8.5 C
Milano
domenica, Febbraio 5, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

Array

Parte a Milano l’evento KIKA’: moda, arte, design per gli appassionati dello shopping esclusivo

(mi-lorenteggio.com) Milano, 05 maggio 2009 – Per gli appassionati dello shopping esclusivo un evento creato per chi ama scoprire e comprare oggetti di lusso inusuali, occasionalmente insieme esposti a “Kikà: moda_arte_design” che, il 7 e 8 maggio 2009, inaugura la sua prima edizione milanese all’Hotel Nhow. Una ricorrenza immancabile per gli amanti dello shopping ricercato.

Kikà è un evento creato per permettere ai visitatori di trovare, riuniti in un solo spazio, gli oggetti più cool e particolari per arricchire la propria personale collezione di abbigliamento, accessori, design e oggetti d’arte. Tra gli altri gli esclusivi sandali di Grazia Vozza realizzati con pietre dure, Adelaide Nappa con bijoux e gioielli Lampony’, gonne pezzi unici firmate Olivia Ansaldi, quadri racconto che ritraggono la realtà cosmopolita di Londra di Anna Albini, borse e scarpe da uomo Valerio Viganò realizzate a mano, coloratissime borse e accessori su misura in coccodrillo di Salvatore Mondatore o le scarpe Andrea Verdura create con l’utilizzo di materiali riciclati e l’impiego di elementi naturali come la juta, il legno o il cuoio vegetale e molti altri oggetti dell’artigianato di lusso realizzati da espositori provenienti da tutt’Italia e non solo. Leila Hafzi, norvegese di origine iraniana, presenta a Kikà in anteprima nazionale per il pubblico, la collezione fall-winter di abiti da sera dipinti a mano in chiffon e seta. E poi Juju Jewels, stilista svedese, con i gioielli realizzati a mano con pietre brasiliane e cristalli colorati.

Sponsor di Kikà T’A Sentimento Italiano, brand nuovo e giovane che combina tradizione e creatività. Il cioccolato T’a è per Tancredi e Alberto Alemagna la sintesi di storia e innovazione, di qualità e raffinatezza, un modo nuovo e pieno di spontaneità di proporre la bontà e la classe del Made in Italy.

Kikà, attraverso la AV Gallery, supporta la Fondazione Antonio Valentino ONLUS, un progetto nato nel 2000 a supporto della ricerca scientifica, dello studio e della prevenzione delle cardiomiopatie, causa di morte improvvisa giovanile.

Nell’atmosfera rilassata e informale del Nhow, il “salotto” Kikà potrà portare in Zona Tortona interessi e passioni, creando un appuntamento semestrale a Milano con l’idea di trasformare poi la mostra in un evento itinerante nelle principali città italiane.

Kikà: l’idea

L’idea nasce da Ilaria Giacolono, fondatrice di Jila Events, Antonietta Santoli, fondatrice di Ad Maiora, e Adelaide Nappa, fondatrice di Lampony’.

Ilaria Giacolono e Antonietta Santoli sono entrambe professioniste nel settore eventi e pubbliche relazioni. Attive nell’organizzazione di eventi, hanno unito professionalità, conoscenza e creatività per soddisfare le esigenze e i desideri dei clienti, realizzando progetti personalizzati e coinvolgenti.

Adelaide Nappa, da sempre appassionata di design, pittura e altre tecniche creative, si lascia catturare dal fascino che le pietre le trasmettono dando libero sfogo alla sua fantasia, che si concretizza nella realizzazione di gioielli e bijoux con un’impronta decisamente personale.

La partnership di Jila Events, Ad Maiora e Lampony’ con il Nhow di Milano ha portato all’ideazione dell’evento Kikà: un’esposizione di prodotti trendy e raffinati in un percorso di shopping curioso e inusuale.

Il supporto di ufficio stampa per Kikà è di annaBi Group.

Espongono a KIKA’

Milano, 7-8 maggio 2009 – Hotel Nhow

ANDREA VERDURA- Fucecchio (FI)
La sua formazione non è avvenuta in maniera tradizionale. Nel 1998, durante un soggiorno in Australia presso il villaggio Arts Factory, ha dovuto realizzarsi da solo i propri sandali seguendo l’orientamento del villaggio che si basava sul principio del riciclo dei materiali al fine di rispettare la natura. Rientrato in Italia apre un laboratorio a Piombino, suo luogo di origine, dove continua l’esperienza australiana grazie a un’intensa attività di ricerca basata sul riciclo dei materiali e l’impiego di elementi naturali come la juta, la canapa, il legno o il cuoio vegetale. Tale è la passione per la sua attività che Andrea Verdura ha insegnato gratuitamente l’arte di fabbricare calzature artigianali a chiunque volesse imparare.
Nel 2005 si trasferisce a Fucecchio, zona di grande tradizione nel settore delle calzature: il suo laboratorio è uno studio di ricerca dove, alla progettazione e realizzazione di calzature, affianca anche l’interesse per occhiali e altri accessori. La sua produzione, dagli aspetti veramente singolari, è diffusa e apprezzata in varie nazioni, soprattutto nei paesi nordici e in Giappone.

ANNA E ALEX – Milano
La gioia esplosiva dei colori, la sorprendente originalità di materiali pregiati e inconsueti, l’eccellenza dell’antico artigianato italiano, creatività, passione, gusto del bello sono le caratteristiche della collezione di ornamenti femminili firmata da Anna e Alex, sintesi di elementi solo apparentemente antitetici . Fusione di caratteri, espressione di stati d’animo in cui la tensione al bello si fonde ad un gioioso talento creativo, il rispetto per la tradizione ad una fantasiosa pulsione innovativa.

ANNA SAMMARONE
Anna ha coltivato sin da bambina una eccezionale propensione per l’estetica, per il gusto, per la ricerca dei dettagli e degli accostamenti originali ma sempre raffinati.
E’ sempre stato impossibile non notare il modo in cui vestiva, così diverso, così "suo". Non era però il tipico atteggiamento di tutte le ragazze che seguono le mode e adottano uno stile. Era qualcosa di più, ora sbocciato in quello che adesso sono le sue splendide collezioni di abiti senza tempo, dove niente è lasciato al caso.

AESTHETICALLIANCE – MARISIA LUKASZEWSK – AUSTRALIA
Curatrice e produttrice di mostre, Marisia, con il progetto AESTHETICALLIANCE, promuove l’arte e il design australiani.
Per l’edizione 2009 del Salone del Mobile di Milano, ha curato l’esposizione So Buono! A Cultural design feast, dove è riuscita ad illustrare come due diverse culture del design, quella italiana e quella australiana, riescono a mescolarsi e a trovare posto all’interno di una sala da pranzo.
Marisia intende far riflettere su come noi interagiamo, mangiamo ed usiamo il design nella vita di tutti i giorni, e su quanto il mondo si sia sincronizzato, sia in termini di ideali estetici e funzionalità, sia in materia di sostenibilità ambientale.

BETTINA THOMAS – Roma
I cappelli di Bettina Thomas sono realizzati per incorniciare i bei volti di tutte le donne o per abbellire le "teste coronate" durante le occasioni particolari: cappelli semplici o stravaganti, originali o sobri creati per il piacere di portarli, per bellezza o semplicemente per farsi ammirare.

COXY – Roma
La designer Coxy propone magliette in cotone vintage, borse in tessuto e pelle con disegni e inserti dipinti a mano.

DANIELA DE MARCHI
Eclettica e a volte imprevedibile come le sue originali, raffinate creazioni, Daniela De Marchi realizza collezioni di gioielli senza tempo. Vitale e spontanea, Daniela ha saputo trasferire la solarità del suo carattere nelle proprie creazioni, che rispecchiano l’amore per la natura nell’imitazione di motivi tratti dalle superficie delle rocce, da cortecce e radici, da coralli e anemoni di mare dai quali prendono vita le sue ricercate collezione di anelli, orecchini, ciondoli, collane e bracciali.

FRANCESCA VILLA GIOIELLI – Milano
Francesca Villa Gioielli è un marchio emergente, di ricerca e di altissimo livello caratterizzato dall’utilizzo di “objets trouvés”: una libera sperimentazione di materiali e volontà di narrazione. Ogni oggetto scelto da Francesca custodisce una storia ma è la forza del progetto a riportarla in vita. Tutti i gioielli di Francesca Villa nascono dalla contaminazione e mescolanza di culture e materiali diversi: ametiste, diamanti, perle, oro, zaffiri, coralli. Ma anche antichi soldatini di piombo di fine 800, antiche “bugles” di Murano in vetro bianco, reliquiari dell’800, piccoli contrappesi africani usati per pesare la polvere d’oro, dagherrotipi americani dell’ottocento (antesignani delle odierne fototessera) con volti che paiono usciti da Spoon River. Il tutto legato da un unico filo rosso, il Design, strumento universale in grado di unire voci, suoni, luoghi, culture dando loro nuova vita.
Ne nasce, in tal modo, un prodotto unico, con una forte identità e riconoscibilità: ogni gioiello è diverso dall’altro, un lavoro di ricerca e continua innovazione certamente complesso, ma di straordinario stimolo.

GIANMARCO RUSSO – Roma
Tra la collezione di accessori moda realizzata dal fashion designer Gianmarco Russo spiccano le sue "stole gioiello" realizzate interamente a mano utilizzando tessuti preziosi e rese uniche da particolari chiusure realizzate con corallo,turchesi,ametiste, perle e cristalli.

GRAZIA VOZZA – Capri
Grazia Vozza con Capri e la pietra ha intrecciato un amore reciproco in assoluta corrispondenza emotiva. Pietre che danno vita a gioielli particolari da guardare, da esporre, da indossare, ma soprattutto destinati a far sognare: sandali gioiello capresi ultrapiatti e impreziositi da pietre naturali, spettacolari collane di pietre dure, ciondoli, borse gioiello, pochette in cuoio intrecciato trattenute da preziose catene brunite.

JUJU JEWELS- Svezia
Comprare gioielli è un’esperienza molto personale. Più degli abiti, scegliere un gioiello è qualcosa di intimo. Il gioiello può definire la personalità di chi lo indossa, essere un’espressione dell’anima. Bisogna innamorarsi di un gioiello per indossarlo bene. Tutti i gioielli JUJU sono realizzati a mano in argento 925, con pietre semipreziose brasiliane e cristalli colorati.
Ogni pezzo è unico ed è disegnato dalla stilista svedese Ullis Engwall-Ceccarelli.

LAMPONY’- Adelaide Nappa- Milano
Le creazioni di Lampony’ sono un tuffo nel colore, nell’energia e nella femminilità: i bijoux nascono dall’amore per l’arte e sono forgiati con sapiente tecnica artigiana. Da sempre appassionata di disegno, di pittura e di altre tecniche creative, Adelaide Nappa si lascia catturare dal fascino che le pietre le trasmettono dando libero sfogo alla sua fantasia, che si concretizza nella realizzazione di gioielli e di accessori moda con un’impronta decisamente personale.
Ispirata dalle sue muse ( Brigitte Bardot, Audrey Hepburn, Sofia Loren), Adelaide realizza collane con elementi colorati in renna, pelle o camoscio abbinati a pietre dure, catene di color argento e dorato con pietre dure o con conchiglie, da portare a doppio giro oppure lunghe, orecchini con contrasti sorprendenti, bracciali dal mood gitano con ciondoli e pietre dai mille colori.

LEILA HAFZI- Nepal
Stilista norvegese, promotrice di un commercio etico e organico, dal 1997 porta avanti il suo progetto di moda etica in Nepal. La sua collezione di abiti da sera, realizzata in collaborazione con i migliori sarti nepalesi, spesso anche in condizioni precarie, è basata sull’equilibrio di materiali alternativi dipinti a mano.

MONDATORE Milano – Salvatore Mondatore – Milano
Mondatore è una piccola realtà artigiana specializzata nella produzione di articoli di pelletteria pregiata. Le pelli utilizzate sono quelle di coccodrillo e struzzo con le quali vengono realizzate borse, cartelle, trolley, cinture, portafogli e piccola pelletteria, scatole ricoperte, scarpe, guanti e molti altri articoli.
La grande cura e l’esperienza della lavorazione manuale portano ad una elevata qualità del prodotto.

OLIVIA ANSALDI – Milano
Olivia Ansaldi disegna e crea gonne, vestiti, giacche, spolverini: capi unici, ricercati, da collezionare uno dopo l’altro come veri oggetti di culto.

PASHMINA ITALY – Gaynor Mazzone- Genova
Il termine Pashmina deriva da ‘pashm’,ovvero interno,che si riferisce al sottopelo della ‘capra hircus’, la quale fornisce la migliore pashmina. Questi animali vivono esclusivamente sull’altopiano tibetano, a 4800m di altitudine, e si proteggono dal freddo e dalla malnutrizione grazie al pelo eccezionale ma, al tempo stesso sottilissimo. Gaynor Mazzone, designer di accessori moda , seleziona pashmine, plaid, sciarpe, pantofole da viaggio: prodotti di assoluta eleganza, intramontabili nel tempo.

PATSA – Patrizia Santamaria- Roma
Patsa non segue le tendenze. Non esiste una collezione. Esistono idee, creatività, voglia di dare forma alla materia informe. I gioelli di Patsa sono caratterizzati da forme fluide, morbide, preferibilmente asimmetriche. Ogni singolo pezzo ha un suo momento, frutto di un preciso stato d’animo.

SILVIA MARTINENGHI
Appassionata d’arte, dipinge soggetti floreali su stoffa e tessuti, personalizzando in base ai colori e agli arredi presenti nelle case dei suoi clienti.
Un’idea di regalo per i neonati: lenzuoline con il nome del nascituro dipinto tra prati fioriti e piccoli animali.

VIGANO’ 1946 – Valerio Vigano – Milano
"Fare i capricci ed essere accontentati". Questa la filosofia di Vigano 1946, azienda che produce e commercializza calzature su misura realizzate artigianalmente. Scegliere Vigano 1946 significa condividere le esperienze, sentirsi come si vuole sentirsi, vivere il mondo in armonia con i propri modi e stili di vita.

.
SPONSOR: T’a Sentimento Italiano- Milano
Se è vero che le passioni vere si trasmettono con i geni, Tancredi e Alberto Alemagna hanno ereditato quella per il cioccolato. È dal 1911 che in casa Alemagna si creano prodotti speciali, pensati per regalare attimi di piacere e dolcezza.
Con T’a, un brand nuovo e giovane che combina tradizione e creatività, l’arte di famiglia è stata rivisitata in chiave contemporanea e resa vivace da una visione imprenditoriale che esplora i trend e li trasforma in prodotti raffinati e accattivanti.
Il cioccolato T’a è la sintesi di storia e innovazione, di qualità e raffinatezza, un modo nuovo e pieno di spontaneità di proporre la bontà e la classe del Made in Italy.
T’a fa le cose con sentimento. Sentimento Italiano.

FONDAZIONE ANTONIO VALENTINO ONLUS – AV Gallery- Roma
La Fondazione Antonio Valentino Onlus opera nel settore della ricerca scientifica, dello studio e della prevenzione delle cardiomiopatie, causa di morte improvvisa giovanile. La Fondazione costituisce un punto di incontro per cittadini, istituzioni ed operatori sanitari, contribuendo alla diagnosi ed alla cura di tali patologie. Tra i canali di raccolta fondi, la Fondazione gestisce AV Gallery, una galleria d’arte i cui ricavi sono devoluti alle varie iniziative. Inaugurata nel 2005 e gestita integralmente dalla Fondazione Antonio Valentino Onlus, l’AV Gallery City nasce per offrire agli artisti la possibilità di esprimere il proprio talento in piena libertà. Nello spazio espositivo di KIKA, AV Gallery proporrà oggettistica proveniente da fiere nazionali ed internazionali.

V.A. + agenzie

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img