12.8 C
Milano
mercoledì, Febbraio 1, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

Array

A settembre sarà ripristinata la fermatadi Rho Centro

(mi-lorenteggio.com) Rho, 16 luglio 2009 – Nel pomeriggio di martedì 14 Luglio 2009 si è tenuto presso la Regione Lombardia un incontro tra tutti i soggetti interessati allo spostamento della fermata dei treni interregionali Torino – Milano da Rho Centro a Rho Fiera, decisione assunta da Trenitalia e sostenuta dalla Regione Piemonte.

Come noto, la vicenda ha suscitato molte proteste da parte dei Cittadini, soprattutto da parte dei pendolari che, viaggiando quotidianamente sulla linea interessata, hanno subito i maggiori disagi a causa di tale decisione, diventata operativa con l’introduzione dell’orario estivo di Trenitalia. I pendolari hanno organizzato lo sciopero del biglietto e raccolto 5.600 firme per il ripristino della fermata; le adesioni sono state raccolte dal Centro Sociale Fornace dal Comitato No Expo e consegnate agli Assessori regionali ai Trasporti della Lombardia e del Piemonte durante l’incontro, cui sono intervenuti anche i rappresentanti di Assoutenti e del Comitato pendolare Milano-Novara.

Il confronto tra Regione Piemonte, Regione Lombardia, Città di Rho e Trenitalia, richiesto per valutare i primi risultati della sperimentazione in atto – il miglioramento del servizio era un obiettivo prioritario per Trenitalia -, ha permesso così di analizzare le diverse posizioni, tenendo al centro le esigenze degli utenti.

Dal tavolo di confronto è emerso un primo risultato: già a partire dal prossimo mese di Settembre alcuni dei treni soppressi sulla linea interregionale Torino-Milano (sono 32 i treni di cui è stata soppressa la fermata) fermeranno di nuovo alla stazione di Rho Centro.

Si tratta di un impegno assunto dagli Assessori ai Trasporti interessati – Raffaele Cattaneo, per la Regione Lombardia, e Daniele Borioli, per la Regione Piemonte -, a fronte della chiara e ferma posizione dei pendolari e dei loro Amministratori: ricevere una risposta concreta prima del cambiamento dell’orario ferroviario, anche accettando una soluzione limitata per i primi di Settembre, in attesa di una seconda più sostanziale in concomitanza con l’introduzione dell’orario invernale (Dicembre 2009).

Da parte loro, i referenti regionali hanno chiesto a Trenitalia approfondimenti dal punto di vista tecnico, per sapere per quali treni potrà essere ripristinata la fermata presso la stazione di Rho Centro e quali ostacoli impedirebbero l’effettiva attuazione delle due fermate, questione al momento non ancora chiarita e rimandata al prossimo appuntamento.

L’Assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, infatti, alla fine dell’incontro ha annunciato che il prossimo 5 Agosto ci sarà a Novara un’altra riunione, cui parteciperanno anche i pendolari piemontesi, garantendo quanto segue: ”In quell’occasione decideremo quali treni possono già essere riposizionati da settembre alla stazione di Rho centro e come dovremo arrivare a concordare una soluzione definitiva a dicembre”.

Questo il commento di Roberto Zucchetti a seguito dell’incontro, in cui si è dato atto del profondo disagio che la decisione della Regione Piemonte ha provocato:

"Incontro costruttivo anche se interlocutorio. Ho chiesto – dando ampia motivazione anche tecnica – che si arrivi a fare tutte e due le fermate. Ci aspettiamo che Trenitalia superi le resistenze tecniche che continua a mettere davanti al problema. La sperimentazione ha chiaramente fatto vedere che questa soluzione non migliora la funzionalità del trasporto pubblico locale. Ci aspettiamo che all’incontro del 5 agosto Trenitalia porti proposte utili a risolvere il problema, ripristinando treni dal mese di settembre e sviluppando una soluzione equilibrata per il mese di dicembre. L’incontro previsto a Novara è il segnale che non intendiamo affatto mollare la presa su questo importante argomento.".

Alla delegazione ha preso parte anche Fabrizio Cecchetti, Consigliere Regionale della Lega Nord Consigliere Comunale della Città di Rho, che ha rilasciato la seguente dichiarazione:

"L’incontro del 14 Luglio presenta aspetti positivi e anche negativi. Considero elemento positivo la volontà di tutti – Comitati, Comune di Rho ed Enti regionali – di cercare una soluzione al problema. Non posso non sottolineare, però, la posizione dei Dirigenti di Trenitalia, che con motivazioni tecniche legate all’orario dei treni hanno affermato che non si potrà ripristinare la fermata di Rho Centro fino al prossimo mese di dicembre, anziché a partire da settembre, come inizialmente ipotizzato e richiesto dalle parti interessate.

Vorrei anche ricordare che oltre 200 milioni di Euro è la cifra che Regione Lombardia riconosce annualmente a Trenitalia per il servizio offerto agli utenti, di cui occorrerebbe tenere in maggiore considerazione le reali esigenze. L’altro elemento negativo che mi preme sottolineare riguarda l’atteggiamento di mancata collaborazione manifestato a Rho dal PD e dall’opposizione più in generale, quando invece è stato obiettivo di tutti riportare la situazione del trasporto pubblico alla normalità, riservando eventuali polemiche ad un momento successivo rispetto alla risoluzione del problema. La decisione di aver tolto la fermata di Rho Centro, del resto, è stata della Regione Piemonte e nessuno ha fatto pressione sul proprio compagno politico piemontese, l’assessore Daniele Borioli, esponente del PD. Rivolgo un appello al PD di Rho, affinché si attivi presso i propri vertici, così da contribuire a risolvere un problema che riguarda circa 150.000 persone dell’area rhodense, anziché creare inutili polemiche."

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img