34.2 C
Milano
martedì, Luglio 5, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

Array

Vittima di uno scippo: rubati fondi per i bambini indiani

Ultimo aggiornamento il 22 Dicembre 2007 – 16:33

Corsico (22 dicembre 2007) – Doveva essere un regalo di Natale per oltre tremila bambini indiani: fondi per acquistare un vaccino che possa dare loro la speranza di sopravvivere alle numerose epidemie che si sono diffuse nell’India centrale. Un sogno svanito per colpa di due rapinatori che hanno sottratto, con la forza, la borsa nella quale Ida Petita, presidente dell’associazione Shanti di Corsico, aveva il denaro prelevato dagli sportelli della Banca popolare di Milano.

Il fatto è avvenuto ieri mattina, poco dopo le 11. La presidente di Shanti aveva appena ritirato dall’agenzia della Bpm di piazza della Pianta, in pieno centro a Corsico, 7.500 euro. All’incrocio tra le vie Cavour e Manzoni, le si è avvicinata una persona, di nazionalità italiana e ben vestita. L’ha spintonata e le ha sottratto la borsetta. Un complice l’aspettava all’inizio di via Petrarca, con una moto di grossa ciclindrata. In meno di un minuto, i due si sono dileguati. Per la presidente non c’è stato nulla da fare se non chiedere aiuto ai passati. Sotto schock, Ida Petita è stata accompagnata in ospedale dove è stata dimessa solo in serata.
I rapinatori hanno sicuramente pedinato la loro vittima fin dalla banca. Non è quindi escluso che i carabinieri possano individuare almeno uno dei due responsabili, attraverso le immagini a circuito chiuso dell’agenzia corsichese.

“Mi auguro – dice il sindaco, Sergio Graffeo – che gli scippatori dimostrino, almeno a Natale, un po’ di cuore e facciano un gesto di bontà, riconsegnando quanto sottratto direttamente alla sede dell’associazione, in via Bozzi 14 a Corsico. Nell’attesa che una favola possa avverarsi, cosa che può avvenire solo a Natale, credo sia importante dare una mano ai bambini assistiti dall’associazione Shanti, perché non svanisca per loro la speranza di sopravvivere a terribili malattie”.

È stata aperta una sottoscrizione sul contro corrente 12922 dell’ag. 73 della Bpm di Corsico, cab 33030 abi 5584. Oppure sul ccp 2416209 intestato ad associazione Shanti onlus.

“Aiutiamo da circa quindici anni – spiegano i volontari – la popolazione dello stato indiano dell’Andhra Pradesh”.
Qui, dall’inizio di agosto, a causa di piogge torrenziali, sono straripati il Godavari e il Krishna, due fiumi imponenti che con la loro piena hanno travolto interi villaggi dei distretti di Kurnool, Khammam e Guntur.
Shanti, insieme al partner indiano Karmika Vidya Peet, ha organizzato campi medici in 37 villaggi, ma gli aiuti risultano attualmente insufficienti, in quanto la situazione sanitaria è precaria e c’è necessità di vaccinazioni per affrontare epidemie di colera morbillo, varicella, tifo, malaria, dengue e una forte incidenza di Chickun Gunya (forma virale provocata da una zanzara differente da quella della malaria, ma ugualmente pericolosa e temibile).
“Il nostro obiettivo – spiegano ancora da Shanti – è quello di vaccinare circa 20.000 persone e fornire assistenza sanitaria a chi è già stato colpito dai virus. Cure che risultano essere per loro troppo costose e che richiedono, invece, un piccolissimo contributo da parte nostra”.

Per avere più informazioni si può contattare la sede di Shanti al numero 02.44.05.006 e visitare il sito www.shantionlus.org.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,552FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -