26.8 C
Milano
martedì, Luglio 5, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

Array

Corsico. Il libro di Cuomo fa discutere

Ultimo aggiornamento il 23 Maggio 2009 – 14:19

(mi-lorenteggio.com) Corsico, 23 maggio 2009 – Ieri sera, al Bien Vivre Cafè nel centro storico, un’affollata sala ha ascoltato Massimo Cuomo, autore del libro "Profitto e Castigo".
Difficile trovare, soprattutto in questi giorni preelettorali, una serata in cui la politica, il sindacato e la cultura si incontrano per parlare del lavoro nel proprio territorio, per affrontare temi che la  propria realtà locale quotidianamente vive e insieme tentano di solcare un sentiero per incominciare ad affrontare le difficili e nuove problematiche del "lavoro moderno".
Ospiti della serata, l’Assessora alle Politiche Sociali del Comune di Corsico, Nadia Landoni e Renato Losio, segretario generale della Filcams CGIL Lombardia, il più forte , il più rappresentativo e primo per numero di iscritti, sindacato del settore terziario. A moderare il dibattito il giornalista di Altraeconomia, Luca Martinelli. Tra il pubblico i lavoratori e le lavoratrici dei centri commerciali della zona, delegati sindacali delle tante realtà e giovani.

L’autore del libro, con un linguaggio semplice e schietto, lo stesso del libro, vicino alla realtà di tutti i giorni, ha narrato quanto ha raccolto durante la sua esperienza presso Sportello Disagio della GCIL, uno sportello dedicato ad ascoltare e a cercare di risolvere i tanti problemi, piccoli, grandi e anche gravi, dei lavoratori e delle lavoratrici del terziario, in particolare dei centri commerciali.
Un lavoro analitico, nel quale Cuomo ha raccolto tanti episodi negativi, che visti singolarmente potrebbero sembrare altro che singole esperienze di disagio lavorativo, ma, viste tutte insieme, queste moderne problematiche, mettono in luce una realtà, che così tanto rosea non è.
Un libro che analizza e focalizza la moderna  fabbrica con le sue dinamiche: il centro commerciale; descrivendo tra le pagine, apertamente tutti gli aspetti di lavoro (dai contratti alle diverse forme di precarietà) e i rapporti interpersonali all’interno, a volte, esasperati tra le diverse gerarchie.

Renato Losio

Renato Losio, dopo aver dichiarato che, oggi, Confcommercio è più forte di Confindustria, ha apprezzato il lavoro di Cuomo; le tematiche affrontate questa sera, in questo quadro completo, fanno riflettere. Cuomo, ha saputo fare un sunto, chiaro della situazione, focalizzando in modo semplice e accorpando con un’unica analisi le problematiche dei luoghi di lavoro; per questo lo Sportello Disagio, dopo la sua fase sperimentale, va implementato.
Anche l’assessora ha letto il libro e ha apprezzato il conoscere con questa diversa visione completa le tematiche di disagio, che molti cittadini, vivono.

Landoni e Cuomo

Disagi, che, poi si trasformano anche in problemi psico-sociali. Per questo è necessario saper individuare e intervenire anche nei luoghi di lavoro, dove  i primi sintomi dei disagi si manifestano.
Per questo, ha valutato positivamente lo Sportello Disagio, avendo intenzione, come amministrazione, di implementare il servizio in sinergia al sindacato, affiancando allo sportello, ad esempio, alcune associazioni, compententi per ogni singola materia di disagio, in modo tale da ridurre il carico di lavoro dello Sportello.
Dopo i due ospiti, hanno preso la parola i lavoratori e le lavoratrici e il dibattito si è protratto per diverse ore.

Vittorio Aggio

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,550FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -