23 C
Milano
mercoledì, Luglio 6, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

Array

Rubrica "La piazza del Consigliere". Piano integrato Demas Cesano

Ultimo aggiornamento il 11 Luglio 2009 – 14:16

(mi-lorenteggio.com) Cesano Boscone, 11 luglio 2009 – Riprende la nostra rubrica "La Piazza del Consigliere, uno spazio dedicato in cui tutti i consiglieri di qualsiasi gruppo, partito o singolarmente possono inviare i loro interventi, lettere e osservazioni.

 

Ecco, l’intervento di Santi Raimondo, capogruppo PdL Cesano, nel Consiglio Comunale del 10 luglio 2009, in merito alla Demas.

PIANO INTEGRATO DEMAS

Quello presentato dalla società Demas è un Programma Integrato di Intervento, che è un legittimo strumento urbanistico, che permette di pianificare in assenza del Piano di Governo del Territorio, PGT.

Auspichiamo però, che quello di oggi sia l’ultimo Piano Integrato proposto dal Settore Territorio e Ambiente e dalla “Giunta”, e che da qui in avanti si possa intervenire sul territorio comunale in maniera globale, attraverso il PGT che è lo strumento di pianificazione urbanistica generale più recente.

L’amministrazione precedente, lo dico per i nuovi entrati, si sarebbe dovuta munire del PGT entro il mese di marzo del 2009, ma ha ritenuto volgere la propria attenzione verso altri progetti inutili e costosi, tralasciando a torto quello della pianificazione del territorio.

La regione Lombardia per andare incontro ai comuni che sono in ritardo nel passaggio dagli attuali strumenti di pianificazione urbanistica (PRG), al PGT previsto dalla legge 12 del 2005, ha prorogato l’entrata in vigore del PGT al 31 marzo del 2010.

Le nuove norme della regione Lombardia prevedono che, nel caso i Comuni non diano inizio alla procedura di approvazione del PGT entro il 15 settembre del 2009, la Giunta regionale, una volta accertata l’inerzia dell’ente locale, nominerà un commissario ad acta che sostituirà il Comune nell’adempimento della approvazione del PGT.

Vogliamo sperare che sia risparmiata ai cittadini l’onta di un commissario per l’urbanizzazione del territorio di Cesano Boscone, anche se forse, tutto sommato non sarebbe un male, considerato che il primo atto di questa nuova amministrazione è proseguire, come quelle che l’hanno preceduta, nella direzione di realizzare ancora ulteriori attività commerciali sulla Vigevanese.

Premettiamo che riteniamo legittima la richiesta della società Demas, avviata più di un anno fa, di procedere ad un cambio di destinazione d’uso dell’immobile, trasformando un’area da produttivo a commerciale.

Quello che non riteniamo legittimo è il tempo fatto trascorrere dall’amministrazione comunale, tra la presentazione della richiesta della società Demas, 12 giugno 2008 e l’adozione del Piano di Intervento presentato in Consiglio Comunale.

Cogliamo l’occasione, per chiedere al Sindaco e alla Giunta di imprimere un’accelerazione nell’evasione delle pratiche che riguardano i cittadini.

Riteniamo che un cittadino, in questo caso un’azienda, non può aspettare più di un anno per vedersi accogliere o respingere una richiesta di intervento edilizio per un semplice cambio di destinazione d’uso.

Le procedure che competono all’amministrazione comunale vanno velocizzate nell’interesse dei cittadini e della stessa amministrazione.

Entrando nel dettaglio dell’argomento, rileviamo che l’amministrazione comunale, da questo Piano Integrato di Intervento incasserà oltre 550.000€, che rappresentano ossigeno vitale per le asfittiche casse del comune, messe a dura prova negli ultimi mesi dello scorso mandato dalla moltitudine di progetti disegnati dal centrosinistra.

Ossigeno che manca anche alla nuova maggioranza, visto che non ha la lucidità di capire che la direzione che continua a percorrere è quella di annegare il q.re Tessera nel mare magnum dell’inquinamento e del caos automobilistico.

Il PDL chiede ai componenti della maggioranza, che hanno raccolto consensi al q.re Tessera in funzione di un loro impegno in Consiglio Comunale, a migliorare la qualità della vita del q.re, a non votare questo Piano Integrato di Intervento

Non ci vuole una intelligenza da premio Nobel per capire che l’approvazione di questo Piano Integrato non va nella direzione di migliorare la qualità della vita del q.re Tessera, tutt’altro, andrà infatti nella direzione opposta poiché genererà un ulteriore incremento di traffico veicolare e relativo inquinamento.

Questo Piano di Intervento richiesto legittimamente dalla Demas, aumenta l’area di vendita dell’azienda di 1.616 mq.

Area di vendita che passa da 825 mq a 2.441mq, con un aumento del 300%.

Ricordiamo a tutti coloro che si apprestano a votare questo odg la situazione drammatica della viabilità e dell’inquinamento al q.re Tessera.

Ricordiamo a tutti coloro che si apprestano a votare questo odg, che accanto a questa struttura stanno sorgendo altre tre strutture di 2400 mq ciascuna, e che per renderli più visibili al viaggiatore che transita lungo la Vigevanese, qualche mese fa, nottetempo sono state abbattuti 27 alberi senza che ai cittadini venisse fornita nessuna spiegazione.

Pertanto pur ritenendo assolutamente legittime le richieste della società Demas, che riteniamo la meno colpevole della qualità della vita al q.re Tessera, in merito al traffico automobilistico e all’inquinamento, per coerenza con le battaglie condotte nel corso degli anni, contro il proliferare dei centri commerciali sulla Nuova Vigevanese colpevoli delle pessime condizioni di vita del q.re Tessera, il PDL voterà contro l’odg proposto dalla “Giunta”.

Santi Raimondo

Capogruppo PdL

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,553FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -