19.2 C
Milano
martedì, Maggio 24, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Navigli Lombardi, un rapporto sempre più stretto col territorio

Ultimo aggiornamento il 16 Luglio 2008 – 16:27

ABBIATEGRASSO (16 luglio) – Navigli Lombardi rafforza il suo ruolo di ‘governance’ della geocomunità territoriale di riferimento. Nell’arco del 2008 la società consortile ha centrato importanti risultati, avviando nel contempo azioni che presto daranno risultati tangibili a beneficio delle comunità locali. Dapprima i progetti dei 25 interventi di riqualificazione e messa in sicurezza dei tratti spondali, con la concessone dei finanziamenti e il via di tutti i cantiere. Quindi l’incremento costante della navigazione, che in soli tre anni ha raggiunto risultati numericamente considerevoli, con trend di costante ed inarrestabile crescita. Da ultimo la cabina di regia in vista della formazione del primo Piano Territoriale Regionale d’area dei Navigli a beneficio dei Comuni. ‘Risultati che dimostrano l’autentica naturale consortile di questo soggetto‘, commenta il presidente Emanuele Errico, ‘nato a servizio dei Comuni e degli enti soci. La società conferma e sta mantenendo gli impegni assunti rispetto agli asset portanti del sistema Navigli: la mitigazione del traffico veicolare e la promozione della fruibilità ciclopedonale; le politiche per la valorizzazione dell´area; la trasformazione degli spazi rurali; la salvaguardia delle peculiarità sociali e ambientali della zona; il rilancio di una navigabilità ecosostenibile e delle attrezzature in grado di garantire rapporti con la fruizione delle risorse (turistiche nonché architettoniche e paesaggistiche) del territorio; la produzione di energia da fonti pulite e rinnovabili. Navigli Lombardi si sta caratterizzando come una società del fare, che incentiva il confronto e l’elaborazione progettuale che unisce enti pubblici e realtà private’, continua Errico.

IL RISANAMENTO DEI TRATTI AMMALORATI
Come riportato in maniera specifica nella scheda tecnica allegata, sin dal 2007 Navigli Lombardi si è fatta carico di esaminare le criticità strutturali e i tratti ammalorati delle sponde lungo il Naviglio Grande, attivandosi presso la Regione per lo stanziamento di fondi pubblici per il risanamento delle stesse: l’impegno complessivo per il 2008 ammonta a 2.444.945 euro, garantiti dall‘assessorato alle Opere Pubbliche della Regione. Navigli Lombardi ha supportato i Comuni nella fase di progettazione, lasciando agli enti locali il compito di stazione appaltante degli interventi, per favorire un controllo puntuale e continuo dei vari interventi. Che hanno riguardato i Comuni di Boffalora, Magenta, Robecco, Cassinetta, Albairate, Trezzano, Corsico e Milano. Si stanno sperimentando anche soluzioni tecniche innovative, come la realizzazione di barriere in micropali invece delle tradizionali strutture di calcestruzzo a tutela delle sponde. Il cronoprogramma prevede la conclusione dei lavori entro novembre 2008, in corrispondenza dell’asciutta autunnale dei canali. Il risultato più importante, raggiunto con la Soprintendenza ai Beni Architettonici della Lombardia, è l’aver elaborato un abaco relativo alle modalità di ripristino delle sponde, in modo da rendere semplice ed efficace- per tutti i Comuni, nei prossimi mesi ed anni- l’importante attività di manutenzione necessaria delle sponde, razionalizzando l’utilizzo delle risorse e dei materiali.

LINEA 3 DELLE ‘DELIZIE’ E LINEA 2, LA NAVIGAZIONE E’ UN SUCCESSO
La navigazione lungo la linea 3 delle Delizie, lungo il Naviglio Grande nel tratto Abbiategrasso-Castelletto di Cuggiono, viene gestita dal Consorzio dei Navigli, con sede ad Albairate. Le escursioni turistiche lungo il tratto più suggestivo del Naviglio Grande stanno attirando un numero sempre più grande di visitatori: a fronte di un dato complessivo del 2007 pari a 2408 naviganti (da maggio a settembre), nei primi due mesi di navigazione del 2008-maggio e giugno- i turisti sono stati già 2120, con una proiezione di 3500 partecipazioni complessive entro la fine della stagione corrente. Numeri già importanti, cui vanno aggiunti quelli relativi alla linea 1 o delle Conche (interna alla città di Milano, con una prospettiva di superamento delle 15.000 presenze nel 2008) ma soprattutto- risultato di grande rilevanza per il 2008- le 1400 presenze e il tutto esaurito per le navigazioni del fine settimana lungo la linea 2, nel Parco Agricolo Sud, da Milano a Gaggiano. Giunta al terzo anno, la navigazione sperimentale ci ha consentito di raggiungere il risultato auspicato: valorizzare il Naviglio e la sua navigazione come strumento per la fruizione e la scoperta del territorio, con proposte che integrano la navigazione con pacchetti turistici tesi a valorizzare l’intera asta e le sue zone di pregio.

PIANO TERRITORIALE D’AREA, I COMUNI PROTAGONISTI DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA
Nel novembre 2007 è stata siglata una convenzione tra Regione Lombardia e Navigli Lombardi avente come oggetto lo svolgimento di attività d’analisi, elaborazione e proposte progettuali per la predisposizione del primo Piano Territoriale d’Area dei Navigli. Mediante questo accordo la Regione ha affidato a Navigli Lombardi l´elaborazione di studi analitici e conoscitivi e la formulazione di proposte finalizzate alla predisposizione di uno strumento per l´implementazione di una rete territoriale per lo sviluppo di insediamenti e servizi di alta qualità a scala metropolitana, a beneficio delle Comunità dei Navigli di Milano e Pavia. Navigli Lombardi, a partire dai primi mesi del 2008, sta accompagnando il territorio nella definizione del Piano, con l’ausilio di tecnici ed urbanisti che lavorano a stretto contatto con l’assessorato alla Pianificazione Territoriale della Regione, retto dall’assessore Davide Boni.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -