21.5 C
Milano
lunedì, Maggio 23, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Animali. Comune Milano promuove “mese del chip” per cani

Ultimo aggiornamento il 30 Settembre 2008 – 16:30

30 settembre 2008 – A ottobre il Comune lancia una campagna per invitare i milanesi a dotare il proprio cane del “chip” identificativo. Infatti, pur essendo obbligatoria in Lombardia (dal 1987) l’iscrizione all’Anagrafe Canina Regionale (ACR), a Milano risultano registrati solo 55.000 cani, 25.000 col tatuaggio e 30.641 con il microchip, su un totale di 120 mila unità. Da qui l’iniziativa che intende sensibilizzare i padroni a iscrivere i propri cuccioli all’Anagrafe e ad applicare il chip. Per tutto il mese di ottobre ci si potrà recare dal veterinario o all’Asl e far applicare l’apparecchio al proprio cane al prezzo minimo consentito dall’Ordine, circa 35 euro anziché 50. Inoltre, per il 26 ottobre, ai Giardini Montanelli, è in programma la “giornata del chip”, dove il congegno sarà applicato a prezzi ancora più bassi.

L’iniziativa “Il mese del chip” è stata organizzata dal Comune assieme all’ASL Milano e all’Ordine Provinciale dei Medici Veterinari ed è patrocinata dal Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, dalla Regione Lombardia, dai 6 comuni dell’area nord di Milano interessati dal 2009 al processo di aggregazione nell’ASL Milano (Bresso, Cormano, Cinisello Balsamo, Cusano Milanino, Cologno Monzese e Sesto S.Giovanni), da società scientifiche e associazioni protezionistiche.

“Sicurezza e responsabilità: sono questi gli obiettivi che vogliamo ottenere con la campagna di sensibilizzazione – ha detto l’assessore all’Arredo, Decoro urbano e Verde Maurizio Cadeo -. Ancora molti milanesi non hanno applicato il chip al proprio animale, dimenticandosi che il cane ha una probabilità su 150 di perdersi, ma se si perde e non è stato registrato, ha meno di 6 probabilità su 100 di essere ritrovato. Con il chip invece le probabilità che venga riconsegnato salgono al 94%”.

“Sebbene il fenomeno del randagismo sia in calo, non si può lasciare al caso il riconoscimento dei cani, sia che vengano smarriti e debbano essere ricondotti alla loro famiglia, sia che vengano abbandonati e si debbano individuare le responsabilità di chi si libera del proprio cane – spiega Gianluca Comazzi, Garante per la Tutela degli animali del Comune -. Il mese del chip fa leva proprio sulla responsabilità dei proprietari di cani che hanno il diritto-dovere di registrare il proprio animale all’anagrafe canina pubblica. Il chip, ovvero il microtrasponditore identificativo, potrà essere applicato sia presso i veterinari liberi professionisti, sia nelle strutture del Dipartimento Veterinario dell’ASL. Combattere con ogni strumento l’abbandono degli animali è un segno di civiltà che una città come Milano non può e non deve trascurare. Da questa iniziativa ci aspettiamo molto, ma soprattutto ci auguriamo una risposta concreta dei cittadini che ancora troppo numerosi tengono cani in famiglia senza registrarli”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -