29.6 C
Milano
mercoledì, Luglio 6, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

Array

Successo strepitoso per la Festa di Opera

Ultimo aggiornamento il 30 Giugno 2009 – 12:44

Opera, 30 giugno 2009 – Opera ha celebrato i suoi Santi Patroni Pietro e Paolo festeggiando, domenica 28, insieme a oltre diecimila persone provenienti anche dai comuni limitrofi. Molti milanesi, locatesi, pievesi ed altri visitatori giunti soprattutto dal sud Milano hanno animato la giornata operese iniziata con l’inaugurazione del Bancolat, il distributore di latte crudo appena munto in cascina e trasportato nel centro cittadino, che ha erogato mille litri di latte nell’intera giornata.
“A Opera nessuno ricorda un festeggiamento della Festa Patronale ricca ed affollata come in questa edizione – commenta entusiasta il Sindaco Ettore Fusco – finalmente abbiamo dato ai cittadini quello che vogliono e loro hanno risposto con entusiasmo”
Sono giunte in mattinata le Ferrari, per la gioia degli appassionati, che hanno sfilato lungo le vie cittadine fino al luogo preposto all’esposizione mentre i fedeli seguivano la messa concelebrata dal Parroco Don Olinto, da Monsignore Don Michele Arnaboldi che quest’anno festeggia i 60 anni di sacerdozio, e da Don Agostino, oggi Parroco di Moggio, il padre dell’oratorio di Opera.
A pranzo in centinaia hanno pasteggiato nell’oratorio proprio come la sera di sabato quando, però, il temporale ha in parte rovinato i canti gospel mettendo in fuga molti degli intervenuti alla risottata organizzata in parrocchia.
Il pomeriggio è stato animato dal convegno bandistico dove il Corpo Musicale di Opera ha celebrato i suoi novanta anni di attività suonando con le bande di Locate Triulzi e Camnago nella piazza del Comune.
Appena deposti gli strumenti è partita la sfilata di moda nella vicina Via Garibaldi sistemata per l’occasione con una spettacolare passerella al centro della strada. I commercianti si sono prodigati per organizzare la manifestazione a cui hanno partecipato molti operatori con modelli e modelle operesi.
Alla risottata offerta dal Comune hanno partecipato poco meno di duemila persone, che hanno assaporato il frutto delle campagne locali che offrono riso in gran quantità, mentre le salamelle della Protezione Civile, dalla cui vendita si sono ricavati altri fondi destinati ai terremotati dell’Abruzzo, andavano letteralmente a ruba.
In serata oltre un migliaio di persone hanno assistito all’evento di chiusura con Marco di Radio Zeta che ha fatto ballare davvero tutti, grandi e piccini, fino a dopo la mezzanotte quando qualche fuoco artificiale ha salutato il giorno nuovo, lunedì 29, in cui effettivamente ricorrono i Santi Pietro e Paolo a cui la comunità operese è devota.
Tra i molti eventi e le bancarelle della fiera cittadina si è distinto il gazebo dell’Amministrazione Comunale che ha fornito risposte ai cittadini, su vari temi, e raccolto centinaia di adesioni per la realizzazione della Guardia Civica volontaria. “Un ulteriore passo fatto per fare socializzare e garantire maggiore sicurezza ai cittadini operesi – secondo il Sindaco Fusco – molti altri si aggiungeranno quando pubblicheremo l’avviso sul giornale del Comune”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,552FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -