34.2 C
Milano
martedì, Luglio 5, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

Array

Milano ed Expo presentano in anteprima mondiale all’Aquila il Codice Atlantico di Leonardo

Ultimo aggiornamento il 7 Luglio 2009 – 20:30

(mi-lorenteggio.com) Milano, 07 luglio 2009 – Il Comune di Milano in collaborazione con EXPO 2015 S.p.A. ha ideato un progetto dedicato a Leonardo da Vinci che prenderà forma in occasione del G8 all’Aquila dove, in anteprima mondiale, saranno mostrati per la prima volta otto fogli originali del Codice Atlantico di Leonardo da Vinci, per proseguire con una mostra a Palazzo Marino e in una grande esposizione dell’opera completa del Codice Atlantico a partire dal 10 settembre prossimo, che si concluderà nel 2015.

Il Comune di Milano, in collaborazione con Expo 2015 S.p.A, e con il prezioso contributo de La Veneranda Biblioteca Ambrosiana e la Fondazione Cardinale Federico Borromeo, hanno dato il via ad una importantissima e unica operazione per restituire a Milano il ruolo fondamentale che ha avuto nello sviluppo, nella conservazione e nella diffusione del pensiero e delle opere di Leonardo.

Leonardo stesso si definiva “Maestro fiorentino in Milano” e a Milano presso le sale della Biblioteca Ambrosiana sono custoditi i grandi tesori legati a Leonardo e alla sua scuola, in primis il Codice Atlantico, che conserva la quasi totalità del pensiero e dei disegni scientifici del grande Maestro.

Proprio per questo, si parte da Leonardo e da un altro suo disegno, l’uomo vitruviano, inserito nel logo EXPO, per rappresentare il progetto e l’avvicinamento al 2015.

La presenza di Expo 2015 al G8 prevede l’allestimento di due aree espositive:
_un percorso multimediale che illustra idealmente l’evoluzione di Milano attraverso la sua storia a partire dall’Esposizione Universale del 1906, per proseguire con tutti i progetti di cooperazione internazionale e di sostenibilità già avviati per EXPO 2015.
_l’esposizione in anteprima mondiale di otto fogli originali del Codice Atlantico di Leonardo da Vinci. Opera culturale inestimabile mostrata al pubblico per la prima volta. In collaborazione con la Veneranda Biblioteca Ambrosiana e la Fondazione Cardinale Federico Borromeo saranno infatti in mostra alcuni disegni del Codice Atlantico. I disegni fanno parte della più vasta collezione esistente di carte leonardiane, costituita da 1119 fogli nei quali è racchiuso il pensiero scientifico artistico e letterario del grande genio italiano che si definì Maestro Leonardo fiorentino in Milano. Ciò è stato reso possibile a seguito della sfascicolatura dei 12 volumi in cui furono rilegati i disegni di Leonardo tra il 1962 e il 1970.

Tale operazione consentirà infatti, a partire dal 10 settembre 2009, l’esposizione integrale del Codice Atlantico in 24 mostre successive che si succederanno a Milano, fino 2015, contemporaneamente presso la Sala Federiciana della Biblioteca Ambrosiana e nella Sacrestia monumentale del Bramante presso la chiesa di Santa Maria delle Grazie. I Capi di Stato e di Governo partecipanti al G8 riceveranno in dono da Comune di Milano, Expo 2015 S.p.A. e Veneranda Biblioteca Ambrosiana un’edizione facsimile di 25 tavole appositamente realizzate a partire da inedite immagini ad alta definizione, a tiratura numerata e limitata.

Un estratto di questa edizione esclusiva, 10 raccolte, andranno all’asta su e-Bay dal 16 al 23 luglio, e 10 andranno all’asta, in collaborazione con Sotheby’s, in una serata speciale, ai primi di settembre.
Saranno altresì messi in vendita singoli fogli della medesima collezione. Il ricavato complessivo andrà in beneficenza nell’ambito dell’iniziativa del Comune di Milano e della Fondazione Cardinale Federico Borromeo: “Maestro Leonardo fiorentino in Milano per il restauro delle opere d’arte in Abruzzo e all’Ambrosiana”

L’appuntamento del G8 precede un altro grande evento, l’esposizione a Palazzo Marino, nella Sala Alessi, dal 16 luglio al 31 agosto, di 2 degli 8 fogli in mostra al G8, grazie alla collaborazione con la Veneranda Biblioteca Ambrosiana e la Fondazione Cardinale Federico Borromeo.

“Milano e l’Expo si presentano al mondo con uno spazio che vuole raccontare il significato dell’Esposizione Universale e le opportunità di sviluppo sostenibile che l’Expo può offrire al mondo, anche grazie a progetti di cooperazione internazionale – dichiara il Commissario Straordinario del Governo per l’Expo 2015 e Sindaco di Milano Letizia Moratti.
“La presenza di Expo 2015 al G8 – continua Letizia Moratti – è la sintesi di arte, scienza e progresso che si riconosce anche nell’immagine dell’uomo vitruviano leonardesco, simbolo del logo Expo 2015. Milano, oggi come allora, continua ad essere punto di incontro e di integrazione di popoli e culture”.

“Sono particolarmente orgoglioso che questo straordinario debutto delle tavole del Codice Atlantico Leonardesco avvenga nel contesto di grande importanza e visibilità che il G8 dell’Aquila rappresenta” ha dichiarato l’Amministratore Delegato di Expo 2015 S.p.A. Lucio Stanca. “Mi fa personalmente piacere che Expo 2015 S.p.A. abbia reso possibile la realizzazione di questo evento così straordinario.
Lo spunto che vogliamo proporre ai grandi della terra è quello di considerare Expo 2015 come sintesi e punto di arrivo dei messaggi della cooperazione umana e dello sviluppo sostenibile. Il percorso di Expo 2015 – ha concluso Stanca – renderà l’opera di Leonardo accessibile a tutti affinché tutti ne possano percepire i valori”. 

Mentre, palazzo Marino riapre le sue porte a milanesi e turisti per un nuovo grande appuntamento culturale. Dal 16 luglio al 31 agosto, nella sala Alessi, si potranno ammirare per la prima volta due degli otto fogli originali, in mostra al G8 dell’Aquila, del Codice Atlantico, l’opera che racchiude il pensiero scientifico di Leonardo e abbraccia l’intera vita intellettuale del Maestro, per un periodo di oltre quarant’anni, dal 1478 al 1519.

Milano deve molto a Leonardo, “maestro fiorentino in Milano”, come lui stesso si è definito per la sua affinità con la città: città d’arte e di scienza, città di grandi tradizioni e di slancio verso il futuro. Allora come oggi, un ponte che lega passato e futuro della città dell’innovazione.

Con il prezioso contributo della Veneranda Biblioteca Ambrosiana e la Fondazione Cardinale Federico Borromeo e con il coordinamento dell’Assessorato al Turismo, Marketing Territoriale, Identità del Comune di Milano, il Comune di Milano, in collaborazione con Expo 2015 S.p.A ha avviato un percorso di diffusione del pensiero leonardesco che, iniziato con il G8 a L’Aquila, continuerà con un’esposizione a Palazzo Marino e culminerà nella grande esibizione dell’opera completa del Codice Atlantico a partire dal 10 settembre prossimo, per concludersi nel 2015.

Chi visiterà la mostra in sala Alessi, potrà partecipare a una raccolta fondi acquistando dvd e riproduzione di singoli fogli, il cui ricavato andrà in beneficenza nell’ambito dell’iniziativa “Maestro Leonardo fiorentino in Milano” per il restauro di opere d’arte in Abruzzo per contribuire alla rinascita della regione terremotata e all’Ambrosiana, uno dei simboli della cultura milanese.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,552FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -