31.7 C
Milano
mercoledì, Luglio 6, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

Array

E’ morto don Giovanni Baget Bozzo

Ultimo aggiornamento il 8 Maggio 2009 – 10:14

Milano, 8 mag. (mi-lorenteggio.com) – Da come si apprende dal sito online de "Il Giornale", è morto questa notte, all’età di 84 anni, nella sua casa di Via Corsica, nel quartiere di Carignano a Genova, don Gianni Baget Bozzo, di cui era editorialista.

I funerali si svolgeranno lunedì prossimo alle 11,30 nella chiesa del Sacro Cuore di San Giacomo di Carignano a Genova.

Nato a Savona l’8 marzo 1925 sacerdote e politico italiano è stato per due volte europarlamentare e da anni collaborava come commentarore a "Il Giornale". Fu ordinato sacerdote nel 1967 all’età di 42 anni.

In gioventù, dopo la laurea in Giurisprudenza, fu attivista della Democrazia Cristiana. Fu anche sospeso "a divinis" dall’Arcivescovo di Genova, Giuseppe Siri dopo la sua candidature nel 1984 con i socialisti all’Europarlamento, posizione alla quale era stato spinto dalla sua contrarietà al compromesso storico fra Democrazia cristiana e Partito comunista. Per questo, alla fine degli anni ’70, si era avvicinato a Bettino Craxi, nel quale vedeva il leader di una sinistra moderata e socialdemocratica.

L’impegno in Forza Italia

Il mutato scenario politico che si venne a delineare negli anni successivi al 1992, scaturito dallo scandalo di Mani Pulite, spinse Baget Bozzo a continuare il suo impegno personale in politica, su posizioni opposte a quelle della nascente coalizione dei Progressisti. Lasciato il Partito Socialista Italiano, nel 1994 partecipò quindi alla fondazione di Forza Italia, partito politico di Silvio Berlusconi, di cui redasse successivamente la Carta dei valori e che si occupò di radicare culturalmente nell’orizzonte del "liberalismo popolare". Collaborò con alcune testate giornalistiche come Panorama e i quotidiani il Giornale, La Stampa e Il Secolo XIX, rivestendo inoltre la carica di direttore responsabile di Ragionpolitica, periodico telematico dell’area politico-culturale che fa riferimento al Popolo della Libertà.

Orientamento teologico

Baget Bozzo è stato un sostenitore dell’insegnamento teologico di Joseph Ratzinger, fin dai tempi dell’elezione di quest’ultimo a prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede (1981). Ha scritto varie opere di saggistica religiosa: La metamorfosi della cristianità, Dio e l’Occidente, Il futuro del cattolicesimo, Il Dio perduto, L’Anticristo e Profezia. Fu autore di diversi scritti politici pubblicati in Italia.

V.A.

(per la biografia fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Gianni_Baget_Bozzo )

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,610FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -