano di far naufragare l’ipotesi, senza che siano state avanzate proposte alternative. Poiché in ottobre verranno firmati i contratti per il nuovo gestore delle linee pubbliche della zona, non vorremmo che l’area del deposito che intendevo trasformare in parcheggio ritorni ad essere un problema per la città, che non può più aspettare. La stessa fortuna che abbiamo avuto con la Cascina – conclude il sindaco – che ci ha permesso di risolvere una vera e propria emergenza per Corsico potrebbe non riproporsi nel caso del deposito di via Roma. E sto vivendo tutto il disagio delle persone che chiedono a chi è delegato a fare scelte, di prenderle”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -