-1.2 C
Milano
mercoledì, Febbraio 8, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

Array

A Buccinasco un 25 aprile all’insegna della discordia

(mi- lorenteggio.com) Buccinasco, 27 aprile 2009 – Tutto è filato liscio fino agli interventi: dal corteo, accompagnato dalla Banda Civica "Giuseppe Verdi", che si è snodato lungo le vie cittadine, che si è concluso davanti al Comune, dove la celebrazione ha avuto il suo momento centrale con la deposizione della corona d’alloro al monumento ai caduti.

Ma, c’era da immaginarselo, non poteva essere la "festa di tutti", soprattutto qui a Buccinasco, dove lo scontro politico viaggia sul web, su facebook oltre che nei luoghi istituzionali; dove le parole non sono mai concilianti, anzi, tutt’altro. Le parole qui spesso abbondano, celano insinuazioni e provocazioni nonchè alimentano feconde polemiche.

Quindi, anche all’indomani del 25 aprile, la polemica non è stata sulla presenza o meno delle bandiere dei partiti, come a Cesano, Rozzano e Trezzano, ma, si è trasformata, dopo l’evento in piazza, in un’aspra critica, tramutatasi in un vero e proprio attacco politico al Sindaco in persona.

L’attacco è maturato in merito al discorso pronunciato dal primo cittadino, che, secondo Rino Pruiti, consigliere di Uniti per Buccinasco, portavoce del dissenso, come scrive e "tagga qua e là" , il Sindaco si è reso reo di aver esaltato  le gesta del Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, facendo un vero e proprio comizio,  trascurando e tralasciando la memoria e il ricordo per quel giorno, http://www.rinopruiti.it/dblog/articolo.asp?articolo=1217

Il Sindaco di Buccinasco Loris Cereda così replica: "Nel mio discorso per il 25 aprile ho cercato di sottolineare l’importanza di dare alla ricorrenza le caratteristiche di una festa che unisca e non che divida. Una festa che unisca chi ha davvero a cuore le sorti del nostro Paese. E’ evidente che, tra questi, vada riconosciuto un importante ruolo a Silvio Berlusconi. Gli attacchi di cui sono stato oggetto perchè mi sono ‘permesso’ di fare il suo nome dimostrano ancora una volta che parte della sinistra non accetta le regole della democrazia, non vuole che l’Italia diventi un Paese normale e vuole continuare incessantemente nell’opera di sabotaggio in Italia come a Buccinasco" .

No comment.

Vittorio Aggio

 

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img