-1.2 C
Milano
mercoledì, Febbraio 8, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

Array

Ex orti via San Cristoforo a Bareggio: via le sterpaglie

BAREGGIO (martedì 18 settembre 2008) – L’area di proprietà comunale che fino allo scorso anno era dedicata agli orti sociali è stata oggetto di un intervento di riordino e pulizia da parte dell’Amministrazione comunale, che ha affidato alla Cooperativa Futura il taglio delle erbacce che nel frattempo si erano create.
Nei giorni scorsi gli operai dell’Ufficio tecnico comunale hanno lavorato per rimuovere quella che a tutti gli effetti era diventata una «selva oscura» come riferisce l’assessore all’Ecologia, Giuseppe Mongiardo: «L’operazione era un fatto dovuto, non potevamo lasciare quella situazione nel centro abitato. Gli operai dell’Ufficio tecnico sono dovuti intervenire drasticamente con le ruspe. E’ chiaro che quella situazione ha creato un disagio anche a chi ha dovuto lasciare gli orti, che si è ritrovato senza e che è in attesa di quelli nuovi».
Una situazione sicuramente non felice, come ha sottolineato anche l’assessore ai Lavori Pubblici, Natale Osnaghi: «Abbiamo ritrovato tutti i resti e gli inerti che la precedente amministrazione aveva lasciato dopo la posa della prima pietra del Progetto dopo di noi e che non ha provveduto alla a rimuovere. Rassicuriamo però tutti i cittadini perché sull’area non abbiamo trovato presenza di piante di ambrosia né di zanzare. Continueremo a monitorare la situazione».
L’intervento dei giorni scorsi non è l’unica novità che riguarda l’area: è infatti stato tolto il cartello che indicava i lavori che avrebbero dovuto effettuarsi sull’area: Dopo di Noi e Autocostruzione. Il primo intervento al momento è solo temporaneamente rinviato, mentre il secondo ha incontrato alcune difficoltà. La scorsa settimana infatti la Commissione edilizia ha riesaminato il progetto, sul quale anche la precedente edilizia aveva chiesto approfondimenti di carattere paesistico e di sostenibilità, su tali aspetti sono tornati sia i tecnici comunali sia la nuova commissione che hanno riscontrato nuovamente il persistere delle criticità precedenti.
«L’autocostruzione è un progetto che la precedente Amministrazione aveva avviato, il rispetto dei regolamenti comunali è necessario non solo in termini di regolarità ma anche per garantire a chi necessita della prima casa di abitazione di avere una luogo in cui vivere adeguato alle proprie esigenze, questa è la linea su cui proseguirà l’Amministrazione comunale» così afferma il sindaco Monica Gibillini.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img