4.2 C
Milano
lunedì, Febbraio 6, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

Array

Nelle scuole si insegnerà la rianimazione cardiopolmonare

Milano, 20 luglio  2008 . Semplici operazioni di rianimazione cardiaca possono, se correttamente eseguite, salvare la vita delle persone colpite da arresto cardiaco, dato che la possibilità di successo di un intervento si riduce del 10% ogni minuto che passa dal suo insorgere. Diventa quindi molto importante formare e addestrare un numero elevato di persone, capaci di svolgere le prime manovre della "catena della sopravvivenza": dall’allarme alla rianimazione cardiopolmonare.
Per insegnare anche ai giovani lombardi, in modo semplice ed efficace, la tecnica della rianimazione cardipolmonare (RCP), è stato sottoscritto in Regione un Protocollo di intesa con l’Ufficio scolastico regionale e l’associazione ComoCuore, per realizzare il "Progetto SalvaGente – Mini Anne", che consiste nell’insegnare la tecnica RCP con l’ausilio del piccolo manichino MiniAnne, appositamente realizzato per questo scopo.

Il protocollo, che è stato siglato dall’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro, Gianni Rossoni, dalla direttrice dell’Ufficio scolastico regionale, Anna Maria Dominici, e dal presidente dell’Associazione ComoCuore, Giovanni Ferrari, è gia stato applicato in oltre cento scuole comasche e ha coinvolto oltre 2.400 ragazzi, che diventeranno 5.000 entro la fine dell’anno.
Dal prossimo settembre entreranno a far parte del progetto anche alcune scuole di Monza e poi, dal prossimo anno, la sperimentazione verrà estesa alle altre province della Lombardia.

La scientificità delle proposte e del metodo è garantita dall’IRC (Italian Resuscitation Council). Secondo il progetto, che non comporta alcun onere per le scuole, la conoscenza delle manovre di rianimazione cardiopolmonare si associa all’apprendimento dei fondamentali contenuti di anatomia, di fisiopatologia e di pronto soccorso. "In questo modo – ha precisato l’assessore Rossoni – i giovani si arricchiscono di competenze che, oltre ad essere utili alla loro formazione, stimolano la loro consapevolezza sociale e la partecipazione alle attività di solidarietà, quali il volontariato".

L’associazione ComoCuore Onlus, aderente a ConaCuore (Coordinamento Nazionale Associazioni Cuore), dal 1985 promuove, anche nelle scuole, iniziative di informazione e prevenzione per ridurre la mortalità coronaria e diffondere tra i giovani quei corretti stili di vita che possono evitare l’insorgere delle malattie cardiovascolari.
"L’associazione – spiega il presidente Ferrari – mette a disposizione dei ragazzi i manichini gonfiabili MiniAnne, che essi possono poi portarsi a casa, diffondendo così a cascata l’insegnamento di quanto hanno appreso".

La Regione e l’ Ufficio Scolastico regionale si sono impegnati a diffondere tutte le informazioni necessarie tra le Istituzioni scolastiche a sostegno dell’iniziativa e a sensibilizzare le scuole stesse affinché, nel rispetto dell’autonomia di ciascuna, aderiscano all’iniziativa.
"Verranno inoltre valutati i risultati – ha precisato la direttrice Dominici – affinché si possa procedere nel modo migliore ad estendere su tutto il territorio regionale questa iniziativa dal grande spessore formativo. Essa infatti, oltre ad accrescere la conoscenza scientifica dei nostri ragazzi, aumenta la loro consapevolezza di poter contribuire al benessere delle altre persone".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img