23 C
Milano
mercoledì, Luglio 6, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

Array

Brebemi, sì del Cipe al progetto definitivo. Il via ai lavori il 22 luglio

Ultimo aggiornamento il 26 Giugno 2009 – 19:01

(mi-lorenteggio.com) Roma, 26 giugno 2009 –  Il Cipe, Comitato interministeriale per la programmazione economica, ha approvato il progetto definitivo della Brebemi, il collegamento autostradale Brescia-Bergamo-Milano.

Ne dà notizia l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo.

I cantieri dell’opera (del valore di 1,6 miliardi interamente in project finance) apriranno come programmato il 22 luglio. L’arteria sarà lunga complessivamente 62,1 km e attraverserà 43 Comuni di 5 Province (Milano, Bergamo, Brescia, Cremona e Lodi).

Il tracciato avrà due corsie per senso di marcia (con predisposizione alla terza corsia) più quella d’emergenza nel tratto tra Brescia e Treviglio (Bergamo) e tre corsie più quella d’emergenza da Treviglio all’innesto con la futura Tem, la Tangenziale est esterna di Milano.

La nuova infrastruttura prevede anche opere viabilistiche di collegamento, il potenziamento e la riqualificazione di numerose strade locali, per un totale di 70 chilometri. Tra le strade che verranno risistemate, ci sono la "Rivoltana" e la "Cassanese", che avranno quattro corsie e saranno completamente senza semafori.

I lavori dureranno 40 mesi: le auto cominceranno a circolare nel 2012.

"Grande soddisfazione" per l’approvazione da parte del Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe) del progetto definitivo della Brebemi, il collegamento autostradale Brescia-Bergamo-Milano, è stata espressa dal presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, che ricorda come "sia stato fondamentale in questi mesi il lavoro svolto da Regione Lombardia".
"Quello di oggi è un grande giorno – ha detto Formigoni – per Regione Lombardia, per i suoi cittadini e per le sue imprese. I nostri sforzi sono stati premiati e possiamo mantenere la promessa di avviare i lavori il 22 luglio. Efficaci si sono dimostrati il metodo di lavoro utilizzato, che ci ha permesso di risparmiare tempo e denaro coinvolgendo fin da subito Governo ed Enti locali con l’Accordo di programma e superando in questo modo numerosi ostacoli. Così come tempo e denaro abbiamo risparmiato grazie alla società Cal, costituita al 50% con Anas proprio per questo".
"Si pensi inoltre – ha aggiunto Formigoni – che non un centesimo di quello che costerà quest’opera arriva da finanziamenti pubblici. Questa è la prima autostrada regionale in Italia che sarà realizzata in totale autofinanziamento ed è l’ennesima dimostrazione di una Regione che lavora e che funziona".
Molto soddisfatto anche l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo, che ha descritto il nuovo collegamento come "un’opera rivoluzionaria per il panorama delle infrastrutture del nostro Paese che avrà un’influenza positiva sul traffico giornaliero. E’ previsto, infatti, un traffico di 60.000 veicoli al giorno e un decongestionamento delle altre arterie stradali molto significativo. Allo stesso tempo, la velocità media passerà dagli attuali 23 chilometri orari a 72. La Brebemi sarà realizzata secondo i più moderni standard di sicurezza autostradali europei.
L’illuminazione, presente sull’intera tratta, rispetterà le normative per il contenimento dell’inquinamento luminoso. Tutte le gestioni del sistema autostradale (traffico, manutenzione, operazioni di soccorso) saranno controllate dal centro operativo di Romano di Lombardia. Sul tracciato saranno inoltre presenti 270 telecamere per il monitoraggio dell’intero asse autostradale. Di
queste, 220 sono dotate di sensori per il riconoscimento degli incidenti. Sull’autostrada ci saranno inoltre 50 pannelli a messaggio variabile, 16 dislocati lungo l’autostrada e 34 agli ingressi". "Per fare tutto questo – ha detto ancora Cattaneo – ci sono volute 104 riunioni in due anni e 210 ore di lavoro a stretto contatto col territorio. E non un solo centimetro quadrato di questo progetto è stato portato avanti senza l’approvazione di tutti gli interessati".
"Ora – ha concluso Formigoni – io e l’assessore Cattaneo vigileremo affinché sia rispettato l’impegno preso di cominciare i lavori il 22 luglio.Il cronoprogramma deve assolutamente procedere senza ritardi e intoppi".

V.A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,553FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -