14.9 C
Milano
venerdì, Marzo 24, 2023

Proverbio: Pasqua voglia o non voglia, non fu mai senza foglia

Array

Cesano. L’intervento in Consiglio di S. Raimondo: "Ogni cesanese ha circa 1000 euro di debito"

(mi-lorenteggio.com) Cesano Boscone, 23 marzo 2009 – Ecco, il testo integrale dell’intervento in consiglio comunale di Cesano con gli emendamenti inviatici da Santi Raimondo:

 

Prima di iniziare l’intervento sul bilancio di previsione, desideriamo ringraziare i revisori dei conti per il lavoro svolto in questi anni.

Per i consiglieri di minoranza, il lavoro in occasione del Bilancio di Previsione è molto oneroso perché c’è da studiare una infinità di documenti.
Inoltre l’amministrazione comunale, quest’anno, ci ha fornito anche i rendiconti del 2007 delle società partecipate.
Questa sera eviterò di trattare altri argomenti oltre al bilancio di previsione, perché ritengo eccessivo aprire discussioni su questioni che meriterebbero una sessione intera del Consiglio Comunale.
Una cosa però la voglio ricordare a coloro che hanno la memoria corta.
Vogliamo ricordare quando Alleanza Nazionale, in questa sala, temeva che il Consiglio Comunale sarebbe stato esautorato dalle decisioni prese dalla società “Progetto Cesano”, mentre dalla maggioranza arrivavano rassicurazioni che quella ipotesi non si sarebbe verificata.
Oggi che stiamo trattando il bilancio di previsione del Comune, non conosciamo quali sono i progetti e le risorse della società patrimoniale.
Il Consiglio Comunale quindi non saprà se sarà realizzato il nuovo municipio, se sarà effettuato l’intervento al teatro Piana, se sarà effettuato l’intervento alla cittadella dello sport, se sarà effettuato l’intervento al centro professionale ENAIP, se sarà effettuata la manutenzione delle strade, delle scuole e del verde pubblico.
Quella della “Progetto Cesano” è una gestione fuori del bilancio che esula dalle competenze del Consiglio Comunale.
Il Consiglio Comunale potrà intervenire a posteriore in occasione del bilancio di rendiconto dopo circa un anno e mezzo.

Ovvero quando i buoi sono fuggiti dalla stalla, così come è accaduto per la fondazione Pontirolo e per la Società Area di cui il comune è socio, ma nessuno di noi conosce i progetti e le risorse di quelle società.

Questa esclusione dalle decisioni delle società partecipate lo avevamo annunciato con largo anticipo, ma nessuno dei consiglieri della maggioranza ci ha dato ascolto.

Ora è chiaro a tutti che quello che diceva Alleanza Nazionale non era propaganda strumentale.

La politica di esternalizzazione adottata dalla Giunta di centro-sinistra ha portato il Consiglio Comunale a perdere quella funzione decisionale e di controllo della cosa pubblica che aveva fino a qualche tempo fa.

L’unica soddisfazione che ci resta è quella del tempo, che essendo galantuomo, ci ha dato ragione.

E veniamo al bilancio di previsione per il 2009. Bilancio di previsione che è l’ultimo di questa maggioranza, ma ricalca pedissequamente i bilanci precedenti che hanno portato l’amministrazione ad accumulare un debito spropositato di € 21.150.000,00.

Oltre € 1.000 a testa per ogni cittadino di Cesano Boscone.

Il bilancio di previsione per il 2009 realizzato da questa maggioranza di centro sinistra è infatti un bilancio assolutamente virtuale e precario, altro che virtuoso.
Virtuale perché l’intera struttura del bilancio è costruita prevalentemente su una risorsa finanziaria di 6.682.000,00 € ricavata dalla alienazione di due aree, su un ennesimo mutuo di € 1.725.000,00, su una previsione di entrate per opere di urbanizzazione di € 1.389.000,00, su delle entrate per violazione del codice della strada per € 1.390.000,00
Precario perché potrebbe crollare il castello di sabbia su cui è stato realizzato l’intero impianto del bilancio, condizionato alla vendita delle aree, cosa non facile visto il grave problema finanziario che stiamo attraversando.
Precario perché se non si venderanno le aree, non entreranno neanche gli oneri di urbanizzazione.
Precario perché non è dimostrato scientificamente che nel 2009 i cittadini di Cesano violeranno ancora così eccessivamente il codice della strada, a meno che non ci sia un disegno ben preciso dell’Amministrazione nel perseguitare i cittadini.
Inoltre le entrate del titolo I, del titolo II, e del titolo III, vale a dire le entrate provenienti dai tributi pagati dai cittadini, le entrate provenienti dallo stato, dalla regione e da altri enti pubblici, e le entrate extratributari cioè quelle provenienti dai vari servizi e dalla violazione del codice della strada non sono sufficienti a finanziare le spese correnti.
Spese correnti che aumentano continuamente a causa dagli incontrollati usi dell’utilizzo dei beni di terzi, dalle notevoli risorse destinate alle prestazioni di servizio, dall’acquisto di beni di consumo, per gli incarichi di collaborazione esterna.
Spese correnti che una amministrazione virtuosa tenderebbe a ridurre, invece rispetto allo scorso anno sono notevolmente aumentate. (oltre trecentomila €).
Spese correnti, che la Corte dei Conti continua a sollecitare di tagliare, ma questa amministrazione continua a non invertire la rotta, finanziandole anche per il 2009 con circa un milione di €, che potrebbe essere invece utilizzato per ridurre l’indebitamento, migliorare i servizi e ridurre la pressione fiscale, considerato che quest’anno dovremo pagare complessivamente 2.057.000,00 € solo per i mutui contratti.
Sarebbe indispensabile cercare delle soluzioni per arginare i mille rivoli nei quali si diparte la spesa pubblica, eliminare le spese inutili e superflue, conseguire dei risparmi e abbassare così la pressione fiscale.
Ma come dicevamo prima questa amministrazione non si è mai impegnata a cercare soluzioni che vadano in questa direzione.
Il ritornello che in questi giorni continua a pervenire dalla maggioranza é: noi i soldi per realizzare il bilancio di previsione li abbiamo sempre trovati, vedremo se voi sarete capaci di fare altrettanto.
A parte questo velo di tristezza e di rassegnazione che ci conforta – evidentemente anche loro sentono il polso dell’opinione pubblica che non crede più agli incantatori di serpenti – quello che effettivamente ci preoccupa come amministratori è reperire risorse per una gestione responsabile dell’ente pubblico.
Riteniamo infatti inammissibile strutturare i bilanci ricorrendo al Monte di Pietà.
Tutti i bilanci di questa amministrazione di centro sinistra, sono stati strutturati sulle alienazioni delle aree patrimoniali che sono state cementificate, sugli oneri di urbanizzazioni, sulle violazioni del codice della strada, un nuovo tributo che sta sostituendo in tutto e per tutto le entrate derivanti dall’ ICI.
Questa amministrazione si è comportata alla stregua di un pessimo padre di famiglia che anziché andare a lavorare, vende le proprietà e si da irresponsabilmente alla bella vita, senza preoccuparsi minimamente del futuro dei figli.
Questa amministrazione è stata fallimentare, la peggiore delle amministrazioni di centro sinistra che si sono succedute nel corso degli ultimi mandati a Cesano Boscone e deve assumersi la responsabilità politica del proprio fallimento.

Riteniamo infatti fallimentare l’elenco delle opere pubbliche realizzate da questa amministrazione in questi cinque anni, che si riducono alla casa dell’acqua, e alla casa del latte, semplici appendici realizzati con il sostegno di Tasm, dalla provincia di Milano, dai privati.

Comunque “operette”, accessori, marginali, complementari, rispetto ai proclami effettuati in campagna elettorale.

Tanto che i cittadini non ricordano cosa di concreto abbia realizzato questa maggioranza.

Ecco allora che il Sindaco e la “Giunta”, per rinfrescare la memoria ai cittadini hanno deciso di finanziare una edizione straordinaria di “Cesano Notizie” per ricordare tutto quello che hanno fatto in questi cinque anni. Dai corsi di biodanza, al pranzo natalizio per gli anziani, ai pasti biologici per gli asili nido.

Riteniamo sia legittimo per il Sindaco e il centro sinistra fare campagna elettorale, ma riteniamo anche che questa non vada fatta con i soldi dei contribuenti che invece vanno spesi con più responsabilità.

Diffidiamo il Sindaco e la “Giunta a farsi la campagna elettorale con “Cesano Notizie” perché sono soldi dei cittadini.

Anche il rimboschimento di alcune aree del nostro territorio, importanti per la qualità della vita dei cittadini, è stato realizzato grazie ad ERSAF ente della tanta vituperata “Giunta” di centro destra della Regione Lombardia.

ERSAF, infatti, che collabora con la Direzione Generale Agricoltura della Regione Lombardia ha realizzato a partire dal 2005, proprio nel territorio dei comuni di Buccinasco, Cesano Boscone e Corsico oltre 300.000 metri quadrati di nuove superfici a bosco, a cui si aggiungono nei comuni limitrofi oltre 1.000.000 di metri quadrati di altre superfici boscate ed alberate, per un investimento complessivo di tre milioni e mezzo di euro.

Bisogna quindi essere onesti e dare a Cesare quello che è di Cesare.

Le opere strombazzate cinque anni fa in campagna elettorale e parte integranti del piano di mandato del Sindaco non sono state per nulla realizzate o ancora non sono state portate a termine, ci riferiamo: alla scuola di musica, al nuovo municipio, allo sviluppo urbanistico Tessera –Vigevanese, alla mobilità sulla Nuova Vigevanese, alla cittadella dello sport, alla ristrutturazione del Teatro Piana, alla ristrutturazione dell’auditorium di via Vespucci, alla riqualificazione del centro di formazione professionale.

Inoltre le strade, i marciapiedi, l’illuminazione, il verde pubblico, le scuole, versano in un tale stato di degrado, tanto che i cittadini dovrebbero chiedere il rimborso al Sindaco per le tasse pagate al Comune.

Il nuovo cimitero, che il Sindaco si ostina a considerare il suo fiore all’occhiello, realizzato con il “progetto di finanza” si è rivelato un bumerang per i cittadini che pagano l’acquisto dei loculi il doppio dei cittadini di Corsico di Trezzano o di Buccinasco.

Un discorso a parte merita la Tangenzialina di cui tanto si parla in questi giorni, progettata con il PRG del 2004 per allontanare il traffico dal centro abitato.

Concetto condivisibile se il progetto non fosse alquanto bizzarro.

Il progettista, uno di quegli esperti pagato profumatamente dall’amministrazione comunale, ha previsto che la realizzazione della Tangenzialina, una struttura molto complessa fosse realizzata in un territorio che non appartiene al comune di Cesano Boscone.

Niente di strano se il comune di Milano, nel cui territorio è previsto il passaggio della Tangenzialina, fosse stato contattato e avesse dato la disponibilità a concedere il proprio territorio e avesse partecipato alla realizzazione dell’opera.

Invece al comune di Milano, sembra inverosimile, non sono mai arrivati richieste dalla nostra amministrazione per la realizzazione dell’opera.

Nel frattempo però sono state realizzate degli insediamenti abitativi nell’area di via Vespucci e altri stanno per sorgere nell’area di via Salvo D’Acquisto e i cittadini della zona Pasubio-Libertà-Venezia sono legittimamente preoccupati dall’enorme quantità di traffico che si svilupperà e che attraverserà il q.re che non ha le strutture adeguate per smaltirlo.

Si stanno creando le condizioni per una cattiva qualità della vita, così come è accaduto al q.re Tessera. Sbagliare è umano, perseverare nello stesso errore è da incompetenti.

Alleanza Nazionale ritiene necessario perseguire l’obiettivo della realizzazione della Tangenzialina prevista dal PRG, occorre però stabilire rapporti regolari e concreti con i tecnici e soprattutto con gli esponenti politici del comune di Milano.

Alla luce delle richieste emerse dal dibattito che si sta sviluppando sul territorio da parte di cittadini organizzati riteniamo che in questo momento la soluzione migliore sia quella di urbanizzare via Libertà, mantenere il senso unico della via, avviare in maniera responsabile un tavolo con il comune di Milano, con la provincia di Milano, e la Regione, studiare i flussi della mobilità ed effettuare interventi mirati alla risoluzione del problema intervenendo in maniera adeguata.

Manca anche una soluzione seria al problema della mobilità del Tessera che non si risolve con la limitazione della velocità a 30 all’ora, ne restringendo e allontanando la carreggiata dalle abitazioni e separandole con delle siepi, ne migliorando l’estetica del quartiere.

Questi sono strategie che certamente vanno finalizzate ma siamo ancora nell’ambito dei pannicelli caldi.
La soluzione della mobilità del Tessera risiede nello smaltimento del traffico in uscita dai centri commerciali attraverso la via Galvani verso la Tangenziale.

Questo è l’obiettivo che andava perseguito. Alleanza Nazionale lo suggerisce ormai da dieci anni.

Della piscina non vogliamo aggiungere nient’altro perché i cittadini in questo ambito hanno le idee chiarissime e sanno a chi attribuire le responsabilità.

Disastrosa è stata anche la politica della casa di questa maggioranza e pochi alloggi assegnati alle giovani coppie non bastano ad assolverla dalle numerose colpe.

A Cesano Boscone si sarebbe potuto attuare un’ottima politica della casa per i giovani se solo il Sindaco avesse accolto le nostre proposte di realizzare alloggi a costo sociale nell’area di via Vespucci.

Area venduta invece dal Sindaco per fare cassa e tamponare le falle del bilancio comunale.

Riteniamo che questa amministrazione come quella precedente ha l’enorme responsabilità di aver in maniera selvaggia eroso e cementificato il territorio di Cesano Boscone pregiudicando la qualità della vita dei cittadini.

Anche in questa occasione Alleanza Nazionale esprime la propria contrarietà alla realizzazione di altri alloggi nel campo di rugby al Tessera.

Questa amministrazione è stata fallimentare oltre che sul piano economico anche su quello politico.

Il centro sinistra si è infatti diviso su molti punti importanti del piano di mandato: il nuovo municipio, la fondazione culturale, la società “Progetto Cesano”, la esternalizzazione dei servizi, la festa patronale, lo sviluppo urbanistico Tessera –Vigevanese. Infatti prima Rifondazione e poi i Socialisti hanno abbandonato la “Giunta”.

Adesso il Sindaco sta cercando di recuperare i compagni di merenda che gli hanno reso impossibile la vita fino ad arrivare alla separazione.

Non crediamo che questa maggioranza possa avere ancora un futuro politico a Cesano Boscone.

Emendamento al bilancio di previsione del 2009. Trasporti pubblici locali.


Il sottoscritto Santi Raimondo, Capogruppo di Alleanza Nazionale verso il Popolo della Libertà con il seguente emendamento al bilancio di previsione 2009, chiede di destinare la somma di

€ 192.000,00 a sostegno dei trasporti pubblici locali, (funzioni 8 servizio 3) in considerazione anche dei nuovi insediamenti in Via Vespucci e successivamente in Via Salvo D’Acquisto nonché alla realizzazione di un servizio navetta, interno al Comune di Cesano Boscone che colleghi i punti nevralgici della città.
La somma è ricavata con un risparmio del 3% sulle prestazioni di servizio.
In tal modo le risorse destinate ai trasporti pubblici locali passerebbero da € 195.000,00 a € 387.000,00.

EMENDAMENTI AL SETTORE SOCIALE

Il sottoscritto Santi Raimondo, Capogruppo di Alleanza Nazionale verso il Popolo della Libertà con il seguente emendamento al bilancio di previsione 2009, chiede di destinare la somma di

· € 116.150,00 a titolo di contributo economico a sostegno delle funzioni nel settore sociale (funzione10 servizio 4) assistenza, beneficienza pubblica e servizi diversi alla persona, esattamente alla voce trasferimenti come integrazione alla somma destinata dal Comune e dalla Regione quale contributo rivolto ai canone di locazione, per i cittadini che nel 2009 dovessero manifestare difficoltà al pagamento dell’affitto a causa di problemi occupazionali derivanti dalla crisi economica.
La somma è ricavata:
· € 64.150,00 con un risparmio del 10% dagli incarichi di collaborazione;
· € 52.000,00 con un risparmio del 10% sugli acquisti e beni di consumo.

In tal modo le risorse destinate ai trasferimenti passerebbero da € 725.000,00 a
€ 841.150.

Cesano Boscone 09-03-09 Santi Raimondo
Capogruppo di A.N. verso il PDL

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,570FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -