23 C
Milano
mercoledì, Luglio 6, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

Array

Con la mostra “La Commedia del Sacco” Zanotta festeggia i quarant’anni della poltrona Sacco

Ultimo aggiornamento il 7 Aprile 2008 – 13:18

(mi-lorenteggio.com) Milano, 07 aprile 2008 – Per festeggiare i quarant’anni della poltrona Sacco e della sua ininterrotta produzione, Zanotta presenta, in concomitanza con l’edizione 2008 del Salone Internazionale del Mobile di Milano, la mostra “La Commedia del Sacco”, dedicata alla rivoluzionaria seduta disegnata nel 1968 da Piero Gatti, Cesare Paolini e Franco Teodoro.

Quarant’anni di storia e quaranta speciali poltrone Sacco Limited Edition, proposte in un allestimento suggestivo e spettacolare, celebrano non solo forse il più originale tra gli oggetti del design, ma anche l’avvento di un’idea, un fenomeno di costume, approdato anche al cinema e in televisione, che ininterrottamente ha continuato a conquistare un pubblico vasto e trasversale.

Dal giorno in cui i tre architetti torinesi arrivarono in Zanotta con un “sacco” in Pvc per tre quarti riempito di palline di polistirolo con l’idea di sviluppare un progetto industriale, la poltrona Sacco ha compiuto uno speciale percorso. Da oggetto cult divenuto icona del design leggero, moderno, informale, ha conquistato un indiscusso primato a livello internazionale, affermandosi come una delle massime espressioni della capacità creativa italiana.

La Sacco rappresenta uno dei casi più significativi di prodotto di design capace non solo di superare i tradizionali confini di progetto, riscrivendone interamente le regole, ma anche di interpretare e rappresentare un’epoca. Nel 1972 viene esposta al MoMa di NewYork e oggi sono 26 i musei internazionali che hanno inserito la Sacco nella loro collezione permanente d’arte contemporanea o applicata. Oltre al MoMa, il Musée des Arts Décoratifs di Parigi, il Victoria & Albert Museum di Londra, il Museo del Design alla Triennale di Milano.

“La Commedia del Sacco” sarà inaugurata martedì 15 aprile 2008 a Milano, in Zona Bovisa, negli spazi di BaseB in via Lambruschini 36, e sarà aperta al pubblico da mercoledì 16 sino a domenica 20 aprile 2008, con orario continuato dalle 11.00 alle 21.00.
L’esposizione, corredata di catalogo, propone un ensemble di quaranta pezzi unici di poltrone Sacco, realizzate con originali e suggestivi rivestimenti provenienti dalle collezioni storiche e contemporanee di un rinomato produttore di creazioni innovative per l’haute couture.
In mostra sarà inoltre presentato il video “Il Sacco” realizzato da Hélène Guétary con una co-produzione Steamboat Films, Lobster Films e Centre Pompidou Paris per il canale televisivo Arte France, voluto per raccontare attraverso la storia della poltrona Sacco un’esperienza di design capace di catturare lo spirito del tempo e rappresentare uno stile di vita.

Su prenotazione, è a disposizione un percorso didattico per i ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori.

Per tutto il 2008 proseguiranno le iniziative dedicate ai 40 anni della poltrona Sacco. Dopo Milano, la mostra continuerà il suo tour, toccando Parigi, Tokyo, New York.
Un sito web dedicato, raggiungibile dall’indirizzo www.zanotta.it raccoglierà notizie storiche, curiosità, informazioni sul Sacco e sulla mostra e per tutto il 2008 sarà possibile inviare e vedere pubblicate, nella sezione di interazione col pubblico, foto del Sacco o sue interpretazioni.

SCHEDA

Titolo mostra
La Commedia del Sacco
Sede
Milano, BaseB – via Lambruschini 36
(di fronte alla sede di “Triennale Bovisa”)
Apertura al pubblico
16 – 20 aprile 2008
Ingresso
libero
Orari
Continuato, 11.00 – 21.00
Infoline
Tel. 02 303 29 715
Didattica
Su prenotazione – Tel. 02 303 29 715
Catalogo
Testi in italiano e in inglese
Documentario “Il Sacco”
Realizzazione: Hélène Guétary
Co-Produzione: Steamboat Films/ Lobster Films/ Centre Pompidou Paris/ ARTE France
Durata: 26 minuti
Diffusione: Arte (ottobre 2008)
Anno di produzione: 2008
Presentazione in anteprima durante la press preview della mostra il 15 aprile 2008, ore 17

Come arrivare
A piedi: dal Passante ferroviario, Stazione di Villapizzone o dalla stazione Ferrovie Nord di Bovina
Tram : 1 – 3; Autobus: 83 – 92; n auto: da Via Mac Mahon, piazza Pompeo Castelli, girare in via Ailanti e seguire il sottopasso.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,553FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -