4.2 C
Milano
lunedì, Febbraio 6, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

Array

Mostre. Al Pac una selezione di opere del British Council

Milano, 13 luglio 2009 – Dipinti, sculture, fotografie e installazioni provenienti dalla collezione del British Council saranno in mostra da domani, martedì 14 luglio, al PAC (Padiglione d’Arte Contemporanea) di via Palestro. L’esposizione, a cura di Michael Craig-Marti, si intitola “Passports. In viaggio con l’arte”, e rimarrà aperta al pubblico fino al 13 settembre.

“Milano si apre alle città estere in nome dell’arte – ha detto l’assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory presentando la mostra –. In questa prospettiva abbiamo instaurato con la città di Londra e il British Council un’importante collaborazione sull’arte contemporanea con autori come Lucian Freud, Anish Kapoor e Damien Hirst”.

“In un viaggio di soli pochi mesi fa in Inghilterra – ha aggiunto – abbiamo convinto gli amici del British Council a portare la mostra a Milano, prima città in Occidente dopo l’esposizione alla Whitechapel di Londra. Con questa mostra segniamo il primo passo di una stretta sinergia con la capitale britannica, in vista di Expo 2015”.

“Attraverso una selezione degli 8000 pezzi pregiati che compongono la collezione – ha spiegato Finazzer Flory – la mostra propone un’indagine non soltanto estetica del nostro recente passato, ma anche filosofica sui confini, le relazioni della globalizzazione”.

L’assessore ha inoltre annunciato il crescente successo della mostra “Monet. Il tempo delle ninfee”, aperta fino al 27 settembre a Palazzo Reale.
I dati dell’ultima settimana sugli afflussi alle mostre nelle più grandi città italiane, pongono Milano, con l’esposizione dedicata al celebre impressionista (5.367 visitatori), al secondo posto dopo Venezia e prima di Roma.

Prodotta dal Comune e dal British Council, la mostra “Passports” presenta un’accurata selezione di opere d’arte britannica del XX e XXI secolo acquistate dal British Council nei suoi 75 anni di attività.

Lucian Freud, Anish Kapoor, Damien Hirst. Questi alcuni dei principali artisti presenti nella mostra, il cui titolo “Passports” fa riferimento al viaggio compiuto dalle opere a partire dal loro acquisto. Un vero e proprio itinerario nell’arte attraverso i confini internazionali per far conoscere al pubblico il “passaporto” di ogni opera, costituito dall’insieme dei musei e delle gallerie che l’hanno ospitata nei decenni, nonché il prezzo pagato per ogni lavoro all’inizio del viaggio. La mostra costituisce dunque un’opportunità
unica per ammirare le prime opere dei grandi nomi dell’arte contemporanea
inglese.

L’esposizione sarà anche l’occasione per rilanciare anche a Milano il concorso internazionale per aspiranti curatori, “The Fifth Curator” (“Il Quinto Curatore”), promosso dal British Council. Il vincitore del concorso (che scadrà il 4 settembre 2009) avrà l’opportunità di accedere senza limiti alla collezione del British Council e di essere curatore di una nuova mostra tratta dalla Collezione stessa, prevista per l’aprile del 2010 alla prestigiosa
Whitechapel di Londra.

Orari
lunedì 14.30-19.30;
martedì, mercoledì, venerdì, sabato
e domenica 9.30-19.30;
giovedì 9.30-22.30
Il servizio di biglietteria termina un’ora prima della chiusura della mostra.

Per informazioni
02.76020400
www.comune.milano.it/pac
www.britishcouncil.it

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img