19.6 C
Milano
mercoledì, Maggio 18, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Posta elettronica certificata per tutti i milanesi

Ultimo aggiornamento il 8 Maggio 2008 – 17:22

Milano, 6 maggio 2008 – “È attiva da oggi sul sito internet del Comune di Milano la mail to Pec (Posta elettronica certificata) in grado di equiparare l’ufficialità di una mail inviata dall’indirizzo nome.cognome@milanosemplice.it a una raccomandata. L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con Poste italiane”. Lo ha annunciato oggi l’assessore ai Servizi civici Stefano Pillitteri.

“Lo scopo – ha spiegato l’assessore – è quello di estendere l’utilizzo delle comunicazioni telematiche verso la Pubblica amministrazione anche ai cittadini che non sono in possesso di una casella certificata”.

"Il progetto realizzato in collaborazione con il Comune di Milano – ha aggiunto Claudio Cella, responsabile Business e Pubblica Amministrazione di Poste Italiane – conferma la naturale vocazione di Poste Italiane ad essere una piattaforma integrata di servizi che, attraverso la propria infrastruttura fisica, logistica e tecnologica, é in grado di semplificare e favorire l’interazione tra i cittadini e la Pubblica Amministrazione".
La Posta Elettronica Certificata è un sistema simile a quello "tradizionale", a cui sono state aggiunte funzioni e caratteristiche che danno agli utenti la certezza, con valore legale, dell’invio e della consegna dei messaggi e-mail al destinatario.
La casella Pec è un canale privilegiato di comunicazione scelto dal Comune per dialogare con cittadini e imprese che si inserisce fra le iniziative del progetto “La P.A. va al cittadino: semplificazione, qualità e decentramento”, mirate a facilitare la vita dei milanesi.
Il documento inviato tramite posta elettronica certificata, che reca la firma digitale, ha valore legale a tutti gli effetti.
Il termine "certificata" si riferisce al fatto che il gestore del servizio di posta rilascia al mittente una ricevuta che costituisce prova legale dell’avvenuta spedizione del messaggio e degli eventuali allegati.
Allo stesso modo, il gestore della posta del destinatario invia al mittente la ricevuta di avvenuta consegna.
I gestori certificano quindi con le proprie "ricevute" che il messaggio è stato spedito e consegnato e che non è stato alterato.
Gli avvisi inviati dai gestori di posta contengono anche una marca temporale che certifica data ed ora di ognuna delle operazioni descritte.
I gestori inviano avvisi anche quando si verificano errori in una qualsiasi delle fasi del processo (accettazione, consegna) per non lasciare dubbi sullo stato della spedizione di un messaggio.
Se il mittente dovesse smarrire le ricevute, la traccia informatica delle operazioni effettuate, che viene conservata dal gestore di posta per 30 mesi, consente di riprodurre i tagliandi che mantengono lo stesso valore giuridico.
La posta elettronica certificata è utile a tutti coloro che hanno l’esigenza di inviare e ricevere comunicazioni, documentazione o allegati in modo sicuro, con conferma di invio e consegna, comodamente dal proprio pc senza code o lunghe attese, ad esempio:
• enti pubblici che devono inviare comunicazioni ufficiali verso altri enti oppure verso i cittadini o imprese;
• privati che vogliono evitare spese e code per l’invio delle proprie raccomandate (il costo della PEC è fisso e non dipende dalla quantità o dimensione dei messaggi spediti o ricevuti);
• imprese che desiderano sostituire la posta cartacea per semplificare i rapporti con Enti, clienti e fornitori.
Numerosi sono anche i vantaggi della PEC:
Semplicità: il servizio PEC si usa come la normale posta elettronica sia tramite programma client che via web.
Sicurezza: il servizio utilizza i protocolli sicuri POP3s, IMAPs, SMTPs ed HTTPs. Tutte le comunicazioni sono protette: crittografate e firmate digitalmente per garantire che i messaggi inviati o ricevuti non vengano contraffatti.
Valore legale: a differenza della tradizionale posta elettronica, alla PEC è riconosciuto pieno valore legale e le ricevute possono essere usate come prove dell’invio, della ricezione e anche del contenuto del messaggio inviato. Le principali informazioni riguardanti la trasmissione e la consegna vengono conservate per 30 mesi dal gestore dei servizi di posta e sono anch’esse opponibili a terzi.
No Virus e Spam: l’identificazione certa del mittente di ogni messaggio ricevuto e il fatto che non si possano ricevere messaggi non certificati, rendono il servizio PEC pressoché immune dalla fastidiosa posta “spazzatura”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,552FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -