31.7 C
Milano
mercoledì, Luglio 6, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

Array

Danneggiano scuola, denunciati quattro ragazzi della Cesano bene

Ultimo aggiornamento il 25 Ottobre 2007 – 18:53

(mi-lorenteggio.com) Cesano Boscone, 25 ottobre 2007 – Quattro ragazzi minorenni sono stati denunciati per aver danneggiato banchi, lordato pavimenti, imbrattato le pareti della scuola primaria e media "Alessandrini" di via Bramante, 5 (l’edificio ospita sia la scuola elementare che la scuola media), con scritte offensive nei confronti del preside e dei professori, compiendo così diversi atti vandalici, hanno arrecato alla struttura scolastica danni per alcune migliaia di euro.  I vandali, secondo quanto accertato dai carabinieri di Corsico, erano entrati nella scuola media durante l’orario scolastico ed erano stati mandati via. Tornati nel week end, un residente li ha visti scavalcare e ha avvertito i carabinieri, che prontamente intervenuti li hanno identificati. Si tratta di studenti incensurati, figli di normalissime famiglie, al primo anno del liceo.

In seguito all’episodio di vandalismo che ha portato alla denuncia di quattro giovani da parte dei carabinieri della compagnia di Corsico, il sindaco di Cesano Boscone Vincenzo D’Avanzo dice: “Sono fatti molto gravi, di fronte ai quali la rete educativa del territorio e le istituzioni devono rispondere in modo compatto. Nei giorni scorsi abbiamo deciso di sostenere un’iniziativa proposta dalla scuola nell’ambito del progetto ‘Intervento sul bullismo nel contesto scolastico’ che vedrà un momento pubblico lunedì 29 ottobre all’auditorium comunale di via Vespucci. È solo un primo passo, di un percorso che vede Ente locale e scuole lavorare insieme”.
Condurrà la serata lo psicologo-psicoterapeuta Federico Colombo, che illustrerà i risultati dei questionari raccolti nelle scuole cesanesi.

Si tratta di uno degli incontri organizzati per offrire alle famiglie momenti di discussione, con esperti, sui temi e i problemi legati all’età pre-adolescenziale e adolescenziale.

Lo stesso esperto è stato invitato in un altro incontro organizzato dall’Amministrazione comunale il 20 novembre prossimo, Giornata internazionale per i diritti del fanciullo, quando verrà presentato anche il libro “Quello che ai genitori non diciamo” di Matteo Lusso.

“Occorre – prosegue il sindaco – promuovere iniziative che stimolino maggiormente il senso civico e il rispetto sia delle persone sia delle cose. Azioni di arroganza anche da parte di adolescenti sono inammissibili e bisogna attivare politiche adeguate per arginare il più possibile inaccettabili fenomeni di bullismo”.

L’ultimo fatto grave risale al 21 gennaio del 2005, quanto alcuni studenti allegarono la Da Vinci. Leggi la news in archivio

 

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,610FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -