22 C
Milano
venerdì, Luglio 1, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

Array

EXPO 2015, Milano è pronta per la sfida

Ultimo aggiornamento il 24 Ottobre 2007 – 20:32

(mi-lorenteggio.com) Milano 24 ottobre 2007 – Ultima giornata milanese per gli ispettori del Bie. Stamane, dopo l’incontro con i bambini della “Generazione 2015” presso il Teatro Strehler, c’è stato il pranzo d’onore a Palazzo Isimbardi, nella sede della Provincia. A questo evento hanno preso parte, oltre al presidente della Provincia Filippo Penati, anche i sindaci di diversi paesi dell’hinterland, tra questi Rho e Pero che sono direttamente coinvolti nel progetto Expo. Il pomeriggio della delegazione si è concluso con una visita all’Ultima Cena, il capolavoro di Leonardo Da Vinci che si trova presso la basilica di Santa Maria delle Grazie. Ad aspettarla l’assessore alla Cultura Vittorio Sgarbi che ha dismesso i panni del politico per indossare quelli di critico d’arte e ha offerto alla delegazione un’avvincente spiegazione dell’opera vinciana.

La delazione con il Sindaco, Letizia Moratti, all’arrivo all’Urban Center

Nel pomeriggio di oggi, il Sindaco di Milano, Letizia Moratti, in occasione della conferenza stampa di chiusura della tre giorni milanese all’Urban Center in Galleria Vittorio Emanuele, degli ispettori Bie, giunti a Milano per valutare la candidatura, ha sottolineato come "la città abbia fatto percepire la sua volontà di ospitare la manifestazione"

"Un incontro di grande qualità. Abbiamo approfondito temi e idee, abbiamo accolto suggerimenti e arricchito alcuni punti del dossier. I commissari del Bureau, guidati dal Segretario Generale Vicente Gonzalez Loscertales, lo hanno fatto con grande competenza, esperienza ma anche grande passione e di questo non posso che ringraziarli", così il Sindaco di Milano Letizia Moratti ha dato il via alla conferenza stampa.
Il sindaco ha poi sottolineato la "partecipazione corale a cominciare dal Governo, da Roberto Formigoni, Presidente della Regione Lombardia, Filippo Penati, Presidente della Provincia di Milano, e tutti gli altri membri del Comitato Milano Expo2015 per il sostegno e l’apporto continuo al programma politico, culturale, sociale e economico che abbiamo realizzato in questi giorni".
Milano è una città che studia, che progetta, che realizza, che innova ma è anche una città che aiuta e sa aiutare", ha aggiunto il Sindaco. "In caso di nostra vittoria per ospitare l’Esposizione del 2015 – ha concluso – ci attende un percorso di sette anni di cooperazione internazionale, di educazione, di collaborazione ma, sopratutto un percorso per far crescere nelle nuove generazioni un sentimento di responsabilità nello sviluppo sostenibile della nostra società. Milano merita di ospitare l’Expo 2015"
Ma il sindaco ha voluto riservare un grazie speciale alla Città e a tutti i milanesi che hanno manifestato il loro calore e la loro volontà di ospitare la manifestazione: "abbiamo fatto percepire come questa città voglia ospitare l’Expo, per rafforzare la propria identità" e ancora, "un grazie a tutte le associazioni e a tutti i volontari che rappresentano una realtà ricca e straordinaria di Milano".
Grande soddisfazione ha espresso il Presidente della Provincia, Filippo Penati che ha a sua volta dato risalto alla "piena collaborazione tra tutte le istituzioni". Un Expo a Milano che, secondo Penati, "offrirebbe all’Europa una occasione per ritornare al prestigio e alla grandiosità delle esposizioni del passato".
Il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni ha garantito il massimo impegno a livello di relazioni internazionali per portare a Milano il voto dell’Assemblea Generale del Bie "C’è ancora tanto lavoro da fare – ha commentato – ma affronteremo ogni sfida con animo lieto".
"L’elemento che ci ha colpito maggiormente è stato l’estrema ampiezza del progetto nel suo insieme". Lo ha detto Carmen Sylvain, Presidente del comitato Esecutivo. "Ci hanno impressionato però anche altri elementi trasversali,come il volontariato, il ruolo delle donne, importantissimo in relazione al tema dell’alimentazione, e il progetto dellacooperazione" ha spiegato Sylvain che ha proseguito: "nel settore della cooperazione l’Italia gode già di una solida reputazione a livello internazionale".
"La nostra missione aveva due scopi – ha detto il Segretario Generale Bie, Vicente Gonzalez Loscertales – verificare la sostenibilità tecnica e la fattibilità del progetto milanese e la sua capacità attrattiva. E devo dire che raramente ci è stata fornità una serie di risposte così esauriente ed esaustiva". Il Segretario Generale ha poi ricordato che dopo gli incontri con il Governo a Roma, provvederanno a redigere un rapporto che sarà discusso dalla Commissione esecutiva. Poi toccherà all’Assemblea generale, nella sua sessione del 31 marzo a designare la città ospite dell’Expo 2015.
Milano metavisuale. Un plastico metavisuale in alta definizione, installato all’Urban Center, è stato l’oggetto dell’ultima visita ufficiale dei cinque delegati del Bie. Il modello, realizzato da ArpaNet, mostra, un modello diquella che sarà Milano nel 2015 se si aggiudicherà l’Expo oltre a spiegare come si svilupperà l’area espositiva e le infrastrutture fieristiche.
I delegati del Bie, durante la conferenza stampa finale, hanno manifestato ottimismo nella valutazione della candidatura della città all’Expo 2015, anche se la relazione finale sarà redatta solo il 26 novembre, dopo aver fatto tappa a Smirne (dal 5 al 9 novembre).

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,550FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -