23.3 C
Milano
domenica, Maggio 22, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Zona 4. Mostra fotografica "Testa o Croce" di Max Peef

Ultimo aggiornamento il 12 Maggio 2008 – 23:52

Milano, 12 maggio 2008 – Gli occhi della speranza, i volti dei bambini stregoni del Congo, la vita vissuta in una delle regioni più povere dell’Africa saranno i protagonisti di “Testa o Croce”, la mostra che verrà inaugurata il 17 maggio prossimo alla Palazzina Liberty di largo Marinai d’Italia, in zona 4. Il fotografo Max Peef presenterà in esclusiva 50 scatti realizzati in occasione di un reportage commissionato dal settimanale Vanity Fair sulla realtà di Bukavu, nella Repubblica Democratica del Congo al confine con il Rwanda, con una particolare attenzione ai bambini che vivono le terre più povere dell’Africa.

Patrocinata dall’Assessorato alle Aree cittadine e Consigli di zona del Comune, e realizzata grazie anche al contributo del Consiglio di zona 4, la mostra si pone l’obiettivo di aiutare l’Associazione Amici di Padre Querzani che dal 1970 assiste i bambini di strada e offre loro assistenza nutrizionale, sanitaria e scolastica.

“Le immagini di Max Peef arrivano dritto al cuore e senza fronzoli, senza voler a tutti i costi suscitare pietà, raccontano come gli abitanti del Congo vivono giorno dopo giorno – spiega l’assessore Ombretta Colli – . Si tratta di foto che fanno riflettere e pensare a quello che si può fare per gli altri e per noi stessi. Abbiamo una grande opportunità tra le mani: l’Expo 2015. Il tema scelto da Milano, ‘Nutrire il pianeta. Energia per la vita’, è dedicato soprattutto all’Africa e a quei Paesi lontani dall’Occidente che ancora vivono nell’arretratezza. ‘Testa o croce’ vuol, così, essere una scommessa sulla realtà, su ciò che possiamo e sappiamo fare per creare davvero un mondo migliore”.

I temi approfonditi da Peef sono legati all’aspetto umano e di conoscenza di una civiltà profondamente diversa dalla nostra. Si tratta di aspetti della realtà troppo spesso considerati sufficientemente lontani da noi, ma che rappresentano paradossalmente lo specchio della nostra società quando, attraverso le immagini, si parla di perdono, di solidarietà e di accoglienza. Malgrado la crudezza del reportage, emerge la volontà dell’uomo a non morire, a non lasciarsi andare, a credere nella vita.
L’esempio è dato dai bambini accusati di stregoneria dalle famiglie che riescono a perdonare i propri carnefici o dall’urlo della gente che agogna ad una democrazia quando tra il carcere e la vita quotidiana non c’è molta differenza.

“Il tema conduttore delle iniziative culturali promosse per l’anno 2008 dal Consiglio di Zona 4 in collaborazione con le Associazioni culturali presenti sul territorio è ‘Alle radici della cultura’ – spiega Paolo Zanichelli, Presidente di zona 4 -. Si è quindi voluta calendarizzare anche un’iniziativa con riferimento all’Africa, realtà oggi molto trascurata dai media in generale e dal dibattito culturale più in particolare. La mostra fotografica ‘Testa o Croce’, promossa dalla Onlus Amici di Padre Querziani e realizzata da MAX Peef, ci offre l’opportunità di portare la nostra attenzione su una delle realtà sociali africane più difficili e complesse, quella della Repubblica Democratica del Congo. E, all’interno di quella realtà sociale, la drammatica situazione dei bambini abbandonati ed emarginati dei quali la Onlus Amici di Padre Querzani si fa carico, ospitandoli ed accogliendoli nelle sue strutture per poi cercare di reinserirli nella società”.

La mostra verrà inaugurata sabato 17 maggio alle ore 16.

Orari: sabato 17 maggio, dalle 16.00 alle 20.00; domenica 18 maggio, dalle 9.00 alle 20.00; lunedì 19 maggio, dalle 14.00 alle 20.00.

Ingresso libero

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -